il-bike-sharing-pedala-e-arriva-in-citta
ULTIME NOTIZIE Cantone
Locarnese
26 min

Turismo, una stagione dorata per lago, valli e monti

Il 2022 non farà registrare record ovunque, ma riporta il settore ai livelli pre-Covid. Volano le prenotazioni nelle strutture alberghiere e nei campeggi
Ticino
31 min

‘I piccoli commerci resistono ai colossi delle multinazionali’

Sommaruga (Federcommercio) a tutto campo su settore della moda, differenze tra città in Ticino e ruolo - importante - delle botteghe e dei negozi
Ticino
10 ore

Preti in assemblea, per riflettere su sfide e missione

Una tre giorni a Lugano con contributi anche di relatori esterni e gruppi di lavoro. L’evento si aprirà il 29 agosto
Bellinzonese
10 ore

Tutto pronto per la 5ª edizione del Greina Trail

Gli organizzatori informano che è ancora possibile iscriversi alle varie tipologie di corsa
Bellinzonese
11 ore

Addio a Carlo Rivolta: ‘Mancherà a tutta Bellinzona’

A lungo attivo sulla scena della politica della Turrita, titolare dello storico negozio di biciclette in Piazza Orico, è deceduto all’età di 71 anni
Luganese
11 ore

Magliaso festeggia San Rocco

Sabato la comunità locale si ritroverà nella corte del municipio per condividere la ricorrenza tra devozione e tradizione popolare
Bellinzonese
11 ore

Polenta storna all’Alpe Géira

Il tradizionale pranzo organizzato dal Patriziato di Dalpe si terrà domenica 21 agosto alle 12
Bellinzonese
11 ore

Cinque concerti d’organo in Leventina

Mercoledì 17 agosto a Giornico, sabato 20 a Faido, mercoledì 24 a Quinto, sabato 27 a Chironico e mercoledì 31 ad Airolo
Luganese
11 ore

‘Bissone Arte ’22’ e il villaggio diventa un museo

Il paese darà spazio per oltre un mese alla creatività di una trentina di artisti. Opere esposte sul territorio
Mendrisiotto
11 ore

Riva San Vitale verso nuove... rive lacustri

In pubblicazione la domanda di costruzione per il progetto di sistemazione degli accessi a lago in zona Lido, in modo da uniformarne l’aspetto
25.04.2018 - 06:00
Aggiornamento: 09:15
di Katiuscia Cidali

Il Bike Sharing pedala e arriva in Città

Bellinzona e Locarno intendono completare la rete sul Piano di Magadino. Previste cinque nuove stazioni

Prendere una bicicletta elettrica a Camorino, visitare i fortini della fame, attraversare la passerella sul fiume Ticino e pedalare – scegliendo quanta fatica fare – alla scoperta delle colline di Sementina e Monte Carasso. Tempo e gambe permettendo, il turista potrà dirigersi verso Locarno, lasciare la bicicletta in una delle stazioni di Bike Sharing presenti e rientrare nel Bellinzonese con il trasporto pubblico. È uno scenario che potrà essere realtà con il completamento della rete di Bike Sharing sul Piano di Magadino. Progetto attualmente allo studio da parte della Città di Bellinzona con quella di Locarno che lo ha lanciato. La rete della Città di Locarno ha finora dato buona prova e a giugno verrà ulteriormente potenziata, con l’aggiunta di stazioni sino a Cadenazzo e Cugnasco. «Effettivamente si sta valutando il completamento della rete con delle stazioni anche nel territorio di Bellinzona», conferma Simone Gianini, municipale a capo del Dicastero territorio e mobilità. Gianini precisa che per la Città di Bellinzona l’iniziativa avrebbe principalmente una valenza turistica in corrispondenza con i confini del Parco del Piano di Magadino. L’opportunità è però interessante anche per la popolazione del Piano, che avrà la possibilità di fruire di una rete di biciclette pubbliche ancora più ampia. A differenza di Locarno, dove ci sono biciclette sia elettriche che normali, a Bellinzona l’idea è di proporre unicamente bici elettriche, che saranno collocate in stazioni situate in luoghi di interesse turistico. L’ipotesi è di prevedere una stazione a Gudo, nell’ex casa comunale dove ha sede anche l’ente del Parco del Piano di Magadino, a Monte Carasso dove si trova l’infopoint dell’ente autonomo Carasc, a Camorino una delle porte d’entrata del Parco, dei capolinea del Parco del Piano a Giubiasco nella rinnovata Piazza Grande e a Bellinzona nel centro storico.

Obiettivo: primavera 2019

La scelta di proporre unicamente biciclette elettriche è legata proprio alla spiccata funzione turistica che avranno. In questo modo sarà più facile per tutti riuscire a raggiungere le zone collinari del Bellinzonese o i castelli. I costi del progetto sono in fase d’approfondimento e per quanto riguarda la tempistica, l’obiettivo – spiega Gianini – è di poter completare la rete di Bike Sharing su tutto il Piano, Bellinzona compresa, la primavera dell’anno prossimo. Valutazioni sono in corso anche su quante biciclette prevedere per ogni stazione e a breve sono attesi i risultati sulla base dei quali verranno prese le decisioni definitive. Per quanto riguarda la gestione e la manutenzione delle biciclette, la Città di Locarno collabora con la Fondazione Il Gabbiano. Anche per Bellinzona l’idea è di agganciarsi a questo modello di gestione. La fondazione si occupa dell’accompagnamento e del reinserimento professionale e sociale di persone in disoccupazione o in assistenza. A Bellinzona non è la prima volta che si parla di Bike Sharing, già nel 2012 la Commissione regionale dei trasporti aveva allestito un progetto che comprendeva gran parte dei Comuni che la componevano, ma i Municipi avevano ritenuto i costi non sopportabili. Una spinta viene ora data dall’aggregazione: con essa è infatti più semplice prevedere stazioni su più quartieri. «L’idea di completare un progetto già esistente che abbracci il neocostituito Parco del Piano di Magadino, con cui collaboreremo, riteniamo possa fare al caso nostro per questo primo passo», rileva. Dopodiché, a seconda del successo che potrà avere e dei costi necessari «si potrà immaginare un’estensione anche al resto del territorio comunale», conclude.

© Regiopress, All rights reserved