Losanna
1
Langnau
5
fine
(1-2 : 0-1 : 0-2)
Berna
3
Ginevra
3
3. tempo
(0-0 : 2-3 : 1-0)
Bienne
2
Ambrì
1
3. tempo
(1-1 : 1-0 : 0-0)
Davos
6
Zurigo
1
fine
(3-0 : 2-1 : 1-0)
Lakers
2
Friborgo
4
fine
(2-1 : 0-1 : 0-2)
Losanna
LNA
1 - 5
fine
1-2
0-1
0-2
Langnau
1-2
0-1
0-2
1-0 JEFFREY
1'
 
 
 
 
5'
1-1 DIEM
 
 
7'
1-2 ELO
 
 
22'
1-3 DIEM
 
 
42'
1-4 LEEGER
 
 
51'
1-5 DIDOMENICO
1' 1-0 JEFFREY
DIEM 1-1 5'
ELO 1-2 7'
DIEM 1-3 22'
LEEGER 1-4 42'
DIDOMENICO 1-5 51'
LAUSANNE HC leads series 3-2.
Ultimo aggiornamento: 19.03.2019 22:10
Berna
LNA
3 - 3
3. tempo
0-0
2-3
1-0
Ginevra
0-0
2-3
1-0
1-0 GRASSI
22'
 
 
2-0 GRASSI
26'
 
 
 
 
30'
2-1 JACQUEMET
 
 
36'
2-2 ROD
 
 
40'
2-3 JACQUEMET
3-3 HEIM
52'
 
 
22' 1-0 GRASSI
26' 2-0 GRASSI
JACQUEMET 2-1 30'
ROD 2-2 36'
JACQUEMET 2-3 40'
52' 3-3 HEIM
Series tied 2-2.
Ultimo aggiornamento: 19.03.2019 22:10
Bienne
LNA
2 - 1
3. tempo
1-1
1-0
0-0
Ambrì
1-1
1-0
0-0
 
 
2'
0-1 TRISCONI
1-1 BRUNNER
5'
 
 
2-1 EARL
28'
 
 
TRISCONI 0-1 2'
5' 1-1 BRUNNER
28' 2-1 EARL
EHC BIEL BIENNE leads series 3-1.
Ultimo aggiornamento: 19.03.2019 22:10
Davos
LNA
6 - 1
fine
3-0
2-1
1-0
Zurigo
3-0
2-1
1-0
1-0 BAUMGARTNER
7'
 
 
2-0 AESCHLIMANN
8'
 
 
3-0 MEYER
9'
 
 
4-0 AMBUHL
26'
 
 
 
 
29'
4-1 BALTISBERGER
5-1 BAUMGARTNER
35'
 
 
6-1 CORVI
55'
 
 
7' 1-0 BAUMGARTNER
8' 2-0 AESCHLIMANN
9' 3-0 MEYER
26' 4-0 AMBUHL
BALTISBERGER 4-1 29'
35' 5-1 BAUMGARTNER
55' 6-1 CORVI
Ultimo aggiornamento: 19.03.2019 22:10
Lakers
LNA
2 - 4
fine
2-1
0-1
0-2
Friborgo
2-1
0-1
0-2
1-0 WELLMAN
1'
 
 
 
 
8'
1-1 ROSSI
2-1 HACHLER
10'
 
 
 
 
27'
2-2 VAUCLAIR
 
 
48'
2-3 LHOTAK
 
 
60'
2-4 MEUNIER
1' 1-0 WELLMAN
ROSSI 1-1 8'
10' 2-1 HACHLER
VAUCLAIR 2-2 27'
LHOTAK 2-3 48'
MEUNIER 2-4 60'
Ultimo aggiornamento: 19.03.2019 22:10
Bellinzonese
16.02.2019 - 14:300

‘No alle zone di tranquillità, sì all’Ice Fishing’

Dall'assemblea della Società di pesca bellinzonese emerge inoltre positività per il progetto di rivitalizzazione del fiume Ticino e perplessità sulla semina di trota fario

“Non si giustifica un divieto così tassativo e così esteso”. È l’opinione espressa dall’assemblea della Società di pesca del Bellinzonese, tenutasi recentemente a Camorino, sull’introduzione di alcune zone di tranquillità per la fauna selvatica lungo il fiume Ticino, la cui istituzione è stata posta in consultazione in novembre dal Cantone. “La scheda che ha maggiori ripercussioni sull’esercizio della pesca – afferma il presidente Jacques Bottani – è quella che prevede come misura di protezione un divieto di accesso al greto del fiume Ticino su un tratto di circa 3 chilometri, da metà aprile a metà agosto, fra Moleno e Cresciano dove sono stati realizzati i banchi di strutturazione”. Il divieto così come previsto non è accettabile “perché si sovrappone all’esercizio della pesca, che di fatto non sarebbe più possibile”. Perciò è stato chiesto alla Federpesca cantonale di opporsi: e difatti il presidente Urs Lüchinger “ha assicurato che sosterrà questa presa di posizione”.

Suscita invece opinioni positive il progetto di rivitalizzazione che interesserà il tratto bellinzonese del Ticino: “Lo scopo non è solamente ittico, ma anche idraulico, naturalistico e ricreativo, nel senso di riavvicinare la popolazione al fiume. Il progetto cambierà durevolmente il volto del fiume, migliorandone le caratteristiche naturali e la fruibilità”.

Inoltre all’unanimità l’assemblea ha sostenuto la proposta della Società di pesca locarnese denominata Ice Fishing, volta a permettere anche in Ticino la pesca invernale su determinati laghetti alpini.

Fra i temi discussi anche la semina di trota fario nel Ticino: “Abbiamo chiesto al Cantone se ha ancora senso, perché nonostante si sia immesso negli ultimi 10 anni quasi un milione di estivali tra Claro e Gudo, il pescato è calato del 70%”. La risposta arriverà dall’Ufficio cantonale caccia e pesca nel 2020 con l’allestimento della carta ittica e gli aggiornamenti dei piani di semina.

Nota positiva invece sul fronte del progetto temolo: i riproduttori di temolo della Valsesia, inizialmente introdotti nella piscicoltura di Cama, hanno poi trovato un ottimo adattamento nello stabilimento di Gorduno, dove una ventina di esemplari adulti (30/35 cm) sono stati accuditi dal responsabile Patrick Rusconi che li ha portati a maturazione: “La spremitura ha consentito di ricavare alcune migliaia di uova. In passato non si era mai riusciti a portare a maturazione completa i riproduttori stabulati a Cama. Un mese più tardi circa 6mila avannotti sono stati immessi nella Maggia”.

Sconcerto suscita infine il fatto che i maggiori rilasci imposti alle aziende idroelettriche nel risanamento dei deflussi minimi “sono di fatto, per il gestore interessato, completamente indennizzati”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ticino
pesca
fiume
progetto
fishing
semina
fiume ticino
società pesca
ice
zone
© Regiopress, All rights reserved