Ti-Press
Bellinzonese
23.04.2018 - 11:290

Rubavano portafogli per svuotare il bancomat. Arrestati a Biasca

Due ungheresi in manette. Avrebbero colpito in almeno cinque occasioni nell'ultimo anno

Rubavano portafogli e tentavano poi di prelevare dai bancomat con le carte di credito. Sono stati arrestati venerdì a Biasca due cittadini ungheresi, uno residente a Rovigo e l'altro in Ungheria, che stando alla Polizia tra l'aprile del 2017 e il febbraio del 2018 si sarebbero resi autori di “almeno cinque borseggi in ristoranti e bar del Canton Ticino”. In tre casi – precisa la nota congiunta di Ministero e Polizia – dopo aver sottratto il borsello “hanno inoltre tentato di eseguire prelievi abusivi di denaro dai bancomat con le carte di credito rubate”. 

“I due uomini, ricercati da tempo, hanno insospettito gli agenti di una pattuglia della Polizia cantonale ad Arbedo per poi venire fermati a Biasca mentre si trovavano a bordo di un'auto con targhe italiane – si legge nel comunicato –. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di ripetuto furto in banda e per mestiere nonché ripetuto abuso di impianto per l'elaborazione di dati”. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Valentina Tuoni.

Attenzione ai luoghi pubblici

La Polizia cantonale coglie l'occasione per evidenziare che i furti con destrezza su suolo pubblico avvengono prevalentemente in luoghi in cui si riunisce molta gente e dove regna un certo anonimato: ristoranti, bar, stazioni ferroviarie, aeroporti, mezzi di trasporto pubblici, scale mobili, centri commerciali, mercati, grandi eventi come concerti o manifestazioni sportive. Gli autori di furti con destrezza utilizzano dei trucchi per ingannare, distrarre o sorprendere la loro vittima allo scopo di derubarla senza farsi notare. Ad esempio, mentre danno uno spintone alla vittima, le sfilano il borsello dalla tasca del mantello senza che quest'ultima se ne accorga. Alcuni autori di furti con destrezza si piazzano così vicini alle spalle della loro vittima in ascensori, su scale mobili o in code davanti agli sportelli che riescono a sottrarre gli oggetti di valore. Questo succede soprattutto se la vittima porta uno zaino o se non tiene la sua borsetta o borsa a tracolla ben stretta e chiusa davanti al corpo. Talvolta questi ladri distraggono la loro vittima per esempio coinvolgendola in una conversazione mentre si trova ad un bancomat, per consentire al loro complice di colpire senza essere notato. In altri casi, in prevalenza in bar e ristoranti, mentre gli avventori sono intenti a consumare le ordinazioni, sfilano i portafogli dalle giacche lasciate sulla sedia o dalle borsette lasciate incustodite.

Alcuni consigli per prevenire un furto con destrezza su suolo pubblico

  • Portate su di voi pochissimo denaro contante e il minor numero possibile di oggetti di valore
  • Non lasciate mai incustoditi la vostra borsa e il vostro bagaglio
  • Riponete i vostri oggetti di valore in una tasca interna della vostra giacca possibilmente chiudibile
  • Quando camminate tra la folla, tenete borsetta, borsa del computer portatile, borsa a tracolla e zaino ben chiusi e stretti davanti al corpo
  • Non riponete mai i vostri oggetti di valore nelle tasche esterne dei vostri vestiti
© Regiopress, All rights reserved