#MentreDormivate
Di mattina
le principali notizie
della notte

Refresh

28.4.2017, 07:202017-04-28 07:20:00
@laRegione

#MentreDormivate

Irruzione nel parlamento di Skopje, completato lo sgombero | Trema la terra tra Marche e Umbria | Droga sul darkweb, arresti in corso in tutta Italia

Irruzione nel parlamento di Skopje, completato lo sgombero

Centinaia di sostenitori del fronte conservatore ostili a un governo di coalizione fra socialdemocratici e partiti della minoranza albanese hanno fatto irruzione ieri sera all’interno del Parlamento di Skopje. Evacuati deputati e giornalisti, almeno 45 persone sono rimaste ferite negli scontri. Il presidente Ivanov ha convocato per oggi i partiti.

Trema la terra tra Marche e Umbria

Due scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 4 e 4,1 hanno riportato per mezz’ora la paura tra Marche e Umbria. Chiaramente avvertite dalla popolazione, non sembra tuttavia che abbiano provocato danni alle persone o alle cose. Le scosse, registrate dai sismografi dell’Ingv alle 23.16 e alle 23.19, hanno avuto come epicentro Visso, sui monti Sibillini in provincia di Macerata. Poco prima una scossa di magnitudo 3,5 era stata avvertita a Preci, in provincia di Perugia.

Droga sul darkweb, arresti in corso in tutta Italia

La Polizia sta eseguendo arresti e perquisizioni in 25 province nei confronti di soggetti che, a vario titolo, avrebbero gestito il traffico e lo spaccio di droga sul darkweb, la parte nascosta e anonima di internet dove si può trovare merce di ogni tipo. L’indagine, condotta dal Servizio centrale operativo e dalla squadra mobile di Lecco coordinati dalle procure di Lecco, Bergamo e Pisa, sono durate 15 mesi, con gli agenti che hanno operato sotto copertura, riuscendo così a monitorare molti degli arrestati. Tra loro c’era anche chi pubblicizzava la propria attività con dei video nei quali si vede la droga nascosta all’interno di oggetti di uso comune, come statuine o cellulari.

27.4.2017, 07:342017-04-27 07:34:00
@laRegione

#MentreDormivate

Lac, Giovanna Masoni esce di scena | Trump autorizza il Pentagono a inviare nuove truppe in Iraq e Siria | Venezuela, ancora due morti mentre cresce l'isolamento di Maduro

Lac, Giovanna Masoni esce di scena 

L'ex vicesindaca di Lugano Giovanna Masoni Brenni con una lettera al Municipio ha abbandonato l'idea di entrare nel Consiglio direttivo del Lac. «Non ci sono i presupposti» ha detto come riferisce il CdT. La sua candidatura, sostenuta dal Plr, era stata oggetto di numerose polemiche, senza raggiungere il consenso durante il Consiglio comunale dell'ottobre scorso.

Trump autorizza il Pentagono a inviare nuove truppe in Iraq e Siria

Il presidente americano Donald Tump ha dato al Pentagono l’autorità per determinare il numero di truppe Usa necessarie in Iraq e in Siria nell’ambito della lotta contro l’Isis, ripristinando così un meccanismo che era in vigore prima delle amministrazioni Bush e Obama. Sarà dunque il segretario alla difesa James Mattis a decidere se bisognerà inviare più soldati per sostenere le forze Usa già presenti in Iraq per appoggiare le forze locali impegnate nella riconquista di Mosul e in Siria per appoggiare i ribelli alleati impegnati nell’offensiva verso Raqqa.

Venezuela, ancora due morti mentre cresce l'isolamento di Maduro

Lo aveva minacciato e l'ha fatto: il Venezuela ha annunciato ieri sera la sua uscita dall’Organizzazione degli Stati americani (Osa), mentre nelle piazze del Paese proseguono le proteste antigovernative. Ieri ci sono stati altri due morti che hanno portato a 28 il bilancio degli scontri. A Washington si è riunito il Consiglio permanente dell’Osa per discutere un progetto di risoluzione attraverso il quale convocare un vertice dei ministri degli Esteri per fare il punto sulla crisi in Venezuela. 

26.4.2017, 07:212017-04-26 07:21:00
@laRegione

#MentreDormivate

Trump incassa il terzo stop per le leggi sull'immigrazione | Tra le proteste gli Usa installano i sistemi anti-missili in Corea del Sud | Il Venezuela minaccia di lasciare gli 'Stati americani'

Trump incassa il terzo stop per le leggi sull'immigrazione

Nuovo blocco giudiziario per le norme volute dal presidente americano Donald Trump: un giudice federale di San Francisco ha congelato temporaneamente un ordine della sua amministrazione per bloccare i fondi alle cosiddette città santuario, ossia quelle che offrono ospitalità e assistenza agli immigrati irregolari. Il ricorso era stato avanzato da due contee californiane, che temono di perdere miliardi di dollari. In precedenza i giudici hanno bloccato le due versioni del suo 'bando anti musulmani'. Il dipartimento di Giustizia ha già annunciato che lo stop non lo fermerà dall'applicare le nuove leggi sull'immigrzaione. (I dettagli)

Tra le proteste gli Usa installano i sistemi anti-missili in Corea del Sud

I militari americani hanno avviato in piena notte l’installazione dei sofisticati e avanzati sistemi antimissile Thaad col trasporto dei singoli pezzi a Seongju, nel Nord Gyeongsang, tra le proteste dei residenti. L’avvio delle operazioni, avvenuto a sorpresa, è maturato ad appena sei giorni dal via libera della Us Forces Korea alla messa in sicurezza del sito ottenuto dal governo di Seul e destinato a ospitare i sistemi voluti come deterrente verso le intemperanze della Corea del Nord. Sul sito, riferisce l’agenzia Yonhap, manca ancora il rapporto di impatto ambientale, richiesto dall’accordo bilaterale Status of Forces Agreement, che regola la presenza delle forze armate Usa in Corea del Sud. Gli Usa però avevano deciso di accelerare i piani e di rendere i Thaad funzionanti già prima delle elezioni presidenziali sudcoreane del 9 maggio. (I dettagli)

Il Venezuela minaccia di lasciare gli 'Stati americani'

Il ministro degli Esteri del Venezuela ha minacciato il ritiro dall’Osa, l’ Organizzazione degli Stati americani dopo che 16 Paesi aderenti hanno chiesto la convocazione urgente, per oggi stesso, di una sessione straordinaria del Consiglio permanente dell’organismo, per esaminare la situazione in Venezuela. Non si placano a Caracas le mobilitazioni di piazza contro la crisi, con un bilancio di almeno 25 morti. Il Vaticano potrebbe essere al centro di un nuovo sforzo internazionale di mediazione. 

25.4.2017, 07:222017-04-25 07:22:48
@laRegione

#MentreDormivate

Il congedo dal partito di Marine Le Pen: "Mi dedico alle presidenziali" | Sottomarino nucleare Usa in Corea del Sud | Pena di morte, sospesa la seconda esecuzione in Arkansa

Il congedo dal partito di Marine Le Pen: "Mi dedico alle presidenziali"

"Mi sospendo dalla presidenza del Front National. Da questo momento in poi sono soltanto la candidata alle presidenziali": lo ha annunciato ieri sera Marine Le Pen. Ma la strada è in salita: i sondaggi danno al 60% il centrista Macron, che ottiene anche l'endorsement di Hollande.

Sottomarino nucleare Usa in Corea del Sud

Resta alta la tensione tra Usa e Corea del Nord. Il sommergibile
nucleare americano Uss Michigan è arrivato oggi nel porto
sudcoreano di Busan, proprio nel giorno in cui Pyongyang
celebrerà l'85mo anniversario della costituzione dell'Esercito
popolare di Corea.

Pena di morte, sospesa la seconda esecuzione in Arkansas

L'Arkansas ha eseguito la prima di due condanne a morte programmate per ieri sera; un giudice federale ha sospeso temporaneamente la seconda dopo che l'avvocato del detenuto ha presentato un ricorso sostenendo che il primo prigioniero ha sofferto in seguito all'iniezione letale. Sofferenze che, a suo avviso, potrebbero essere provate anche dal suo assistito, per la sua obesità.

24.4.2017, 07:462017-04-24 07:46:00
@laRegione

#MentreDormivate

Elezioni francesi: vince Macron | 50 euro per Penelope nell'urna | Monito Usa alla Corea del nord: 'Evitate altre provocazioni'

Elezioni francesi: vince Macron

Vince Emmanuel Macron il primo turno delle elezioni presidenziali francesi. Il 7 maggio andrà al ballottaggio con Marine Le Pen arrivata seconda: a dividerli poco più di due punti percentuali (23.87 e 21.43 per cento). I dettagli nella nostra Storia in svolgimento 

50 euro per Penelope nell'urna

Un elettore di un distretto di Parigi ha infilato nell’urna una banconota da 50 euro, con sopra scritto a mano "per Penelope", un chiaro riferimento alla moglie di François Fillon, finita al centro di un clamoroso scandalo. Lo riferisce Bfmtv.

Monito Usa alla Corea del nord: 'Evitate altre provocazioni'

"Chiediamo alla Corea del Nord di astenersi da azioni provocatorie e da una retorica destabilizzante". E’ il nuovo monito che arriva dagli Stati Uniti, per bocca del portavoce del Pentagono Gary Ross. Il regime di Pyongyang "deve fare la scelta di rispettare i suoi obblighi internazionali e tornare a partecipare a seri negoziati", ha aggiunto Ross, ribadendo come "il programma nucleare nordcoreano rappresenta una chiara e grave minaccia per la sicurezza degli Stati Uniti".

21.4.2017, 07:532017-04-21 07:53:00
@laRegione

#MentreDormivate

Trump. 'L'Iran non è all'altezza dell'accordo sul nucleare' | Corea del Nord, massima allerta per i bombardieri cinesi | Attentato terroristico a Parigi, morto un poliziotto, tre feriti

Trump. 'L'Iran non è all'altezza dell'accordo sul nucleare'

«L’Iran non è all’altezza dello spirito di questo accordo». Così Donald Trump sull’accordo nucleare iraniano, nella conferenza stampa col premier italiano Paolo Gentiloni. «Penso che stiano facendo un terribile danno ad un accordo che hanno siglato», ha aggiunto. Trump non ha mai fatto mistero di ritenere l'accordo con l'Iran un errore. In campagna elettorale ne aveva più volte caldeggiato lo stralcio.

Corea del Nord, massima allerta per i bombardieri cinesi

I bombardieri cinesi sono in un livello di allerta più alto dopo che media governativi
nordcoreani hanno minacciato gli Stati Uniti di un "attacco preventivo potentissimo". Lo sostiene la Cnn, citando dirigenti Usa anonimi. Nella conferenza stampa congiunta con il premier Paolo Gentiloni, il presidente americano Donald Trump si era detto assolutamente fiducioso negli sforzi del presidente cinese Xi Jinping per disinnescare la crisi e aveva evocato "alcune mosse molto insolite successe nelle ultime due, tre ore".

Attentato terroristico a Parigi, morto un poliziotto, tre feriti

Il terrorismo irrompe nelle elezioni francesi: ieri sera un 39enne armato di kalashnikov ha sparato sugli Champs-Elysees a Parigi uccidendo un poliziotto e ferendone altri due, prima di venire abbattuto. Le Pen e Fillon annullano gli impegni elettorali previsti per oggi, Hollande ha annullato la sua visita in Bretagna e convoca per stamattina il Consiglio di difesa. (I dettagli nella nostra storia in svolgimento)

20.4.2017, 07:322017-04-20 07:32:00
@laRegione

#MentreDormivate

Altro incendio in Ticino: in fiamme i boschi della Capriasca | Brucia la Baustoffe Ag di Trimmis, nei pressi di Coira | Venezuela: scontri manifestanti-polizia, almeno 3 morti

Altro incendio in Ticino: in fiamme i boschi della Capriasca

Fiamme questa notte in Capriasca. Verso le 22 un incendio si è sviluppato in territorio di Corticiasca, non lontano dalla capanna del Monte Bar. Il rigo è stato attaccato dai pompieri della Capriasca e di Lugano che sono riusciti a portarlo sotto controllo. (Dettagli)

Brucia la Baustoffe Ag di Trimmis, nei pressi di Coira

Fiamme poco dopo la mezzanotte negli stabilimenti della Baustoffe Ag a Trimmis, località vicino a Coira.  Le fiamme sono state riportate sotto controllo dai pompieri di Coira , Calanda e Landquart, intervenuti in forze anche perché la ditta grigionese tratta prodotti chimici. Per evitare rischi, la corsia sud della A13 è stata chiusa al traffico fino alle 4. Danni sono segnalati nei settori di produzione e amministrativi dell'azienda.

Venezuela: scontri manifestanti-polizia, almeno 3 morti

Si macchia nuovamente di sangue l’ondata di proteste che in questi giorni attraversa le principali città venezuelane. A Caracas e altrove, truppe della Guardia Nazionale e gruppi armati filogovernativi hanno aggredito i manifestanti, che contestano l’autoritarismo del presidente Nicolás Maduro e chiedono nuove elezioni. Lacrimogeni e pallottole hanno ostacolato la marcia di migliaia di manifestanti. Il bilancio è di almeno tre morti, fra i quali un minorenne ucciso dalle forze filogovernative durante una sparatoria, una studentessa universitaria e un militare.

Sale dunque a sette il numero delle vittime dall’inizio delle proteste, mentre sono almeno quattrocento le persone arrestate. A scatenare gli scontri il tentativo da parte della Corte Suprema, lo scorso marzo, di sciogliere la legislatura controllata dall’opposizione. Nonostante la Corte sia poi dovuta ritornare sui suoi passi, il clima di intimidazione politica nei confronti degli avversari di Maduro si sta facendo sempre più aspro, come confermano numerosi osservatori e Ong.  

19.4.2017, 08:092017-04-19 08:09:52
@laRegione

#MentreDormivate

Gordola, riprendono vigore le fiamme | Egitto, attentato a un posto di blocco. L'Isis rivendica | Sparatoria in California: 'Non è terrorismo'

Gordola, riprendono vigore le fiamme 

Hanno ripreso vigore nella notte le fiamme nei boschi di Gordola. Tanto che stamattina la polizia, pur non ravvisando pericoli imminenti per le persone, ha invitato la popolazione del comune a tenere le finestre chiuse a causa del denso fumo. Le operazioni di spegnimento con gli elicotteri sono riprese nella prima mattinata dopo essere state interrotte alle 21 a causa del buio.

L’incendio si è sviluppatoieri attorno alle 16.15 in zona Monti Sassalto. (I dettagli)

Egitto, attentato a un posto di blocco. L'Isis rivendica

L’Isis ha rivendicato l’attacco di ieri sera a un posto di blocco sulla strada che porta al monastero greco ortodosso di Santa Caterina, nel sud del Sinai in Egitto: un agente è morto e altri 4 sono rimasti feriti. (I dettagli)

Sparatoria in California: 'Non è terrorismo'

Avrebbe delle motivazioni razziali e non terroristiche la sparatoria che a Fresno, in California, ha provocato tre morti. Lo ha affermato la polizia statunitense. Il killer, un afroamericano di 39 anni, aveva pubblicato sul proprio profilo Facebook dei post in cui esprimeva odio verso i bianchi; le tre vittime sono tutte bianche.

L'assassino era già ricercato per l'uccisione di una guardia di sicurezza di un motel.

18.4.2017, 07:452017-04-18 07:45:00
@laRegione

#MentreDormivate

Cheda si autodenuncia per usura | Surfista 17enne uccisa da uno squalo in Australia | Trump si congratula con il presidente Erdogan

Cheda si autodenuncia per usura

Aperta un'inchiesta dalla Magistratura contro il fondatore della scuola di giornalismo di Bellinzona Matteo Cheda per i reati di usura e concorrenza sleale. In seguito a una segnalazione ricevuta dal sindacato Ocst, Cheda, si sarebbe autodenunciato alla Procura per "caporalato" che secondo la legge svizzera corrisponde appunto ai reati di usura e concorrenza sleale. L'inchiesta è condotta dalla procuratrice Raffaella Rigamonti. A rivelare la notizia ai media è lo stesso Cheda. I dettagli 

Surfista 17enne uccisa da uno squalo in Australia

Sotto gli occhi della madre e delle due sorelline, una surfista di 17 anni è stata attaccata ieri pomeriggio da uno squalo presso una popolare spiaggia vicino a Esperance in Australia Occidentale, 700 km a sud di Perth. Portata a riva dal padre che surfava con lei, è stata subito soccorsa dai paramedici e ricoverata in condizioni critiche in ospedale, dove è morta poco dopo. La spiaggia di Wylie Bay è stata chiusa e le acque sono pattugliate alla ricerca dello squalo. 

Trump si congratula con il presidente Erdogan

Donald Trump ha parlato ieri sera con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan congratulandosi per la sua vittoria nel referendum e discutere la risposta americana all’uso di armi chimiche da parte di Assad. Lo rende noto la Casa Bianca. Il presidente Usa ha ringraziato Erdogan per il sostegno all’azione militare e i due leader hanno ’’concordato sull’importanza di ritenere responsabile Assad’’. I due hanno discusso anche la campagna anti Isis e la necessità di cooperare contro tutti i gruppi che usano il terrorismo per raggiungere i loro fini.

13.4.2017, 07:322017-04-13 07:32:00
@laRegione

#MentreDormivate

Combattenti verso la Siria: una decina dal Ticino? | Attacco con il gas in Siria: 'Comunicazioni intercettate' | Bagarre fra il pubblico alla Scala di Milano

Combattenti verso la Siria: una decina dal Ticino?

Una decina di 'foreign fighters' sarebbero partiti dal Ticino a partire dal 2012. Lo riferisce 'Ticinonews', citando una fonte. "Su cinque di loro siamo assolutamente sicuri. Il totale è di circa 10 persone che si sono radicalizzate e sono partite improvvisamente per la Siria. Di alcuni siamo riusciti a ricostruire gli spostamenti. E in Ticino era attivo almeno un altro reclutatore, ora in prigione". Un altro reclutatore che si aggiungerebbe a quello già in carcere, arrestato dalla Procura federale nell'ambito della vicenda 'Argo 1', la ditta di sorveglianza attiva al centro per richiedenti l'asilo di Camorino.

Attacco con il gas in Siria: 'Comunicazioni intercettate'

Militari e intelligence Usa hanno intercettato comunicazioni di militari siriani ed esperti
circa la preparazione per l'attacco con armi chimiche compiuto a Idlib la scorsa settimana. Lo ha riferito una fonte ufficiale americana alla Cnn. Le intercettazioni erano parte del materiale di intelligence visionato nelle ore successive allo stesso attacco allo scopo di stabilirne la responsabilità. La stessa fonte ha sottolineato che gli Usa non erano al corrente in anticipo del raid.

Bagarre fra il pubblico alla Scala di Milano

“Depresso! Sei un depresso!”. “Statevene a casa!”, “Smettetela”. E’ finita in bagarre tra il pubblico ieri sera alla Scala al termine della prima della 'Gazza Ladra’ di Gioacchino Rossini, riproposta nella sala del Piermarini dopo 176 anni dall’ultima rappresentazione, con la firma di Gabriele Salvatores e la bacchetta di Riccardo Chailly. Un paio di spettatori del loggione hanno cominciato all’inizio dello spettacolo a far sentire sonorissimi “buuuu!”. Qualcuno ha pensato che non gradissero la messinscena di Salvatores che già si erano esplicitate durante l’ouverture.

Ma alla fine si è capito che ad essere loro sgradita era stata l’interpretazione che dell’ouverture aveva dato il maestro Chailly. Il resto del pubblico ha invece gradito lo spettacolo e la chiave di lettura di Salvatores, oltre che le voci e l’orchestra. Tanto che alle contestazioni ha sempre reagito rafforzando gli applausi. Ma alla fine, dopo che la compagnia di canto era stata chiamata al proscenio più volte, da un paio di palchi e dalla platea sono partite grida di censura per i contestatori: “Basta!”, “Non se ne può più”, “Statevene a casa!”.

12.4.2017, 07:342017-04-12 07:34:00
@laRegione

#MentreDormivate

Riprendono le operazioni di spegnimento in Leventina | Corea del Nord, Trump avvisa Kim via Xi | Venezuela, Maduro contestato

Riprendono le operazioni di spegnimento in Leventina

Ricominciate le operazioni di spegnimento dell'incendio scoppiato sopra Polmengo e Mairengo. Sono una cinquantina i pompieri mobilitati. Leggi la storia in svolgimento.

Corea del Nord, Trump avvisa Kim via Xi

Telefonata tra il presidente statunitense e il suo omologo cinese Xi Jimping sulla questione nordcoreana. Sottolineata la necessità di una soluzione pacifica. In caso contrario Trump ha lasciato intendere di voler risolvere a modo suo la pendenza con Kim Jong Un che risponde: “Siamo pronti a reagire”.

Venezuela, Maduro contestato

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro è stato fortemente contestato da una folla che gli ha lanciato addosso palle di carte e altri oggetti mentre partecipava ieri sera ad una cerimonia ufficiale a San Felix, nello stato orientale di Bolivar. Appena tornato in Venezuela dall’Avana, dove aveva partecipato a un vertice dell’Alleanza bolivariana per le americhe (Alba), Maduro si è recato a San Felix per le celebrazioni del bicentenario di una battaglia cruciale per l’indipendenza del paese latinoamericano.

11.4.2017, 07:372017-04-11 07:37:29
@laRegione

#MentreDormivate

Uomo gravemente ustionato a Chiasso | Identificato il presunto sparatore della scuola a San Bernardino (California) | Grave incendio in un campo rifugiati francese

Uomo gravemente ustionato a Chiasso 

Un incendio scoppiato stanotte in un appartamento in via Odescalchi ha provocato il ferimento di un uomo, che è stato trasferito in gravi condizioni al centro grandi ustionati di Zurigo. Sfollati i 65 inquilini del palazzo. Per i dettagli clicca qui.

Identificato il presunto sparatore della scuola a San Bernardino (California)

Sale a tre morti il bilancio dell’omicidio-suicidio che nelle scorse ore ha fatto ripiombare nella paura San Bernardino, in California, con la morte di uno dei due bambini feriti nella sparatoria in una scuola elementare a North Park. È stato intanto identificato colui che si sospetta essere l’autore del folle gesto, Cedric Anderson di 53 anni, che ha sparato contro la moglie Elaine Smith, coetanea, maestra presso l’istituto. Stando alla ricostruzione della Polizia, l’uomo era entrato a scuola affermando di dover consegnare qualcosa alla moglie, poi ha fatto irruzione nella classe e senza dire nulla ha aperto il fuoco contro la donna. Due bambini che si trovavano dietro la maestra sono rimasti feriti, uno di questi, Jonathan Martinez di otto anni, non è sopravvissuto.

Grave incendio in un campo rifugiati francese

Un rogo è scoppiato nel campo rifugiati Grande-Synthe, nel nord della Francia: è quanto scrive Le Parisien on line. Il campo rifugiati di Grande-Synthe, nel nord della Francia, accoglie circa un migliaio di rifugiati. Secondo Le Parisien, ieri sera "è stato teatro di un gigantesco incendio". A inizio serata era scoppiata una rissa tra due gruppi di migranti, afghani e curdi, con un bilancio di cinque feriti, di cui quatto ricoverati in ospedale a Dunkerque. Sempre secondo il giornale, tre sono stati feriti all’arma bianca. Solo in seguito un incendio "è scoppiato nel campo e l’ha ampiamente distrutto". I migranti si sono dispersi nei dintorni. Sul posto sono intervenuti gli agenti in tenuta antisommossa che hanno lanciato 21 granate lacrimogene per riportare l’ordine. 

10.4.2017, 07:182017-04-10 07:18:00
@laRegione

#MentreDormivate

Stato d'emergenza in Egitto dopo gli attentati alle chiese copte | Gli Usa: 'Pyongyang minaccia numero uno, richiesta azione' | Indiani e cinesi sventano assalto pirata a nave

Stato d'emergenza in Egitto dopo gli attentati alle chiese copte

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi ha annunciato parlando in televisione "la dichiarazione dello stato di emergenza in Egitto per tre mesi". Ciò significa che è sospeso il diritto alle manifestazioni di ogni genere, le adunate di oltre cinque persone e estende i poteri delle forze di polizia. L’annuncio di al Sisi arriva in tarda serata di ieri, al termine di una domenica delle Palme segnata da sangue e morte in Egitto. I kamikaze dell’Isis hanno fatto strage di cristiani copti in due chiese: a Tanta, a nord del Cairo, e ad Alessandria, lasciando sul terreno almeno 45 morti e 118 feriti. A Tanta un’esplosione vicino all’altare della chiesa Mar Girgis ha provocato 27 morti. Nel secondo attacco, ad Alessandria, 'capitale' della chiesa copta, sul sagrato della chiesa di San Marco, sono morti 18 fedeli, una quarantina i feriti.

Gli Usa: 'Pyongyang minaccia numero uno, richiesta azione'

Il presidente americano Donald Trump avverte quello nord coreano Kim Jong-Un e invia navi da guerra americane, guidate dalla portaerei Carl Vinson, verso la penisola coreana. Alla base della decisione la consapevolezza che Pyongyang resta la minaccia "numero uno" nell’area, con il suo "irresponsabile e destabilizzante programma missilistico e nucleare", come ha detto un funzionario dell’amministrazione. Il cambio di regime "non è il nostro obiettivo", ha assicurato il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, aggiungendo tuttavia che la situazione ha raggiunto "un livello di minaccia tale che richiede un’azione".

Indiani e cinesi sventano assalto pirata a nave 

Una azione coordinata delle Marine di India e Cina ha sventato durante il fine settimana nel Golfo di Aden un attacco di pirati ad una nave porta-container battente bandiera di Tuvalu con 19 membri dell’equipaggio filippini, che sono tutti salvi. Lo riferisce oggi il quotidiano The Times of India.

Quattro unità indiane e una cinese sono giunte in soccorso alla portacontainer MV 'OS 35' mettendo in fuga i pirati, che erano già saliti a bordo. La nave è stata assaltata da una squadra cinese con supporto di un elicottero indiano. L'equipaggio si era chiuso in una camera blindata.

7.4.2017, 07:472017-04-07 07:47:00
@laRegione

#MentreDormivate

Attacco Usa sulla Siria | Niente voto sulle bozze di risoluzione Onu di condanna di Assad | L'Eta deporrà le armi domani

Attacco Usa sulla Siria

Il presidente americano ha ordinato nella notte un attacco alla base aerea siriana di al-Shayrat, da dove sarebbe partito l'assalto chimico di martedì nella provincia di Idlib. Assalto chimico che ha provocato una novantina di morti, tra cui 30 bambini.

Da qui la risposta americana: i 59 missili Tomahawk partiti da navi di stanza nel mediterraneo hanno colpito l'obiettivo verso le tre di notte provocato danni materiali ingenti e delle vittime. Si tratta del primo intervento militare americano in Siria dall'inizio del conflitto. La Russia, alleata del regime siriano, ha chiesto la convocazione urgente del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Tutti i dettagli qui

Niente voto sulle bozze di risoluzione Onu di condanna di Assad

I membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite non hanno votato nessuna delle tre bozze di risoluzione di condanna dell'attacco chimico in Siria sul tavolo dell’organo Onu. Lo confermano all'Ansa fonti diplomatiche del Cds, precisando che le consultazioni proseguono.

L'Eta deporrà le armi domani

L’Eta, il gruppo separatista basco in Spagna, ha annunciato di voler consegnare a rappresentanti della società civile del Paese Basco tutte le sue armi ed esplosivi domani sabato diventando "una organizzazione disarmata". Lo rende noto una lettera della stessa Eta ottenuta in esclusiva dalla Bbc, precisando che al momento attuale "il processo non è completato" e "il giorno del disarmo è domani".

 

6.4.2017, 07:272017-04-06 07:27:00
@laRegione

#MentreDormivate

Attacco chimico in Siria 'inaccettabile'. E Trump cambia idea su Assad | Otto anni fa il terremoto dell'Aquila | Serbia, in migliaia in strada per la terza sera contro il presidente Vucic

Attacco chimico in Siria 'inaccettabile'. E Trump cambia idea su Assad

Sale a 83 morti di cui 30 bambini il bilancio dell’attacco nella provincia siriana di Idlib, in cui sono state coinvolte armi chimiche e che si sospetta sia stato condotto da forze governative. La Russia difende il regime siriano parlando di 'fake news' e si oppone alla risoluzione del Consiglio di sicurezza di condanna voluta da Usa, Francia e Gran Bretagna. È quindi scontro con gli Usa: agiremo da soli, avverte la ambasciatrice americana all’Onu. «È stata superato un limite ben oltre la linea rossa e il mio atteggiamento verso Assad è cambiato», ha affermato dal canto suo il presidente statunitense Donald Trump, cambiando quindi idea rispetto a qualche giorno fa. La sua amministrazione aveva infatti reso noto non ritenere più la caduta di Assad un obiettivo. Diversamente da Obama.

Otto anni fa il terremoto dell'Aquila

Erano le 3.32 del 6 aprile 2009 quando la terra tremò in Abruzzo. Magnitudo 6,3. Palazzi crollati e 309 morti. A otto anni dalla tragedia circa 4mila persone hanno partecipato questa notte all’Aquila alla fiaccolata per commemorare le vittime. Presente anche un gruppo di terremotati di Amatrice, Accumoli e Arquata.

Serbia, in migliaia in strada per la terza sera contro il presidente Vucic

Si sono concluse ieri sera e senza incidenti le nuove manifestazioni organizzate per il terzo giorno consecutivo a Belgrado e in altre città della Serbia contro quella che viene definita la 'dittatura' del premier e presidente eletto Aleksandar Vucic. I dimostranti – circa diecimila persone, soprattutto giovani e studenti – sostengono che Vucic è stato eletto domenica con un voto macchiato da brogli e irregolarità e in un clima di controllo ferreo dei media.