Facebook
Bellinzonese
24.09.2018 - 22:460

Un presidio per salvare Bassa

Al centro della polemica la zona verde lungo il confine tra Grigioni e Ticino. Presidio pubblico venerdì 28 settembre

Un presidio per salvare Bassa. Lo organizza l'omonimo gruppo che vuole preservare la zona verde lungo il confine tra i Grigioni e il Ticino, la zona di Bassa. Zona che da settimane è al centro di una polemica rovente. Da una parte c'è l’Ufficio federale delle strade (Ustra) che ha deciso di rinaturalizzare la regione, riportandola alle condizioni originarie, dall'altra decine di cittadini che temono di perdere un'oasi di verde. Proprio per questo motivo il gruppo indice un presidio pubblico venerdì 28 settembre in occasione dell’inaugurazione ufficiale del Centro di controllo dei veicoli pesanti N13 a San Vittore. L'appuntamento è alle 14 al “Carrozon del Tuto”, a destra uscendo dal semisvincolo, per poi recarsi al Centro. "La prevaricazione e l’arroganza di Ustra che, tenendosi strettamente a braccetto Ufam, sta devastando ovunque il territorio, con progetti plurimilionari imposti dall’alto alla popolazione, senza consentire agli abitanti coinvolti il diritto di replica", scrive il gruppo in un comunicato stampa.

Tags
presidio
bassa
centro
zona
salvare bassa
© Regiopress, All rights reserved