Il tamponamento del 26 luglio 2016 (Ti-Press)
Bellinzonese
09.01.2019 - 18:210
Aggiornamento 10.01.2019 - 08:59

Incidente mortale di Quinto, forse fu un colpo di sonno

La perizia sul camionista parla di 'apnee ostruttive di grave entità'. Nel tamponamento perse la vita una famiglia tedesca

Potrebbe essere un colpo di sonno la causa dell'incidente stradale del 26 luglio 2016, avvenuto sulla A2 all’altezza di Quinto. Nel tamponamento fra due mezzi pesanti e una vettura perse la vita un'intera famiglia tedesca, i genitori e due bambine. La perizia sull'autista del camion commissionata dal Tribunale penale cantonale porterebbe – come anticipato dalla Rsi – alla conclusione del colpo di sonno.

La perizia di parte prodotta dalla difesa  è stata confermata dal Centro del sonno dell’Ospedale Regionale di Lugano: il 52enne è affetto da una sindrome delle apnee ostruttive del sonno di grave entità. Un problema di cui l’uomo soffriva già in precedenza, pur non essendone cosciente, e che l’incidente stesso non può avere causato o acuito. La patologia provoca anche di giorno colpi di sonno improvvisi e non controllabili. Probabilmente ciò è avvenuto poco prima dell'incidente di due anni fa.

Rinviato a giudizio nel dicembre del 2017, il 52enne dovrà comunque rispondere di omicidio colposo plurimo e infrazione grave delle norme della circolazione stradale di fronte alle Assise correzionali, che saranno presiedute dal giudice Mauro Ermani.

Tags
sonno
incidente
colpo
colpo sonno
quinto
perizia
© Regiopress, All rights reserved