Foto Video Reporter
Bellinzonese
08.02.2019 - 19:180

Lo minacciano, lo legano a una sedia e lo rapinano

Sementina: il fatto è avvenuto ieri poco prima di mezzanotte in via al Ticino 38. Vittima un inquilino 56enne. Malviventi ancora in fuga

È avvolta nel mistero la rapina messa a segno giovedì sera poco prima della mezzanotte in un palazzo di cinque piani situato in via al Ticino 38 a Sementina. Dove in base a una prima ricostruzione, e per cause che spetterà all’inchiesta di polizia stabilire, un inquilino di 56 anni di nazionalità svizzera è stato dapprima minacciato e quindi legato a una sedia da due individui ai quali ha aperto la porta del proprio attico e che hanno agito col volto coperto. Una volta dileguatisi con la refurtiva, l’uomo è riuscito in parte a liberarsi e ha potuto allertare dei conoscenti. La vittima non ha riportato ferite e ha potuto raccontate l’accaduto agli agenti della Polizia cantonale che hanno subito avviato le ricerche. Coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier, l’inchiesta prosegue al fine di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e l’entità della refurtiva. Da notare che nel comunicato stampa diffuso ieri, la PolTi non ha reso pubblici i connotati dei malviventi in fuga.

'Il portone è sempre chiuso la sera. Come hanno fatto a entrare?'

«Un uomo in gamba e cordiale che abita qui da solo un anno e non ha mai causato problemi, anzi. Davvero un peccato che accadano queste cose. In che mondo viviamo? Adesso siamo preoccupati». A parlare è una coinquilina. Altre persone, di casa nel medesimo palazzo, raggiunte al telefono dalla redazione preferiscono non esprimersi. A ogni modo tutti concordano nel dire che la rapina si è svolta senza che nessuno si sia accorto di nulla, a parte un improvviso via-vai verso le 3. «È veramente strano quanto accaduto – prosegue la nostra interlocutrice – perché il portone d’entrata a quell’ora è sempre chiuso a chiave. Come hanno fatto i malviventi a penetrare nello stabile? Qualcuno, forse la vittima stessa, ha aperto loro il portone principale? Oppure hanno trovato la chiave d’emergenza custodita all’esterno, che tuttavia è chiusa in una scatola dotata di combinazione che solo gli inquilini conoscono?». Mistero.

 

 
 

Tags
sedia
rapina
vittima
portone
malviventi
© Regiopress, All rights reserved