Archivio
09.06.2016 - 06:200
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:10

'Sant'Anna, non si costruisce più'

Luce rossa al nuovo ampliamento alla clinica Sant’Anna di Sorengo, dove doveva sorgere il nuovo centro delle nascite più grande di tutto il Ticino, frutto di una collaborazione tra pubblico e privato, che però è stata bocciata in votazione lo scorso fine settimana. «È una grande occasione persa, ma troveremo altre forme di collaborazione con il pubblico», dice il padron della clinica luganese, Antoine Hubert. Il guru della sanità privata – che dirige il gruppo Swiss Medical Network, ossia sedici cliniche in Svizzera distribuite su dieci cantoni, tra cui Sant'Anna a Sorengo e Ars Medica a Gravesano – incassa il verdetto popolare in Ticino, lo analizza ma guarda avanti. «Restiamo in Ticino e continueremo a investire». Con lui analizziamo in un'intervista il voto e il futuro delle due...

© Regiopress, All rights reserved