Bellinzona
11.11.2017 - 07:400
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:12

Escape room in arrivo al Sasso Corbaro

Enigmi da risolvere, combinazioni da trovare, indizi da scoprire. Sessanta minuti per farlo. Il conto alla rovescia scatta una volta entrati nell’escape room, una stanza con varie sfide da risolvere, tra cui quella finale che consentirà ai giocatori di aprire l’ultima porta e vincere il gioco.
Una stanza degli enigmi è in programma anche al castello di Sasso Corbaro di Bellinzona. A promuoverla è l’Organizzazione turistica Bellinzonese e Alto Ticino (Otr), con l’appoggio e la consulenza del team ‘bLockaTi’, esperti in materia. Si tratta degli ideatori dell’escape room di Giubiasco, che su incarico dell’Otr, stanno elaborando un progetto; non ne gestiranno però l’intrattenimento quando entrerà in funzione. Una volta allestito il progetto, l’Otr preparerà una sorta di business plan che sottoporrà a Città e Cantone.
L’obiettivo, come spiegato da Andy Restaino, responsabile dell’escape room di Giubiasco e ideatore del progetto per Sasso Corbaro, sarebbe di realizzare la nuova stanza al castello per la prossima stagione turistica, quindi per la primavera 2018. Essendo però una ‘location’ particolare, per la tempistica molto dipenderà da quanto ci vorrà per l’approvazione di Città, Cantone (proprietario) e rappresentanti dell’Unesco.

Divertimento e cultura

Entrando nella stanza, il partecipante potrà facilmente calarsi in un’atmosfera medievale e gli indizi e gli enigmi avranno molti riferimenti legati alla storia della regione. «Il gioco ha una componente culturale e vuole essere anche uno stimolo per scoprire il territorio», spiega Restaino. L’intrattenimento è rivolto ai turisti, ma anche alla popolazione locale, che potrà così vivere il castello sulla collina in un modo diverso e ludico.
Dato che a frequentare il maniero vi sono anche molti turisti internazionali, si è pensato che le indicazioni per il gioco verranno date in italiano, tedesco, francese e inglese. «Abbiamo valutato tutti e tre i castelli – rileva Restaino – ma quello che più si presta per questo tipo d’intrattenimento è Sasso Corbaro; possiede una stanza abbastanza ampia e allo stesso tempo caratteristica».
Anche un Comune del Locarnese ha chiesto al team di Restaino una consulenza per la realizzazione di una stanza ad enigmi. Questa forma di intrattenimento, già in voga nel Nord Italia e oltre Gottardo, ha preso piede anche in Ticino, e solo nell’ultimo anno, oltre a Giubiasco – sono state aperte nuove escape room a Lugano e a Taverne.

Tags
escape room
escape
stanza
corbaro
sasso
sasso corbaro
restaino
enigmi
intrattenimento
progetto
© Regiopress, All rights reserved