©Ti-Press/Carlo Reguzzi
Archivio
06.02.2017 - 17:070
Aggiornamento : 11.12.2017 - 18:17

Patto fra dieci sull'idroelettrico ticinese

Il primo passo concreto di una strategia voluta dal Dipartimento delle finanze e dell'economia. E il risultato è importante, perché impensabile sino a pochi anni fa. Nove aziende di distribuzione, sulle undici che operano nel nostro Cantone, hanno concluso un accordo con l’Azienda elettrica ticinese (Aet) per l’acquisto a lungo termine di energia idroelettrica prodotta dalle centrali ticinesi. Age Sa di Chiasso; le Aziende municipalizzate di Stabio; le Aziende industriali di Lugano (Ail); le Aziende municipalizzate di Bellinzona; la Società elettrica sopracenerina (Ses); l’Azienda elettrica comunale di Ascona; la Cooperativa elettrica di Faido; l’Azienda elettrica comunale di Airolo e l’Azienda
elettrica comunale di Bedretto, hanno siglato un accordo per l’acquisto a lungo termine di energia idroelettrica fornita da Aet, proveniente dalle centrali delle valli Leventina, Maggia, Blenio e Verzasca. Lo rende noto un comunicato di Aet. L’accordo prevede la fornitura – per un lungo periodo – di una quota di energia idroelettrica ad un prezzo direttamente legato ai costi
di produzione, che permetterà di coprire una parte del fabbisogno delle nove aziende di distribuzione già a partire da quest’anno. I distributori guadagnano in questo modo l’opportunità di stabilizzare le tariffe ai consumatori finali sul lungo periodo, garantendo nel contempo uno sbocco sicuro alla produzione idroelettrica cantonale.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved