Olympiakos Piraeus
1
Tottenham
2
1. tempo
(1-2)
Club Brugge
0
Galatasaray
0
1. tempo
(0-0)
Visp
0
Sierre
0
1. tempo
(0-0)
Olympiakos Piraeus
CHAMPIONS UEFA
1 - 2
1. tempo
1-2
Tottenham
1-2
GUILHERME DOS SANTOS
14'
 
 
 
 
26'
0-1 KANE HARRY
 
 
30'
0-2 MOURA LUCAS
1-2 PODENCE DANIEL
44'
 
 
14' GUILHERME DOS SANTOS
KANE HARRY 0-1 26'
MOURA LUCAS 0-2 30'
44' 1-2 PODENCE DANIEL
Venue: Georgios Karaiskakis Stadium.
Turf: Natural.
Capacity: 33,310.
Referee: Gianluca Rocchi (ITA).
Assistant referees: Filippo Meli (ITA), Ciro Carbone (ITA).
Fourth official: Daniele Doveri (ITA).
Video Assistant Referee: Paolo Valeri (ITA).
Assistant Video Assistant Referee: Maurizio Mariani (ITA).
Sidelined Players: TOTTENHAM - Lo Celso (Injured).
MATCH SUMMARY: Sides last met in 1972/73 UEFA Cup.
Spurs won 4-0 at home, lost 1-0 away.
Hosts winless in 8 GROUP games: D1 L7.
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
Club Brugge
CHAMPIONS UEFA
0 - 0
1. tempo
0-0
Galatasaray
0-0
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
Visp
LNB
0 - 0
1. tempo
0-0
Sierre
0-0
Ultimo aggiornamento: 18.09.2019 19:51
©Ti-Press/Carlo Reguzzi
Biasca
12.04.2017 - 15:030
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:18

La Smb di Biasca chiude: 41 dipendenti perdono il lavoro

L'azienda attiva nel settore della forgiatura di precisione Smb Sa, con sede a Biasca, annuncia oggi di cessare l'attività di produzione. Tale attività, "orientata all'esportazione ad alta intensità di lavoro, non può più essere proseguita in modo redditizio in un paese ad alto costo quale la Svizzera", scrive l'azienda in un comunicato, spiegando che nella situazione economica attuale è impossibile coprire i costi. Nel 2016 le cifre parlano chiaro: a fronte di un fatturato di 9,6 milioni di franchi, la società ha registrato una perdita netta di 2,2 milioni.

Licenziamento entro l'estate per 41 persone

La produzione a Biasca verrà pertanto cessata in modo graduale a partire da oggi per poi concludersi entro il 31 luglio. "Questo processo avrà come probabile conseguenza la perdita di tutti i 41 posti di lavoro per i nostri collaboratori", sottolinea il Ceo Alessandro Del Re. È stato intanto avviato il processo di consultazione con le parti sociali, anche se viene precisato che "purtroppo non vi sono alternative date le gravi difficoltà economiche". L'azienda garantisce che collaborerà con le parti sociali e assicura ai suoi dipendenti il pagamento del salario durante il periodo di preavviso. 

Tra le cause della crisi, il franco forte

La produzione in Svizzera della Smb ha causato forti perdite che, negli ultimi tre anni, hanno superato le vendite nella misura del 20%. Tra le cause della crisi, l'azienda fa riferimento all'intensa competitività internazionale dei mercati, "in particolare da quando è stata abolita la soglia minima di cambio franchi/euro". La società esporta più del 90% dei suoi prodotti, in particolare nell'Ue, fornendo settori quali la produzione di elettricità, veicoli speciali e difesa, ferrovie, aeronautica, engineering, gas e petrolio.

Ulteriori dettagli verranno forniti in un incontro con la stampa previsto nel pomeriggio.

© Regiopress, All rights reserved