laRegione
Nuovo abbonamento
Carlo Reguzzi
Archivio
19.11.2014 - 07:300
Aggiornamento : 15.12.2017 - 17:08

Il Medico cantonale sulle antenne per la telefonia mobile: 'La pericolosità non è stata scientificamente dimostrata'

«Dal punto di vista medico-scientifico non vi sono elementi che comprovino la necessità di una moratoria sulle antenne per la telefonia mobile o che impongano una riduzione delle dosi di radiazioni che emettono». A oggi non è infatti possibile dimostrare che tali impianti aumentano la probabilità di contrarre un tumore e, in ogni caso, risultano essere meno pericolosi di fumo, alcol e dell’utilizzo dei telefonini. È quanto sostiene il Medico cantonale Giorgio Merlani che, interpellato dalla ‘Regione’, si esprime su un tema al centro del dibattito pubblico e politico, quello sulle antenne per la telefonia mobile la cui presenza, dopo un cambiamento normativo intercorso un anno fa, sembrava destinata ad aumentare. Sembrava, perché nel frattempo oltre settemila cittadini si sono opposti,...

© Regiopress, All rights reserved