Carlo Reguzzi
Bellinzona
16.03.2016 - 19:460
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

Tutti in Piazza del Sole ad accendere il blu

Rispetto, accettazione e inclusione: sono queste le parole chiave dell’edizione 2016 della Giornata mondiale dell’autismo, un disturbo ancora poco conosciuto ma sempre più diffuso. Dopo Lugano, quest’anno sarà Bellinzona a ospitare la manifestazione promossa da Autismo Svizzera italiana (Asi), dalla Fondazione Ares e dalla Tavola rotonda per i problemi dell’autismo del canton Ticino, con il sostegno della Città. Sabato 2 aprile il pomeriggio sarà dedicato a numerosi intrattenimenti in Piazza del Sole, con la festa ‘Pedala anche tu per accendere il blu’ (il colore simbolo dell’autismo). Dalle 14 sarà possibile offrire la propria pedalata sulle biciclette a disposizione. I mezzi saranno collegati ad accumulatori che immagazzineranno tutta l’energia prodotta nel corso della giornata e verso le 20 sarà utilizzata per illuminare di blu la murata di Castelgrande. La festa per l’accensione sarà condotta, a partire dalle 18, dalla presentatrice Julie Arlin, che accoglierà sul palco i rappresentanti delle istituzioni, personaggi dello spettacolo e dello sport, tutti invitati a pedalare. Durante la giornata si susseguiranno eventi di musica e appuntamenti rivolti ai più piccoli, con merenda offerta alle 16. A partire dalle 18.30 la Pro Risotto di Giubiasco offrirà a tutta la popolazione una risottata. L’intrattenimento musicale sarà offerto dalla Famiglia Vinci Band e le performance di danza curate da Asi in collaborazione con il Movimento artistico ticinese (Mat).

Più teorico sarà invece il tono della mattinata. Dalle 08.30 alle 12.30 nell’auditorium di BancaStato si terrà la conferenza ‘Autismo e apprendimento’, che intende approfondire l’integrazione scolastica in Ticino degli allievi autistici ed esporre le linee guida internazionali. Il dottor Gian Paolo Ramelli, capo Dipartimento pediatria dell’Eoc di Bellinzona, modererà l’incontro al quale interverranno Rezio Sisini, capoufficio Scuole comunali e Massimo Scarpa, capoufficio Pedagogia speciale. Partecipazione gratuita, ma l’iscrizione è obbligatoria scrivendo a centrodoc@fondazioneares.com (massimo 120 posti).

È previsto un ulteriore appuntamento sabato 9 aprile (ore 17) al Teatro Sociale con ‘Temple Grandin: il mondo ha bisogno di tutti i tipi di menti’, prodotto da Spazio Asperger Onlus e sostenuto dal Kiwanis Club Lugano. Verrà narrata la vita di Temple Grandin, una delle prime persone autistiche a raccontare il proprio disturbo. Seguirà un breve dibattito. Biglietti su www.ticketcorner.ch o all’Ufficio turistico di Bellinzona.

© Regiopress, All rights reserved