Spettacoli

17.2.2017, 12:352017-02-17 12:35:58
@laRegione

Ultim* Jedi

Spesso si dice che a tradurre si perde sempre qualcosa, ma nel caso del nuovo film della saga di Guerre Stellari/Star Wars, il titolo italiano (annunciato ieri) dice più di quello inglese.Tutta questione di...

Spesso si dice che a tradurre si perde sempre qualcosa, ma nel caso del nuovo film della saga di Guerre Stellari/Star Wars, il titolo italiano (annunciato ieri) dice più di quello inglese.
Tutta questione di grammatica: ‘The Last Jedi’ non permette di capire se si tratta di un Jedi, di una Jedi (ricordiamo che la protagonista del precedente film è una donna) o di tanti Jedi. Corretta quest’ultima, come svela il titolo italiano: ‘Star Wars: gli ultimi Jedi’.

Per il resto, dovremmo aspettare l'uscita del film, il prossimo dicembre.

16.2.2017, 10:132017-02-16 10:13:34
@laRegione

Percento culturale, premiati tre allievi della scuola Dimitri

Tre su cinque: un risultato decisamente positivo ottenuto dall'accademia Dimitri di Verscio al concorso di teatro del movimento del Percento culturale...

Tre su cinque: un risultato decisamente positivo ottenuto dall'accademia Dimitri di Verscio al concorso di teatro del movimento del Percento culturale Migros che si è svolto nei giorni scorsi a Zurugo. La giuria internazionale ha infatti premiato cinque giovani di talento con 14'400 franchi ciascuno quale sostegno nel passaggio dalla formazione al palcoscenico, e più della metà dei premiati si è formata a Versio. Per la precisione si tratta di Mariyam Baghdadi, Jean-David L’Hoste-Lehnherr e Olivia Ronzani. Gli altri due premiati sono Sara Bienek e Mahalia Horvath.

 

9.2.2017, 10:222017-02-09 10:22:08
Ugo Brusaporco

Berlinale, un festival che si illumina di civiltà

Il 67° Festival di Berlino si apre oggi giovedì 9 febbraio con un imponente carico di film sparsi tra una competizione che si presenta veramente forte, con una...

Il 67° Festival di Berlino si apre oggi giovedì 9 febbraio con un imponente carico di film sparsi tra una competizione che si presenta veramente forte, con una punta di diamante come “Toivon tuolla puolen” (L’altro lato della speranza) in cui il grande Aki Kaurismäki prende di punta il problema dell’immigrazione che tormenta il mondo intero, con la sua sagace ironia e con il suo indomabile senso di responsabilità verso l’altro.

Berlino è da sempre un Festival attento allo spettacolo e alla società: per anni ha lottato per sdoganare il tema dell’omosessualità, per mettere in luce i problemi di chi vive ai margini della società, di chi manifesta contro le ingiustizie. Un Festival che non si illumina di lustrini ma di civiltà. Così scorrendo il programma è veramente importante scoprire la bella rappresentanza del cinema svizzero, ben una decina di titoli, tra cui documentario “Avant l'envol” di Laurence Bonvin che ci porta a riflettere sul colonialismo in Africa nella seconda metà del XX secolo, "Cahier Africain” di Heidi Specogna che scavando nelle recenti memorie del Congo prova a trovare il senso di una guerra civile attraverso le memorie di trecento persone, “In a Nutshell” di Fabio Friedli cerca il senso di una vita passata a cercare mercanzie, mentre il grande Raul Peck in “I Am Not Your Negro”, coprodotto dalla Svizzera, ci riporta nel giugno del 1979 con James Baldwin, Samuel L. Jackson, Malcolm X, e Martin Luther King Jr., riflettendo sugli assassini di tre uomini impegnati per i diritti civili dei neri: Malcolm X, Medgar Evers e Martin Luther King. Un film capace di scottare. Come pure “Istiyad Ashbah” (Ghost Hunting) di Raed Andoni che ci porta a Ramallah per provare ancora una volta a capire il senso del dolore palestinese.
Si rivedrà “Marija” di Michael Koch un film drammatico su una giovane ucraina alle prese del mondo del lavoro in una griga anche moralmente Dortmund. E spazio anche per “Makes a Pharaoh’s Chocolate Cake” di Marouan Omara e Islam Kamal, storia di due musicisti egiziani in Svizzera e “Raving Iran” di Susanne Regina Meures che va alla ricerca di due eroi dell’underground di Tehran dove fare musica è un rischio per la vita.
Posto anche per “Der kleine Vogel und die Raupe” di Lena von Döhren un film per bambini chef a bene anche ai grandi. Al Forum si vedrà “Tiere-Animals” Greg Zglinski una storia non solita tra un uomo una donna. A chiudere la fila di produzioni e coproduzioni svizzere: “Die Welt der Wunderlichs” di Dani Levy storia di una donna alle prese con un figlio iperattivo.

Ma adesso si va a sentire l’urlo dell’Orso.


8.2.2017, 14:342017-02-08 14:34:16
@laRegione

Sanremo, la nota di Pablo Meneguzzi

Come è stata la prima serata di Sanremo? Lo abbiamo chiesto a chi sul palco dell'Ariston c'è passato, alcuni anni fa: il cantante Pablo Meneguzzi.

Su Carlo Conti: «Ha avuto l...

Come è stata la prima serata di Sanremo?
 Lo abbiamo chiesto a chi sul palco dell'Ariston c'è passato, alcuni anni fa: il cantante Pablo Meneguzzi.

Su Carlo Conti: «Ha avuto l'intelligenza di riportare in alto Sanremo: forse mi manca un po' l'eleganza e l'emozione di altri presentatori, però ha saputo riportare i big».

Le tre canzoni migliori: «Premesso che non ho sentito brani che resteranno nella storia, ma qualche canzone che, dal profilo musicale, piace a me, c'è stata: quelle di Giusy Ferreri, di Samuel dei Subsonica e di Alessio Bernabei sono canzoni valide».

E le tre peggiori: «Le canzoni con una linea melodica vecchia non piacciono, quindi: Elodie, ha una grandissima voce e un grandissimo potenziale, ma la canzone è abbastanza debole; Al Bano, la sua è una canzone troppo classica, anche se da lui non ci si può certo aspettare chissà cosa; e poi quella che arriva da 'Violetta', Lodovica Commello, non c'entra nulla».

2.2.2017, 11:512017-02-02 11:51:10
@laRegione

Beppe Grillo tornerà dal vivo ...

Beppe Grillo tornerà dal vivo a Lugano sabato 25 marzo alle 20.30 al Palacongressi: il comico e il politico in uno spettacolo, “Grillo vs Grillo”, che si annuncia aggiornato all'attualità recente. Prevendita: Ticketcorner.

Beppe Grillo tornerà dal vivo a Lugano sabato 25 marzo alle 20.30 al Palacongressi: il comico e il politico in uno spettacolo, “Grillo vs Grillo”, che si annuncia aggiornato all'attualità recente. Prevendita: Ticketcorner.

24.1.2017, 14:322017-01-24 14:32:12
@laRegione

Ma vie de Courgette del regist...

Ma vie de Courgette del regista svizzero Claude Barras è candidato agli Oscar come miglior film d'animazione. La premiazione avverrà il 26 febbraio.

Ma vie de Courgette del regista svizzero Claude Barras è candidato agli Oscar come miglior film d'animazione. La premiazione avverrà il 26 febbraio.

19.1.2017, 23:592017-01-19 23:59:28
Cristina Ferrari @laRegione

Uccisa in Brasile la cantante della 'Lambada'

Loalwa Braz Vieira, cantante della famosissima 'Lambada', tormentone del 1989 del gruppo francese Kaoma, è stata trovata carbonizzata nella sua auto a Saquerema, nella...

Loalwa Braz Vieira, cantante della famosissima 'Lambada', tormentone del 1989 del gruppo francese Kaoma, è stata trovata carbonizzata nella sua auto a Saquerema, nella regione del Rio Lagos in Brasile: secondo la polizia la 63enne è rimasta vittima di un tentativo di rapina.

15.1.2017, 14:442017-01-15 14:44:07
@laRegione

Oscar: i candidati solo online.

Una piccola rivoluzione è stata annunciata venerdì a Los Angeles nel modo di rendere pubbliche le candidature agli Oscar 2017. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha fatto...

Una piccola rivoluzione è stata annunciata venerdì a Los Angeles nel modo di rendere pubbliche le candidature agli Oscar 2017. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha fatto sapere infatti che da quest’anno le nomination non verranno più annunciate al pubblico di giornalisti e addetti ai lavori dal teatro della sede dell’Academy, a Beverly Hills, ma verranno rese pubbliche via streaming.

Le nomination verranno rese pubbliche il 24 gennaio, come sempre all’alba (alle 5.18 ora di Los Angeles, le 14.18 in Svizzera) 

10.1.2017, 20:052017-01-10 20:05:44
@laRegione

Maria De Filippi con Carlo Conti, a Sanremo si va sul sicuro

Il sì sarà pronunciato ufficialmente domani, all'altare delle nozze Rai-Mediaset: Maria De Filippi “sposerà” Carlo Conti per l'edizione 2017 del...

Il sì sarà pronunciato ufficialmente domani, all'altare delle nozze Rai-Mediaset: Maria De Filippi “sposerà” Carlo Conti per l'edizione 2017 del Festival, al via il 7 febbraio. Una coppia d'assi, che ogni sera potrebbe essere affiancata sul palco dell'Ariston da una guest star d'eccezione, non solo del mondo dello spettacolo: è il progetto al quale lavora Conti con il suo staff, anche se il puzzle non è ancora completo.

Bocche cucite sulla trattativa economica con la conduttrice: cachet di mercato o piuttosto compenso simbolico? Quello che è certo è che la primadonna di Mediaset porterà in dote all'Ariston la sua professionalità e il plotone di giovani che è lo zoccolo duro di Amici. Un bacino dal quale Sanremo attinge da tempo: quest'anno tra i Big ci sono i due finalisti dell'anno scorso, Sergio Sylvestre ed Elodie, e Alessio Bernabei. Senza parlare del pubblico da casa, ovviamente.

Il tam tam delle indiscrezioni coinvolge inevitabilmente anche gli ospiti. È in corso la trattativa per riportare al festival Maurizio Crozza, ma le modalità sono da definire: sarà l'attore a decidere se partecipare a una o più serate. A Conti piacerebbe avere di nuovo sul palco anche Virginia Raffaele, dopo le riuscite parodie dell'anno scorso. Sarebbe fatta invece per Paola Cortellesi. Sul fronte ospiti musicali italiani, è confermato Tiziano Ferro per la prima serata, sarebbero in dirittura d'arrivo all'Ariston anche Zucchero e Giorgia, mentre si spera in una sorpresa audio/video del duo Mina-Celentano, reduce dal trionfo di vendite del 2016 con l'album “Le migliori”.

Il giornale digitale, con te già dalle prime ore del mattino

Scopri tutte le funzionalità de laRegione in digitale. Visita la versione Web oppure scarica l'app per il tuo dispositivo.
10.1.2017, 20:042017-01-10 20:04:50
@laRegione

Kubi (non) va in scena

Si intitola 'Kubi' ed è dedicata a Kubilay Türkyilmaz, ma lui, in scena, non c'è: nella nuova produzione del Teatro Sociale di Bellinzona, opera di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis, il...

Si intitola 'Kubi' ed è dedicata a Kubilay Türkyilmaz, ma lui, in scena, non c'è: nella nuova produzione del Teatro Sociale di Bellinzona, opera di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis, il popolare sportivo è infatti assente, sia come attore sia come personaggio. Protagonista è infatti sua madre Necla, interpretata da Amanda Sandrelli, affiancata dall'amica Maddalena (Tatiana Winteler) mentre guarda l'incontro Inghilterra-Svizzera, Europei del 1996.

«Quando me ne hanno parlato la prima volta – ha raccontato Kubi in conferenza stampa–, li ho guardati storto: questi qui non sono mica normali, ho pensato». Poi, evidentemente, si è convinto, raccontando la sua storia ai due autori, lasciando loro piena libertà artistica e considerando questo spettacolo una sorta di “premio alla carriera” (sportiva, ma forse soprattutto umana).
E adesso, c’è la curiosità «per la prima, perché non ho mai visto mia madre mentre cucinava con le sue amiche durante le partite, perché io ero altrove… finalmente vedrò come lei ha vissuto quei momenti». Insomma, lo spettacolo ‘Kubi’ permetterà all’uomo Kubi di vedere, e in un certo senso di vivere, dalle case e dalle piazze quell’emozione che lui ha vissuto sul campo a Wembley, con quel rigore «che mai avrei immaginato mi avrebbe portato qui, adesso. Chissà se l’avessi sbagliato!».

Il giornale digitale, con te già dalle prime ore del mattino

Scopri tutte le funzionalità de laRegione in digitale. Visita la versione Web oppure scarica l'app per il tuo dispositivo.
4.1.2017, 13:212017-01-04 13:21:33
@laRegione

A Tiziana Soudani il "Prix d’honneur" di Soletta

La produttrice ticinese Tiziana Soudani riceverà il "Prix d’honneur" delle 52esime edizione Giornate cinematografiche di Soletta.

Il riconoscimento le sarà...

La produttrice ticinese Tiziana Soudani riceverà il "Prix d’honneur" delle 52esime edizione Giornate cinematografiche di Soletta.

Il riconoscimento le sarà consegnato il 23 gennaio al cinema Landhaus, prima della proiezione del film "Le ultime cose" di Irene Dionisio. Il riconoscimento, offerto dai comuni del distretto di Wasseramnt, viene assegnato dal 2003 a personalità che si distinguono per il loro contributo alla cultura cinematografica svizzera.

Nata e cresciuta a Locarno, Tiziana Soudani ha prodotto in 30 anni un gran numero di film di successo, fra cui "Pane e Tulipani" di Silvio Soldini, "Le meraviglie" di Alice Rohrwacher e da ultimi "Il nido" di Klaudia Reynicke" e la pellicola di Irene Dionisio, entrambe opere prime di giovani registe. Assieme al marito Mohammed Soudani, ha fondato nel 1987 la società di produzione Amka Films. In seguito ha alternato la sua attività per il Festival del film di Locarno con soggiorni all’estero. Dopo aver prodotto documentari in Africa, Tiziana Soudani è ritornata in Svizzera, dove si è concentrata sempre più alla produzione di film svizzeri ed europei, diversi dei quali hanno ottenuto importanti riconoscimenti. Tiziana Soudani ha prodotto anche più di cento documentari.

3.1.2017, 12:132017-01-03 12:13:58
@laRegione

50 milioni alla Disney per la morte di Leila

La morte dell'attrice Carrie Fisher in seguito ad un attacco cardiaco in volo da Londra a Los Angeles, potrebbe 'fruttare' alla Disney 50 milioni di dollari.È infatti...

La morte dell'attrice Carrie Fisher in seguito ad un attacco cardiaco in volo da Londra a Los Angeles, potrebbe 'fruttare' alla Disney 50 milioni di dollari.
È infatti questa la cifra prevista in termini di risarcimento da una polizza assicurativa esistente sulla partecipazione di Carrie Fisher alla trilogia di Star Wars, immortalata nel ruolo della principessa Leia. Lo riferiscono fonti di stampa.

Il premio sarebbe giustificato dalle ripercussioni economiche che la dipartita di Fisher avrebbe avuto sulla saga. Le scene dell'attrice previste in Star Wars: Episodio VIII erano già state girate, la somma comprende quindi solo Episodio IX, ma si tratterebbe della richiesta di risarcimento più alta mai fatta nell'industria cinematografica in un caso simile.

1.1.2017, 14:442017-01-01 14:44:48
@laRegione

Riccardo Muti dirigerà il trad...

Riccardo Muti dirigerà il tradizionale Concerto di Capodanno di Vienna del 2018. L'annuncio è stato fatto a termine del concerto 2017, diretto da Gustavo Dudamel. Per Muti si tratta del quinto Neujahrskonzert.

Riccardo Muti dirigerà il tradizionale Concerto di Capodanno di Vienna del 2018. L'annuncio è stato fatto a termine del concerto 2017, diretto da Gustavo Dudamel. Per Muti si tratta del quinto Neujahrskonzert.

28.12.2016, 16:052016-12-28 16:05:36
@laRegione

Carrie Fisher sarà la Principessa Leila in Episodio VIII

Carrie Fisher continua a vivere, non solo nell'immaginazione dei fan che in queste ore hanno rivisto a ripetizione i film di Guerre Stellari: l'attrice...

Carrie Fisher continua a vivere, non solo nell'immaginazione dei fan che in queste ore hanno rivisto a ripetizione i film di Guerre Stellari: l'attrice morta ieri a Los Angeles dopo un infarto, ha lasciato una serie di progetti inediti o incompiuti.
Tra questi il suo ruolo di principessa Leila, o meglio Leia, nell'ottavo episodio di Star Wars, attualmente in fase di post-produzione e che Carrie Fischer aveva finito di girare in luglio. La Disney non si sbilancia: gli studi hanno comunque un paio di anni di tempo per rifletterci prima del 2018, quando cominceranno le riprese del nono episodio in cui la Fisher doveva apparire in "una parte significativa". Esiste sempre la tecnologia: in "Rogue One", il film della saga attualmente nei cinema, è stata impiegata la CGI (computer generated imagery) "resuscitando" attori morti – Peter Cushing scomparso nel 1994 nella parte del Grand Moff Tarkin – o troppo anziani come Leila per riprendere il loro ruolo da ragazza.

Oltre A Star Wars Carrie Fisher aveva altri progetti in corso d'opera: in primavera approderà sul piccolo schermo negli Usa e in Gran Bretagna la terza stagione della sitcom Amazon/Channel 4 "Catastrophe" in cui l'attrice aveva la parte della caustica madre della protagonista Rob Delaney. Carrie stava tornando da Londra dove aveva lavorato allo show quando il cuore ha ceduto sull'aereo.
Aveva inoltre un ruolo ricorrente nel cartone "Family Guy" come la voce di Angela, la padrona della birreria dove lavora il personaggio di Seth MacFarlane Peter Griffin. E c'era anche un documentario sul rapporto tra madre e figlia: "Bright Lights: Starring Carrie Fisher and Debbie Reynolds" debutterà al festival del cinema di Palm Springs e poi su HBO in marzo.

27.12.2016, 19:072016-12-27 19:07:16
@laRegione

Addio a Carrie Fisher, la principessa Leila di Guerre Stellari

Carrie Fisher, attrice, sceneggiatrice e scrittrice statunitense nota soprattutto per aver interpretato la parte della principessa Leila (o Leia)...

Carrie Fisher, attrice, sceneggiatrice e scrittrice statunitense nota soprattutto per aver interpretato la parte della principessa Leila (o Leia) nella saga di Guerre Stellari – incluso il recente Il risveglio della forza – è morta oggi. Aveva 60 anni; nei giorni scorsi era stata ricoverata in seguito a un arresto cardiaco.