#MentreDormivate
Di mattina
le principali notizie
della notte

Refresh

Oggi, 07:252017-01-17 07:25:00
@laRegione

#MentreDormivate

Preso nella notte il killer di Istanbul | Trump: dollaro troppo forte, non possiamo competere con la Cina | Il presidente cinese oggi al Wef

Preso nella notte il killer di Istanbul

È stato arrestato il killer del nightclub 'Reina' a Istanbul. I media turchi hanno annunciato ieri sera la cattura dell’uzbeko Abdulkadir Masharipov, il principale sospettato per la strage della notte di Capodanno, arrestato mentre era con il figlioletto di 4 anni in una abitazione nel quartiere di Esenyurt, nella periferia della parte europea della metropoli turca. Assieme a lui sono stati fermati anche 5 sospetti, 2 uomini e 3 donn. Secondo la Cnn Turk si tratta di presunti affiliati all’Isis con passaporti di Kirghizistan, Somalia, Egitto e Senegal. Gli inquirenti hanno fatto sapere di ritenere che dietro l'attacco ci sia la mano di servizi segreti stranieri, senza tuttavia dare ulteriori dettagli.

 

Trump: dollaro troppo forte, non possiamo competere con la Cina

Il dollaro è "troppo forte" e lo yuan sta scendendo a picco. Lo afferma Donald Trump in un’intervista al Wall Street Journal, suggerendo che le recenti azioni di Pechino a sostegno della valuta cinese "sono solo per non farci arrabbiare". "Le nostre aziende non possono competere" con quelle cinesi perché la nostra valuta è troppo forte e questo ci sta uccidendo".

Il presidente cinese oggi al Wef

Prende avvio oggi la 47esima edizione del Forum economico di Davos: il discorso inaugurale sarà pronunciato dal presidente cinese Xi Jinping, dopo alcune parole di benvenuto della presidente della Confederazione Doris Leuthard. L’edizione 2017, malgrado l’assenza di numerosi leader mondiali, è contraddistinta da una partecipazione record di circa 3000 persone provenienti da 70 paesi, di cui un terzo in arrivo da nazioni non europee o nordamericane. Sono attese oltre 300 personalità pubbliche di alto rango e 40 dirigenti di organismi internazionali.

Ieri, 07:362017-01-16 07:36:00
@laRegione

#MentreDormivate

Aereo turco precipita su centro abitato in Kirghizistan, 35 morti | Trump: 'Accesso agli Usa: restrizioni anche per gli europei' | Scontro tra Germania e Italia sul dieselgate

Aereo turco precipita su centro abitato in Kirghizistan, 35 morti

Un aereo cargo di una compagnia turca partito da Hong Kong è precipitato in Kirghizistan nei pressi della capitale Biskek. Nell’incidente sono morte almeno 35 persone. Lo riferisce l’agenzia Nuova Cina sulla base di notizie diffuse dal governo del Kirghizistan e riprese dai media locali. Il velivolo si sarebbe schiantato su una zona densamente popolata.

Trump: 'Accesso agli Usa: restrizioni anche per gli europei' 

Provvedimenti per rafforzare i confini dell’America che porteranno a delle restrizioni sui viaggi negli Usa e che potrebbero riguardare anche i cittadini europei. Lo ha spiegato Donald Trump nella sua prima intervista a un media britannico, il Sunday Times. Il pacchetto di misure è già pronto e sarà il primo atto di Trump alla Casa Bianca, appena tre giorni dopo il suo insediamento venerdì prossimo.

Scontro tra Germania e Italia sul dieselgate

Non abbassa la guardia la Germania nella 'battaglia' sulle emissioni auto. Berlino soffia sul fuoco dell’indagine aperta negli States su Fca ed è scontro con l’Italia. Ad attaccare, ieri, è stato il ministro dei Trasporti tedesco Alexander Dobrindt. Per il ministro la Commissione Europea "deve garantire il richiamo" di alcuni modelli Fca. Senza fronzoli le risposte del ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e di quello dei Trasporti Graziano Delrio: ’"Berlino, se si occupa di Volkswagen non fa un soldo di danno", ha commentato il primo; "la richiesta di Berlino è totalmente irricevibile", gli ha fatto eco il secondo.

13.1.2017, 07:332017-01-13 07:33:00
@laRegione

#MentreDormivate

Prima nevicata in Ticino, oggi schiarite ma con raffiche da nord | Emissioni diesel truccate, nel mirino Usa c'è Fiat Chrysler | 'Il governo inglese autorizzò il passaggio del dossier su Trump all'Fbi'

Prima, vera, lieve nevicata in Ticino, oggi schiarite ma con raffiche di vento da nord

Neve fino in pianura durante la serata di ieri e le prime ore della notte. In totale si sono depositati a terra solo alcuni centimetri, giusto per marcare presenza. Si tratta comunque della prima nevicata dell'anno che tocca davvero anche i fondovalle a Sud delle Alpi. A Nord invece imperversava la bufera Egon, che non manca di suscitare preoccupazioni.

Oggi il limite delle nevicate in Ticino e nel Moesano rimarrà basso, fino in pianura. Tuttavia, soprattutto nella parte centrale e meridionale del Cantone, durante la giornata il tempo sarà in parte soleggiato e ventoso. Solo lungo le Alpi e in Engadina il cielo resterà nuvoloso con a tratti un po' di neve portata da nord. Le temperature massime si attesteranno a 8 gradi. In montagna vento forte da nord, in grado di scendere a raffiche dapprima nelle vallate superiori poi nel corso del pomeriggio anche in pianura. 

Emissioni diesel truccate, nel mirino Usa ora c'è Fiat Chrysler

L'Agenzia per la protezione ambientale Usa (Epa) ha notificato a Fiat Chrysler Automobiles (Fca)  violazioni delle norme sulle emissioni su circa 104.000 veicoli, in particolare Grand Cherokee e Dodge Ram. Le relative sanzioni potrebbero ammontare fino a 4,6 miliardi di dollari. Le autorità indagano per verificare se il software montato sulle vetture sia stato truccato.

Tonfo in Borsa a Wall Street, dove il titolo perde il 10,23%. Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, nega ogni illecito e ogni similitudine con il caso Volkswagen. "Abbiamo la coscienza pulita", dice, e precisa che colloqui con l’Epa sono in corso da un anno. Previsti incontri anche per oggi e lunedì.

'Il governo inglese ha autorizzato il passaggio del dossier su Trump all'Fbi'

Il dossier, che contiene accuse non verificate su ipotetiche ’armi di ricatto’ in mano a Mosca nei confronti di Trump era già da tempo nelle mani dell’Fbi che, stando alle fonti citate dal britannico Telegraph, avrebbe ricevuto mesi fa da funzionari governativi di Londra "il permesso" di mettersi in contatto con il suo autore, Christpher Steele: un veterano dello spionaggio che fonti d’intelligence citate dalla stampa britannica insistono a presentare come un professionista rispettato e che risulta aver investigato per mesi dopo essere stato assoldato 'privatamente' da avversari politici di Trump al fine di trovare materiale per screditarlo.

12.1.2017, 07:352017-01-12 07:35:00
@laRegione

#MentreDormivate

Cyberspionaggio in Italia: sugli account di Renzi, Monti e Draghi solo tentativi di accesso | Trump: 'Muro col Messico'. I messicani: 'Non paghiamo' | Portaerei cinese vicino a Taiwan, tensione tra Pechino...

Cyberspionaggio in Italia: sugli account di Renzi, Monti e Draghi solo tentativi di accesso

Respingono le accuse e capovolgono il quadro accusatorio i fratelli Giulio e Francesca Maria Occhionero accusati di cyberspionaggio dalla Procura di Roma. I due negano di aver mai rubato dati né svolto attività di spionaggio. «Gli indirizzi mail sono pubblici e alla portata di tutti – hanno detto al giudice – e non c’è alcuna prova di sottrazione di dati da parte nostra». Intanto, chi indaga afferma che ci sarebbe stato solo un tentativo di accesso non riuscito alle email di Renzi, Monti e Draghi. Si scava ancora nei sospetti rapporti con la P4.

Trump insiste: 'Muro col Messico'. I messicani rispondono: 'Nessuna intenzione di pagare'

Dopo le scintille con i servizi di intelligence Usa sui rapporti con la Russia, Donald Trump entra in rotta di collisione con il Messico. «Costruiremo il muro» e »il Messico ci rimborserà», aveva detto nel pomeriggio. Dopo qualche ora la ferma risposta del governo messicano: «Non ne abbiamo assolutamente intenzione».

Portaerei cinese vicino a Taiwan, si alza la tensione tra Pechino e Washington

La Cina ha confermato il passaggio della sua unica – almeno per ora – portaerei (la Liaoning) nello stretto di Taiwan, in quella che è sembrata come un’azione intimidatoria e di forza verso l’isola "ribelle", facendo salire le tensione tra Pechino e Washington, a una settimana circa dalla cerimonia di insediamento alla Casa Bianca del presidente eletto Donald Trump.

11.1.2017, 07:292017-01-11 07:29:03
@laRegione

#MentreDormivate

Obama nell'ultimo discorso da presidente: 'Non diventiamo come Russia o Cina' | Tegola su Trump: 'Mosca ha materiale per ricattarlo' | Condanna a morte per il killer di Charleston, la prima per odio...

Obama nell'ultimo discorso da presidente: 'Non diventiamo come Russia o Cina'

«Rivali come la Russia e la Cina non possono eguagliare la nostra influenza nel mondo. A meno che non siamo noi a mollare quello in cui crediamo e ci trasformiamo in un altro grande Paese che fa il prepotente con i vicini più piccoli». È l’affondo di Barack Obama verso Mosca e Pechino durante il suo discorso di addio tenuto a Chicago davanti a 20mila persone. Un discorso (dettagli) in cui Obama ha richiamato ai valori che fondano gli Stati Uniti, ma ha pure rivendicato i successi dei suoi otto anni alla Casa Bianca: «L’eccezionalità dell’America è nel cambiamento. E noi il cambiamento lo abbiamo fatto. Oggi l’America è un Paese migliore», ha detto, citando in particolare la legalizzazione delle nozze gay e il salvataggio dell’industria dell’auto.

Tegola su Trump: 'Mosca ha materiale per ricattarlo'

Sulla imminente presidenza di Donald Trump potrebbero pesare alcune informazioni personali e finanziarie sul tycoon in mano alla Russia, che avrebbero così materiale utile a ricattare il futuro inquilino della Casa Bianca. Lo indicano sono diversi media americani citando fonti ufficiali anonime. La prospettiva sarebbe stata illustrata a Obama e Trump la scorsa settimana dai vertici delle agenzie di sicurezza statunitensi.

Condanna a morte per il killer di Charleston, la prima per odio razziale

Dylann Roof, il 22enne bianco autore del massacro nella chiesa della comunità afroamericana a Charleston, in South Carolina, dove aprì il fuoco il 17 giugno 2015 uccidendo 9 persone, è stato condannato a morte. È la prima condanna federale alla massima pena per odio razziale. Davanti ai giudici ha insistito sul movente – voleva ripristinare la segregazione o innescare una guerra razziale, aveva detto all'Fbi – contestato senza esprimere pentimento e respingendo ogni ipotesi di infermità mentale.

Il giornale digitale, con te già dalle prime ore del mattino

Scopri tutte le funzionalità de laRegione in digitale. Visita la versione Web oppure scarica l'app per il tuo dispositivo.
10.1.2017, 07:382017-01-10 07:38:48
@laRegione

#MentreDormivate

Trump nomina il genero alla Casa Bianca e sfida la legge sul nepotismo | La neve blocca migliaia di persone all'aeroporto di Istanbul | Venezuela, il parlamento tenta di destituire Maduro

Trump nomina il genero alla Casa Bianca e sfida la legge sul nepotismo

Sfidando la legge contro il nepotismo e i rischi di ulteriori conflitti di interesse, Donald Trump porta alla Casa Bianca un membro della famiglia, nominando il genero Jared Kushner consigliere senior con competenze sugli accordi commerciali e sul Medio Oriente. Lo ha annunciato il transition team. Nessun incarico invece per la figlia prediletta Ivanka, che si occuperà dei figli a scuola. In vista della nomina, Kushner si dimetterà dalla posizione di Ceo in molte sue società e da editore del New York Observer, liberandosi anche di un ’’significativo numero di asset’’, tra cui Thrive capital, 666Fifth avenue e vari investimenti all’estero. Manterrà alcuni non meglio interessi finanziari ma si asterrà in questioni che potrebbero avere effetto diretto su di essi: una promessa che non offre molte garanzie.

Bloccati all'aeroporto di Istanbul

Migliaia di passeggeri sono rimasti bloccati all’aeroporto di Istanbul a causa della neve e delle difficoltà nel ripristinare le condizioni per poter far decollare gli aerei. Lunghe code agli sportelli, soprattutto della compagnia di bandiera Turkish Airlines; persone un po' ovunque in attesa di poter partire o, semplicemente, di capire cosa fare. Un danno d'immagine importante per uno scalo e per una compagnia aerea che negli ultimi anni è cresciuta molto.

Venezuela, il parlamento tenta di destituire Maduro

L’Assemblea Nazionale venezuelana, in mano all’opposizione, ha dichiarato oggi che il presidente Nicolas Maduro si trova in situazione di "abbandono di pubblico ufficio", e chiede una "uscita elettorale dalla crisi".

L’iniziativa è però già stata dichiarata incostituzionale dal Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj), controllato dal chavismo.

Il Parlamento unicamerale ha adottato la dichiarazione con 106 voti a favore – su un totale di 167 seggi – per denunciare la responsabilità politica di Maduro non solo per la grave crisi socioeconomica che attraversa il paese, ma anche per la rottura dell’ordine costituzionale, visto che governa senza tenere conto del potere legislativo.

Secondo la Costituzione venezuelana, il Parlamento può dichiarare la "responsabilità politica" del capo dello Stato, per forzare l’indizione di nuove elezioni in un termine massimo di 30 giorni, ma il Tsj ritiene che ogni atto del parlamento, da quando l’opposizione ne controlla la maggioranza, è privo di valore legale, a causa delle denunce di brogli presentate dal chavismo contro l’elezione di tre deputati.

 

Pucci in "In...tolleranza zero"

Partecipa al nostro concorso e vinci 2 biglietti per lo spettacolo in programma il 14 gennaio alle ore 20.30 al Cinema Teatro di Chiasso. Invia un Sms al numero 434 con parola chiave LR PUCCI.
9.1.2017, 07:392017-01-09 07:39:00
@laRegione

#MentreDormivate

'La La Land' da record ai Golden Globes, nulla da fare per l'elvetico 'Ma vie de Courgette' | Elezioni francesi, Valls dato perdente alle primarie | Stallo diplomatico tra Tokyo-Seoul sulle 'donne di...

'La La Land' da record ai Golden Globes, nulla da fare per l'elvetico 'Ma vie de Courgette'

La La Land’ si conferma essere il film dell’anno. Ai Golden Globes ha vinto tutto quello che poteva vincere. Sette candidature aveva e sette premi ha portato a casa: migliore film brillante, migliori attori protagonisti, Emma Stone e Ryan Gosling, migliore sceneggiatore e miglior regista, il giovane Damien Chazelle, migliore colonna sonora e migliore canzone, City of Stars. Ha battuto ogni record: è il film che ha vinto più premi nella storia dei Golden Globes.

Niente da fare invece per il film d'animazione svizzero "Ma vie de Courgette" del regista Claude Barras. Il premio della categoria è indatti andato a "Zootopie" della Disney. "Ma vie de Courgette" era l'unico film d'animazione straniero in gara ed è anche il primo film svizzero a entrare in concorso da più di settant'anni. Di grande successo in Svizzera, ha già ricevuto 17 premi internazionali.

Elezioni francesi, Valls dato perdente alle primarie della sinistra

L’ex premier Manuel Valls ampiamente in testa al primo turno delle primarie socialiste, ma poi battuto al ballottaggio dall’ex ministro dell’economia Arnaud Montebourg in vista delle presidenziali francesi di aprile/maggio. Lo prevede un sondaggio Kantar Sofres OnePoint pubblicato dalla rete allnews Lci, a due settimane dalle primarie. Valls otterrebbe il 36% dei voti al primo turno davanti a Montebourg (23%). Al ballottaggio l’ex ministro dell’economia batterebbe l’ex premier di ben 6 punti, 53 contro 47%. Già un primo sondaggio, ieri, del Journal du Dimanche, dava Montebourg davanti a Valls al secondo turno delle primarie, 52 contro 48%.

Stallo diplomatico tra Tokyo e Seoul sulle 'donne di conforto'

Rientrerà oggi in Giappone l'ambasciatore nipponico a Seul. Yasumasa Nagamine rimarrà in patria verosimilmente una settimana. Il gesto diplomatico è stato deciso dopo l'esplosione del caso innescato dalla posa di una statua che evoca la delicata vicenda delle 'donne di conforto', ovvero circa 200 mila giovani – secondo le stime – prevalentemente coreane, ma anche cinesi, filippine e indonesiane, che le truppe giapponesi impiegavano per intrattenere le proprie forze militari al fronte, prima e durante la Seconda guerra mondiale. Statua installata davanti al consolato di Busan.

5.1.2017, 07:412017-01-05 07:41:00
@laRegione

#MentreDormivate

L'assassino di Charleston: 'Non mi pento. Nulla di sbagliato in me' | Usa: 'Dietro le informazioni passate Wikileaks c'è Mosca' | Berlino, fermato 26enne che cenò con l'attentatore

Il giovane assassino di Charleston: 'Non mi pento. Nulla di sbagliato in me'

"Vorrei che fosse assolutamente chiaro: non mi pento di quello che ho fatto. Non c’è nulla di psicologicamente sbagliato in me". Sono le parole di Dylann Roof, il 22enne autore del massacro nella Mother Emanuel African Methodist Church, chiesa storico punto di riferimento della comunità afroamericana a Charleston in South Carolina dove Roof aprì il fuoco il 17 giugno 2015 uccidendo nove persone. Si apre così una nuova fase processuale sul caso del giovane, accusato di aver perpetrato il crimine a sfondo razziale e che rischia la pena di morte.

Usa: 'Dietro le informazioni passate Wikileaks c'è Mosca'

L’intelligence americana avrebbe ottenuto dopo le elezioni di novembre quelle che considera prove attendibili che la Russia abbia fornito a Wikileaks, attraverso una terza parte, materiale hackerato dal Democratic National Committee (Dnc). È quanto riferiscono tre fonti ufficiali Usa citate dalla Reuters sul suo sito web.

Già mesi prima le autorità americane avevano affermato con una certa sicurezza che vi fosse l’intelligence russa dietro le cyverintrusioni. Non vi erano però ancora prove sul fatto che Mosca avesse manovrato anche la diffusione di tali informazioni.

Il presidente eletto Donald Trump ha ad oggi ridimensionato tali indicazioni, così come la richiesta del presidente Barack Obama di condurre una inchiesta a riguardo.

Intanto Trump, secondo il Wall Street Journal, ha intenzione di ristrutturare l'intelligence americana, in particolare la Cia, che – stando sempre al Wsj – sarebbe rea di sminuire la sua vittoria sostenendo la tesi delle intrusioni di hacker russi.

Berlino, fermato 26enne che cenò con l'attentatore prima della strage

È stato fermato a Berlino un 26enne tunisino che ha cenato con Amri la sera prima dell’attacco. Il giovane avrebbe preso parte, o sarebbe comunque stato informato, della volontà di compiere l'attacco al mercatino di natale della capitale tedesca. Amri, consapevole di essere ripreso dopo la strage, fece il saluto a una telecamera. 

4.1.2017, 07:342017-01-04 07:34:00
@laRegione

#MentreDormivate

Il Congresso americano fa marcia indietro sull'indebolimento della commissione etica | Giappone, Usa e Corea del Sud varano nuove sanzioni contro Pyongyang | Figi, rientrato l'allarme tsunami

Il Congresso americano fa marcia indietro sull'indebolimento della commissione etica

I deputati repubblicani alla Camera statunitense hanno fatto marcia indietro, abbandonando improvvisamente il progetto di ridimensionare l’ufficio indipendente sull’etica di governo, come invece avevano proposto a sorpresa poche ore prima che si insediasse il nuovo Congresso eletto lo scorso 8 novembre. La decisione è stata presa dopo l’intervento del presidente eletto, Donald Trump, che su twitter aveva criticato la mossa. "Con tutto quello che il Congresso ha da fare, davvero la priorità numero uno deve essere messa sull'indebolimento della Commissione indipendente di etica, per quanto (questa) possa essere sbilanciata? Si concentrino su tasse, salute e molte altre cose di maggiore importanza!", ha scritto il tycoon.

https://twitter.com/realDonaldTrump/status/816298944456232960 

Intanto Trump ha annunciato una conferenza stampa generale per l'11 gennaio.

Giappone, Usa e Corea del Sud varano nuove sanzioni contro Pyongyang

I delegati per il nucleare di Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud si sono accordati per l’implemento di nuove sanzioni contro la Corea del Nord, compreso un tetto alle esportazioni di carbone del Paese. Lo riportano i media internazionali. Dopo un incontro a Seul, gli inviati hanno spiegato che i loro paesi hanno inoltre concordato di mantenere un sistema di condivisione delle informazioni h24 per monitorare come le sanzioni stiano funzionando.

Figi, rientrato l'allarme tsunami

Un terremoto di magnitudo 6,9 è stato registrato al largo delle isole Figi alle 10:52 ora locale (le 22:52 di ieri in Svizzera). Subito è scattata l’allerta tsunami, poi rientrata. Secondo i dati raccolti dall’Istituto nazionale italiano di geofisica e vulcanologia (Ingv) e dall’agenzia sismologia statunitense Usgs, la scossa ha avuto ipocentro a 19 km di profondità ed epicentro 222 km a sudovest della città di Nadi. Al momento non si hanno notizie di eventuali danni a persone o cose.

3.1.2017, 07:422017-01-03 07:42:00
@laRegione

#MentreDormivate

Istanbul, diffuso il video-selfie dell'attentatore di capodanno | Trump: 'La Corea del Nord non avrà armi nucleari capaci di raggiungere gli Usa | Giovane afghano si dà fuoco in Germania

Istanbul, diffuso il video-selfie dell'attentatore di capodanno

I media turchi - fra cui il Daily Sabah - hanno diffuso un video-selfie del presunto attentatore di Istanbul, girato nel centro della capitale turca. Il giovane, di 25 anni, è ancora in fuga, ricercato in tutto il paese.

https://twitter.com/ragipsoylu/status/816022956002471937 

Nel selfie, che dura una quarantina di secondi, si vede l'uomo, con indosso lo stesso giubbotto scuro immortalato dalle telecamere di sicurezza la notte di Capodanno, che cammina per la strada, a quanto pare dalle parti di Piazza Taksim, di giorno, in mezzo ad un via vai di persone. Guarda sempre fisso in camera, con un'espressione seria e minacciosa, a parte un momento in cui abbozza un sorriso.

Trump: 'La Corea del Nord non avrà armi nucleari capaci di raggiungere gli Usa

Primo monito del presidente eletto a Pyongyang. Donald Trump parla ormai per tweet: "La Corea del nord ha appena dichiarato che è nella fase finale della realizzazione di un’arma nucleare capace di raggiungere parti degli Usa. Questo non accadra’", ha scritto Trump sul social network.

https://twitter.com/realDonaldTrump/status/816057920223846400 

Giovane afghano si dà fuoco in Germania

Un giovane afghano di 19 anni in attesa di visto si è dato fuoco ieri in Germania vicino ad un supermercato di Gaimersheim, in Baviera, ed ora è ricoverato con gravi ustioni in ospedale. Lo riferisce Tolo Tv di Kabul. Funzionari locali hanno indicato che il giovane, di cui non è stata resa nota l’identità, ha acquistato benzina ad un distributore e quindi si è recato verso il supermercato. Qui si è rapidamente cosparso il corpo con il carburante appiccando il fuoco.

2.1.2017, 07:232017-01-02 07:23:02
@laRegione

#MentreDormivate

Nessuna rivendicazione per l'attentato a Istanbul | New York inaugura una linea della metro progettata nel 1920 | India, sacerdote accusato di molestie su un giovane

Nessuna rivendicazione per l'attentato a Istanbul

Non c'è ancora una rivendicazione per strage avvenuta a capodanno nella discoteca 'Reina' di Istanbul. I sospetti sono indirizzati sull’Isis.  Intanto prosegue la gigantesca caccia all’uomo in tutta la Turchia alla ricerca dell'attentatore. Per scovarlo sono stati mobilitati almeno 17mila agenti. Il bilancio è di almeno 39 morti e una settantina di feriti, soprattutto stranieri.

New York inaugura una linea della metro progettata nel 1920

È stata inaugurata nel giorno di Capodanno la più ambiziosa espansione della metro di New York degli ultimi 50 anni, con l’estensione della Second Avenue per circa due miglia e l’apertura di tre stazioni sulla 72nd, 86th e 96th street, a Manhattan. Di fatto si tratta di un supplemento alla Q line, che ora collega il quartiere chic dell’Upper east side a Coney Island, a Brooklyn.

India, sacerdote accusato di molestie su un giovane

Un sacerdote di 65 anni indiano appartenente ad una imprecisata confessione religiosa è stato arrestato dalla polizia nello Stato meridionale di Kerala con l’accusa di molestie sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni. Imputazione che l'interessato ha respinto. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Ani. Il religioso, direttore di un collegio vicino a Moovattupuzha, è stato accusato di molestie della madre del bambino.

30.12.2016, 07:232016-12-30 07:23:00
@laRegione

#MentreDormivate

Usa-Russia come ai tempi della Guerra Fredda: Obama espelle diplomatici, Putin risponde | Siria, tregua subito violata | India, tragedia in miniera: decine di persone intrappolate sotto terra

Usa-Russia come ai tempi della Guerra Fredda: Obama espelle diplomatici, Putin risponde

Dopo i presunti hackeraggi russi sul voto Usa (che Mosca smentisce), Obama ha espulso 35 persone definite "agenti dell’intelligence" di Mosca. Tra i destinatari delle sanzioni Usa per gli hackeraggi, il Tesoro inserirà anche due cittadini russi, Evgeniy Bogachev e Aleksey Belan, entrambi ritenuti noti cyber criminali responsabili di intrusioni nel sistema finanziario internazionale, anche ai danni di compagnie americane. La Casa Bianca afferma di temere ora interferenze russe anche sulle elezioni in Europa. Trump intanto, afferma di voler incontrare l’intelligence russa e liquida la faccenda invitando a passare a "cose migliori e più grandi".

Intanto la Russia non resta in silenzio. Il Cremlino promette "misure di ritorsione", il ministero degli esteri ammonisce che le nuove sanzioni sono controproduttive e danneggeranno la ripresa delle relazioni bilaterali. E la prima ritorsione è la chiusura da parte delle autorità russe della scuola anglo-americana di Mosca (frequentata anche da bambini del personale d’ambasciata britannico e canadese, ma anche da ragazzi di altre nazionalità), ha riferito la Cnn citando un dirigente Usa. Chiuso anche l’accesso alla residenza di vacanza dell’ambasciata Usa a Serebryany Bor, vicino Mosca.

Siria, tregua subito violata 

Scontri in Siria poco più di due ore dopo l’entrata in vigore del cessate il fuoco vengono segnalati dall’Osservatorio siriano per i diritti umani (Sohr), riportano i media internazionali. Secondo l’ufficio di monitoraggio, ribelli hanno violato la tregua e conquistato una posizione nella provincia di Hama. Un gruppo ribelle accusa invece il governo di bombardare aree dei villaggi di Atshan e Skeik nella provincia di Idlib, che confina con quella di Hama.

India, tragedia in miniera: decine di persone intrappolate sotto terra

Un improvviso crollo ha completamente ostruito ieri sera l’ingresso di una miniera nello Stato indiano di Jharkhand bloccando all’interno un numero imprecisato di persone, forse 40-50. Lo scrive oggi l’agenzia di stampa Ians. L’incidente è avvenuto a Lalmatia, nel distretto di Godda, dove si trova una miniera di carbone di proprietà della compagnia privata Eastern Coalfields Limited (Ecl). La polizia ha reso noto che le operazioni di soccorso sono cominciate soltanto all’alba, a causa della densa nebbia esistente nella zona e dell’assenza di energia elettrica. Secondo responsabili locali, i minatori erano impegnati negli scavi a circa 70 metri sotto terra.

29.12.2016, 07:262016-12-29 07:26:00
@laRegione

#MentreDormivate

Addio a Debbie Reynolds, attrice e mamma di Carrie Fisher | Roma, crolla una palazzina, muoiono madre e figlia | Giappone, dipendente si suicida per eccesso di lavoro, il capo si dimette

Addio a Debbie Reynolds, attrice e mamma di Carrie Fisher

Troppo dolore, troppo stress e Debbie Reynolds, la star di 'Singing in the rain' e madre della principessa Leila, Carrie Fisher, non ha retto la perdita della figlia e si è spenta ieri all'età di 84 anni. La notizia della morte di Debbie Reynolds è stata data dal figlio Todd Fisher. "Ora è con Carrie e noi abbiamo il cuore distrutto’’ ha aggiunto Fisher al Cedars-Sinai Medical Center, dove sua madre era stata trasportata in ambulanza ieri a causa, probabilmente, di un ictus che l'ha colpita durante l'organizzazione del funerale della figlia. 

Debbie Reynolds conquistò la celebrità con ’Cantando sotto la pioggia’, il musical divenuto film in cui appariva insieme a Gene Kelly e Donald O’Connor quando aveva solo 19 anni. Ma la sua fama è più legata a uno scandalo di Hollywood che alla sua performance sul piccolo schermo. Nel 1955 Reynolds sposò Eddie Fisher, e i loro migliori amici erano il produttore Mike Todd e sua moglie, Elizabeth Taylor. Nel 1958 Mike rimase vittima di un incidente aereo, ed Eddie Fisher e sua moglie Debbie scesero in campo in soccorso per consolare Elizabeth Taylor. Un’operazione di aiuto che rese Fisher e Taylor amanti, e che causò il divorzio con Reynolds. Un addio seguito poco dopo dalle nozze fra Elizabeth Taylor ed Eddie Fisher.

Roma, crolla una palazzina, muoiono madre e figlia 

È stata probabilmente una fuga di gas a far crollare una palazzina di due piani abitata da una famiglia ad Acilia, borgata alla periferia sud di Roma. Sotto le macerie sono morte madre e figlia di nove anni, Debora e Aurora, estratte in serata dopo nove ore di lavoro ininterrotto dei vigili del fuoco.  "È impossibile, Dio no!", l’urlo di disperazione dei parenti, assistiti da psicologi e personale della Croce Rossa. Il marito della donna e il figlio maggiore non erano in casa al momento dello scoppio, e al loro ritorno per lo choc sono stati assistiti dalla Croce Rossa.

Giappone, dipendente si suicida per eccesso di lavoro, il capo si dimette

Il presidente della maggiore agenzia pubblicitaria in Giappone, la Dentsu, rassegnerà le dimissioni in gennaio a seguito della morte di una ex dipendente, imputabile a un eccessivo carico di lavoro. Lo ha annunciato lo stesso dirigente, Tadashi Ishii, nel corso di una conferenza stampa, mentre prosegue l’inchiesta del ministero della Salute e del Welfare nipponico sulle operazioni della società, già coinvolta in passato in un caso analogo. "Siamo spiacenti di non essere stati in grado di prevenire un’abitudine a orari eccessivamente lunghi per i nostri dipendenti. Mi assumo tutta la responsabilità e offro le mie più sentite scuse", ha detto il presidente Ishii, che la scorsa domenica aveva chiesto di incontrare i familiari della vittima.

Il caso in esame riguarda la 24enne Matsuri Takahashi, assunta nell’aprile del 2015, e costretta a turni straordinari di lavoro in media di 100 ore mensili, conducendo la ragazza a togliersi la vita nel dicembre dello stesso anno. Una lunga campagna mediatica della madre ha portato alla luce una pratica diffusa tra i capi ufficio per mascherare gli orari eccessivamente lunghi dei dipendenti, e contrari allo statuto dei lavoratori. La Dentsu – inoltre – era stata coinvolta in un caso simile nel 1991, quando un altro dipendente si tolse la vita per un motivo imputabile agli orari di lavoro massacranti. Una prassi che nel Paese è riconosciuta con l’espressione ’karoshi’, letteralmente ’morte da eccesso di lavoro’. Secondo le statistiche del governo sono circa 2.000 le persone a togliersi la vita ogni anno in Giappone, per ragioni classificabili come ’karoshi’.

28.12.2016, 07:252016-12-28 07:25:00
@laRegione

#MentreDormivate

Incendi nella Svizzera italiana, il bosco brucia ancora tra Soazza e Mesocco | La Russia riconosce le prove del vasto programma pro doping | Abe e Obama a Pearl Harbor: la riconciliazione vince sulle ferite

Incendi nella Svizzera italiana, il bosco brucia ancora tra Soazza e Mesocco. Spente le fiamme a Vigana

L'incendio divampato ieri, attorno alle 18, nel bosco tra Mesocco e Soazza, non è stato ancora domato. L'autostrada A13, come segnala il Tcs, è ancora chiusa in entrambe le direzioni tra Mesocco-Sud e Lostallo. Prima della riapertura, ipotizzata per le dieci di questa mattina, le uscite sono comunque utilizzabili. In alternativa si possono percorrere la A2 e il passo del Lucomagno. Come riferisce il capo della Polizia cantonale della Mesolcina, William Kloter, ai microfoni Rsi, nonostante le operazioni senza sosta dei pompieri, l'incendio si è esteso vero Mesocco a causa del Favonio, non vi è comunque alcun pericolo per gli abitanti. 

Il rogo, divampato invece ieri sera a Vigana, frazione collinare di Camorino, sulle pendici del Monte Ceneri, è stato domato.  

La Russia riconosce le prove del vasto programma pro doping

Per la prima volta la Russia ha accettato le prove che dimostrano il piano pro doping eseguito da funzionari russi e che ha coinvolto migliaia di atleti in trenta discipline sportive. Per Mosca si è infatti trattato di "uno dei maggiori complotti nella storia dello sport", che non ha riguardato solo le Olimpiadi invernali di Sochi nel 2015 ma anche altre occasioni. Lo riporta il New York Times citando interviste con funzionari russi che, comunque, respingono l’idea che il programma di doping fosse sponsorizzato dallo Stato.

Abe e Obama a Pearl Harbor: la riconciliazione vince sulle ferite

Shinzo Abe e Barack Obama visitano l’Arizona Memorial di Pearl Harbor, coronando simbolicamente il crescere dei rapporti fra Stati Uniti e Giappone. Una visita ’’storica’’, cosi’ la definisce Obama, che mostra ’’il potere della riconciliazione’’ e dimostra come le ’’ferite di guerra possono cedere il passo all’amicizia’’. Abe presenta le sue ’’condoglianze sincere ed eterne’’ per le vittime di Pearl Harbor, teatro dell’attacco a sorpresa in cui 75 anni fa persero la vita 2.400 americani e che decreto’ l’entrata degli Stati Uniti nella Seconda Guerra Mondiale. 

27.12.2016, 07:202016-12-27 07:20:00
@laRegione

#MentreDormivate 

Italia, caccia a possibili complici dell'attentatore di Berlino | Pearl Harbor, storica visita del premier nipponico. Scuse non previste | È morta Vera Rubin, pioniera negli studi della materia oscura

L'attentatore di Berlino filmato a Lione. In Italia è aperta la caccia a possibili complici

Il 'fantasma' Anis Amri è arrivato in Italia dalla Francia apparentemente da solo. Che il tunisino non sia però un lupo solitario, ma sia stato supportato da una rete nella sua azione a Berlino appare sempre più evidente. E mentre proseguono gli accertamenti della Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali italiana (Digos), un’altra tappa della sua fuga dalla Germania verso Sesto San Giovanni (Milano) viene rivelata: la stazione di Lione, dove il tunisino ha comprato il biglietto per il treno che, via Chambery, l’ha portato a Torino.

In Tunisia, intanto, è stato arrestato il nipote, che sarebbe stato convinto dallo zio a raggiungerlo in Germania per arruolarsi in una cellula tedesca dell’Isis. La Procura di Milano potrebbe chiedere all’autorità giudiziaria tunisina notizie a riguardo. Le domande sono sempre le stesse: perché il killer è arrivato in Italia? Perché proprio a Sesto? Si sta quindi scavando nel suo passato da detenuto in diversi carceri siciliane, dove ha passato 4 anni, dal momento del suo sbarco a Lampedusa nel 2011. Si stanno passando al setaccio i nomi dei suoi compagni di cella (ne ha cambiati molti, visto anche che il soggetto era turbolento e veniva spostato di frequente) per capire se qualcuno risiede ora nell’area di Sesto. L’ipotesi è che l’uomo sia arrivato in Italia per procurarsi documenti falsi, che aveva già ottenuto in passato. Accertamenti e perquisizioni nelle prossime ore probabilmente interesseranno l’hinterland milanese, negli ambienti vicini al radicalismo islamico.

Pearl Harbor, oggi la storica visita del premier nipponico. Scuse non previste

Il premier giapponese Shinzo Abe, in visita alle isole Hawaii per commemorare le vittime dell’attacco a Pearl Harbor di 75 anni fa, ha depositato una corona di fiori al cimitero nazionale di Honolulu, dove sono sepolti 50.000 militari statunitensi caduti nei conflitti del Pacifico e della guerra del Vietnam.  Oggi storica visita di Abe a Pearl Harbour con Obama: è il primo premier nipponico a partecipare a una cerimonia pubblica in memoria delle vittime, ma non sono previste scuse. 

I due leader si incontreranno per l’ultimo bilaterale prima del termine del mandato dell’attuale inquilino della Casa Bianca e pronunceranno un messaggio collettivo sull’impegno a non ripetere le atrocità della guerra. L’attacco giapponese a Pearl Harbour, in cui persero la vita 2.400 americani, avvenne il 7 dicembre 1941 e provocò l’ingresso nella Seconda guerra mondiale degli Stati Uniti.

È morta Vera Rubin, l'astronoma pioniera negli studi della materia oscura

Addio a Vera Rubin, l’astronoma pioniera negli studi sulle curve di rotazione delle galassie e della materia oscura. Rubin, 88 anni, è morta di cause naturali. Nel corso dei suoi studi, Rubin ha scoperto che le galassie non ruotavano nelle modalità previste, sostenendo la teoria che ci fossero altre forze al lavoro, ovvero la materia oscura, che rappresenta il 27% dell’universo.

I suoi successi in astronomia le hanno consentito di essere onorata con numerosi riconoscimenti, incluso l’essere la seconda astronoma donna a essere eletta alla National Academy of Sciences. Nonostante  i numerosi riconoscimenti, non vinse mai il Nobel per la Fisica