Luganese

Oggi, 12:102017-01-17 12:10:48
Cristina Ferrari @laRegione

Star di Hollywood nella holding truffaldina

Ci sono i nomi di John Travolta, la moglie e attrice Kelly Preston, l'attore e produttore cinematografico Adrien Brody nonché il compagno dell'ex miss Italia, prima nera,...

Ci sono i nomi di John Travolta, la moglie e attrice Kelly Preston, l'attore e produttore cinematografico Adrien Brody nonché il compagno dell'ex miss Italia, prima nera, Danny Mendez, Oscar Generale, agente hollywoodiano, nell'elenco dei possessori di quote della Puerto Azul International Holding registrata alle Bahamas, società coinvolta nella megatruffa del fantomatico resort, la cui direzione criminale veniva attuata da Lugano. Le star sarebbero state all'oscuro dell'attività truffaldina di Domenico Giannini.

Oggi, 11:472017-01-17 11:47:21
Dino Stevanovic @laRegione

Quattro intossicati da monossido di carbonio a Lugano

Un'intossicazione grave ma non tale da metterne in pericolo la vita la scorsa notte per quattro persone che si trovavano in un appartamento di via Trevano a...

Un'intossicazione grave ma non tale da metterne in pericolo la vita la scorsa notte per quattro persone che si trovavano in un appartamento di via Trevano a Lugano. Quattro uomini fra i 30 e i 44 anni hanno inalato del monossido di carbonio e sono quindi stati trasportati a Milano per il trattamento in camera iperabarica, dopo i primi soccorsi forniti dalla Croce Verde di Lugano e un primo ricovero all'ospedale Civico. L'intossicazione è avvenuta attorno alle 00.30 al pianterreno di uno stabile che è stato evacuato, mentre le ragioni sono da ricondurre secondo la Polizia cantonale in un malfunzionamento dell'impianto di riscaldamento.

Oggi, 06:402017-01-17 06:40:00
Dino Stevanovic @laRegione

La 'giungla' di piazza Cioccaro: veicoli con il permesso per il carico/scarico per ore nella zona pedonale

«È una giungla, non se ne può più». Stanca di quelli che non esita a definire «abusi», una storica...

«È una giungla, non se ne può più». Stanca di quelli che non esita a definire «abusi», una storica commerciante di piazza Cioccaro ha riunito i colleghi per segnalare una situazione che dura da troppo tempo e che «è andata sempre peggiorando negli anni». Così, sindaco, municipali e capo della polizia, hanno ricevuto prima di Natale una lettera in cui si spiega il problema. “In questa piazza regna da tempo l’anarchia – si legge nella missiva –, a tutte le ore della giornata ci troviamo furgoni, camion o macchine davanti alle vetrine dei negozi”. A entrare con permessi sono sia i fornitori che effettuano carico e scarico sia alcuni esercenti, che all’iniziativa non hanno infatti aderito. «Abbiamo chiesto cortesemente di spostare le auto e i camion – ci spiega la nostra interlocutrice –...

Oggi, 06:002017-01-17 06:00:00
Cristina Ferrari @laRegione

Parco Maraini, anche licenziamenti

«La nuova proprietà ha il diritto di farlo, ma va comunque detto che diversamente da quanto affermato in conferenza stampa venerdì (cfr. ‘laRegione’ del 14 gennaio, ndr) non è vero...

«La nuova proprietà ha il diritto di farlo, ma va comunque detto che diversamente da quanto affermato in conferenza stampa venerdì (cfr. ‘laRegione’ del 14 gennaio, ndr) non è vero che tutto il personale del Parco Maraini è stato riassunto». Sono voci deluse e preoccupate per il proprio futuro quelle che giungono alla nostra redazione dopo l’annuncio del passaggio di proprietà del centro residenziale e di cura luganese Parco Maraini. Se, infatti, dopo l’acquisizione delle mura da parte di Artisa Group i dipendenti della casa anziani sono stati ricollocati da chi andrà a gestire la struttura, ovvero il Gruppo Tertianum, 27 impiegati nei diversi settori degli uffici, ricezione, manutenzione, pulizie e giardinaggio si sono visti disdire il contratto per mezzo di un licenziamento...

Ieri, 11:372017-01-16 11:37:04
Alfonso Reggiani @laRegione

Bioggio, Marco Lusa entra in Municipio al posto di Marco Poretti

In seguito alla rinuncia della carica di municipale di Marco Poretti, nuovo segretario del Comune di Massagno, è subentrato tra le fila dell’...

In seguito alla rinuncia della carica di municipale di Marco Poretti, nuovo segretario del Comune di Massagno, è subentrato tra le fila dell’esecutivo di Bioggio Marco Lusa, già in Consiglio comunale nelle ultime legislature e responsabile di servizio alla Avaloq di Bioggio.

Ieri, 06:002017-01-16 06:00:00
Cristina Ferrari @laRegione

Gli ippocastani tagliati a Lugano andranno in Italia

Accatastata su un sedime lungo il fiume Cassarate, la cinquantina di ippocastani, tagliati lo scorso dicembre lungo viale Castagnola a Lugano, sarà presto......

Accatastata su un sedime lungo il fiume Cassarate, la cinquantina di ippocastani, tagliati lo scorso dicembre lungo viale Castagnola a Lugano, sarà presto... estradata in Italia. Nulla resterà a Lugano, a beneficiarne sarà la bolletta. «Per noi come spesso accade in occasione di interventi forestali, quindi quando c’è un taglio bosco o quant’altro, il legname recuperato dalle ditte che si aggiudicano l’appalto – ci spiega Christian Bettosini, caposervizio Verde pubblico – viene stornato dalla fattura per l’intervento. Anche in questo caso dunque, considerato che i volumi erano importanti, si è adottata la stessa procedura. Quindi l’azienda che si è occupata del taglio, in sostanza, ritira il legname e il relativo valore ci viene riconosciuto e dedotto dalla fattura finale. Noi abbiamo...

15.1.2017, 21:032017-01-15 21:03:35
@laRegione

Incendio in una palazzina a Pregassona

Il centro di soccorso dei pompieri di Lugano è stato allarmato questa sera, attorno alle 20, per un incendio che si stava sviluppando nella cucina di un appartamento al terzo...

Il centro di soccorso dei pompieri di Lugano è stato allarmato questa sera, attorno alle 20, per un incendio che si stava sviluppando nella cucina di un appartamento al terzo piano di una palazzina a Pregassona. Giunti sul posto con una decina di uomini e tre veicoli, i pompieri hanno provveduto a domare il fuoco e portare in salvo i due inquilini, che sono stati visitati dal personale sanitario della Croce Verde di Lugano per un principio di intossicazione. Sul posto anche la Polizia cantonale e comunale. Una volta spento il fuoco i pompieri hanno liberato i locali dal fumo che si era sprigionato. I danni sarebbero limitati al locale interessato dal fuoco. Al momento non sono note le cause che hanno generato le fiamme.

 

15.1.2017, 18:092017-01-15 18:09:08
Marco Marelli

Falso 'luganese' contrabbandava Ferrari e Porsche

Un 50enne italiano, con residenza 'virtuale' a Lugano e reale ad Arcisate, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza del Gaggiolo per contrabbando (due Ferrari e...

Un 50enne italiano, con residenza 'virtuale' a Lugano e reale ad Arcisate, è stato denunciato dalla Guardia di Finanza del Gaggiolo per contrabbando (due Ferrari e due Porsche Cayenne, targate Ticino) ed evasione fiscale, per non aver pagato le tasse riferite agli anni 2013-2014-2015. La denuncia a piede libero alla Procura di Varese rappresenta la conclusione di un'inchiesta preliminare iniziata nella primavera scorsa dopo che le Fiamme gialle avevano scoperto in un garage di Arcisate, in uso al 50enne che in Ticino risulta titolare di una società, l'invidiabile parco auto. Autovetture che essendo state immatricolate in Svizzera per circolare in Italia alla guida di un italiano necessitavano di un permesso rilasciato dalla dogana. Il fatto che l'uomo fosse residente a Lugano solo sulla carta, gli investigatori lo hanno accertato tramite il controllo delle attività del 50enne. Il passo successivo è stato quello di scoprire che l'uomo non aveva dichiarato redditi per 800mila euro, relativi agli anni 2013, 2014 e 2015.

15.1.2017, 17:332017-01-15 17:33:37
Cristina Ferrari @laRegione

Piscina del Liceo 1 di Lugano… il pozzo è asciutto?

Esiste una comunicazione ufficiale da parte del Cantone al Municipio? Se sì che cosa si afferma e quali tempistiche sono prospettate? Sono queste alcune delle...

Esiste una comunicazione ufficiale da parte del Cantone al Municipio? Se sì che cosa si afferma e quali tempistiche sono prospettate? Sono queste alcune delle questioni avanzate dalla consigliera comunale Ppd Sara Beretta Piccoli. In un’interpellanza all’Esecutivo di Lugano oggetto delle domande è la piscina del Liceo 1 dopo che il Dipartimento educazione, cultura e sport (Decs) per voce del ministro Manuele Bertoli ha ventilato la possibilità di rinunciarvi. Una piscina che secondo la consigliera “non è solo a beneficio degli studenti, ma pure delle società di nuoto, pallanuoto, sport invalidi, come pure di atleti di punta plurimedagliati”. La decisione di chiudere la piscina – vuole dunque sapere Sara Beretta Piccoli — “è da mettere in relazione con l’altro progetto di voler costruire nel parco Ciani un nuovo stabile che ospiti la scuola media per creare una ‘cittadella egli studi’?”. E ancora, “qual è la posizione del Municipio riguardo alle scelte del Decs?”, “è ancora la chiusuradella piscina” e per finire “in che misura contribuisce la città al finanziamento dell’infrastruttura?”.

15.1.2017, 16:572017-01-15 16:57:51
Cristina Ferrari @laRegione

Una Canobbio a misura di società

Benedetto questa mattina a Canobbio il nuovo vessillo comunale che prende il posto di quello orma vetusto del 1953. Il sindaco, Roberto Lurati, ne ha ripercorso la storia ma...

Benedetto questa mattina a Canobbio il nuovo vessillo comunale che prende il posto di quello orma vetusto del 1953. Il sindaco, Roberto Lurati, ne ha ripercorso la storia ma soprattutto il presente fatto di un Comune dove 'è piacevole vivere, in pieno fermento edilizio e dove le associazioni locali sono un vero e proprio fiore all'occhiello'.

13.1.2017, 15:122017-01-13 15:12:12
Alfonso Reggiani @laRegione

Figino, il conducente è riuscito a mettersi in salvo

Svelato l'arcano: nella notte c'è stato un incidente a Barbengo ma il conducente è riuscito a mettersi in salvo prima che la sua vettura finisse nel lago. Il...

Svelato l'arcano: nella notte c'è stato un incidente a Barbengo ma il conducente è riuscito a mettersi in salvo prima che la sua vettura finisse nel lago. Il protagonista è un 25 enne della regione che stava circolando lungo via al Lago in direzione di Barbengo. Il giovane, per motivi che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire, nell'affrontare una curva a destra, ha perso il controllo del veicolo, forse a causa della neve, e dopo aver divelto una recinzione metallica posta alla sua destra ha finito la sua corsa nel Ceresio. Il giovane dopo essersi messo in salvo, è tornato a casa. Verso le 8 ha annunciato alla polizia di essere incorso nell'incidente. La vettura è stata individuata a circa 70 metri dalla riva.

13.1.2017, 13:302017-01-13 13:30:14
Cristina Ferrari @laRegione

Parco Maraini in mani svizzere. Importante ristrutturazione del complesso per terza e quarta età

Il Gruppo Artisa ha annunciato questa mattina di aver concluso con successo la trattativa per l’acquisizione...

Il Gruppo Artisa ha annunciato questa mattina di aver concluso con successo la trattativa per l’acquisizione di Parco Maraini a Lugano. L’avvenuto passaggio di proprietà, affinato negli ultimi mesi, riporta il centro residenziale e di cura luganese in mani svizzere. Artisa, con sede a Zugo, Lamone e Losanna, dopo lo sviluppo di residenze analoghe in Ticino (La Turrita di Bellinzona, Al Vigneto di Tenero e Comacini di Chiasso) e l’acquisizione e ampliamento della casa per anziani Bärholz di Wohlen (Canton Argovia) “rafforza, con questa importante acquisizione, il suo programma di sviluppo su scala nazionale nel settore per la terza e la quarta età integrando nelle sue proprietà un’importante struttura in posizione privilegiata. La centralità urbana, l’accessibilità ai vettori di trasporto pubblico, la posizione in un contesto di qualità urbana sono fattori – ha spiegato Andrea Blotti, membro del Cda – che fanno di Parco Maraini una struttura di grande pregio”. 

Paralelamente il Gruppo Tertianum ha rilevato dal 1° gennaio 2017 la gestione della casa anziani presente all’interno di Parco Maraini (Casa Dorata), con attualmente 53 posti letto di cura. Per garantire la continuità delle cure, il Gruppo Tertianum ha ripreso tutte le collaboratrici e i collaboratori così come direzione e quadri della casa per anziani. Per il Gruppo Tertianum il Parco Maraini rappresenta un ulteriore e importante anello di una catena che conta 71 strutture per anziani in Svizzera. In Ticino Parco Maraini è la quarta struttura del Gruppo, già presente sul territorio cantonale con le Residenze Al Lido di Locarno e Al Parco di Muralto nonché con il Centro per la terza età La Turrita di Bellinzona. In totale le quattro strutture ticinesi occupano 210 persone e offrono 143 posti letto e 232 appartamenti protetti. 

Nel corso del 2017 sono previsti, al Parco Maraini (Casa Dorata), importanti lavori di ristrutturazione fra cui la messa a norma degli impianti tecnici e delle camere di cura. Al termine dei lavori il numero di posti letto aumenterà a 83 unità. Ciò permetterà un miglioramento del comfort per gli ospiti, un ampliamento dell’offerta sanitaria e la creazione di nuovi posti di lavoro. Accanto agli 83 letti medicalizzati, la struttura disporrà di un centro medico. La caffetteria, il bistro e la cucina di produzione saranno gestite da Pro Senectute Ticino che oltre alla preparazione dei pasti per gli ospiti della residenza usufruirà della cucina sita in Parco Maraini per fornire la sua rete di distribuzione di pasti a domicilio.

In Ticino nei prossimi 4 anni il Gruppo Tertianum prevede l’apertura di 3 nuove strutture: in autunno del 2017 “Al Vigneto” a Tenero con 42 posti letto e 72 appartamenti protetti, in primavera del 2019 “Comacini” a Chiasso con 30 posti letto e 90 appartamenti protetti e in estate del 2020 la “Residenza Du Lac” a Paradiso con 40 posti letto e 60 appartamenti protetti.

Per gli edifici inseriti nel sedime di Parco Maraini, Casa Belinda e Casa Collina, il Gruppo Artisa prevede di abbandonare il concetto di servizio alberghiero classico per abbracciare quello di residenza e proprietà privata. Entrambi gli edifici verranno ammodernati, ristrutturati e valorizzati per offrire soluzioni abitative tradizionali in locazione così come  nuovi concetti flessibili immaginati per i target business, accademico, dei congressi e degli eventi mediante l’offerta di appartamenti ammobiliati per periodi relativamente brevi e possibilità di prestazioni del tipo alberghiero a discrezione del conduttore.

13.1.2017, 06:202017-01-13 06:20:00
Dino Stevanovic @laRegione

Mamma 'espulsa' dalla Svizzera deve lasciare il figlio in Ticino: 'Sono disperata, mi sento tradita dalle autorità'

«Il mio cuore piange al solo pensiero di dover allontanarmi da mio figlio». La voce...

«Il mio cuore piange al solo pensiero di dover allontanarmi da mio figlio». La voce rotta dalla commozione, un pensiero che è un incubo. È triste la storia personale di Anna (nome di fantasia, identità nota alla redazione), cittadina dell’Est europeo e residente nel Luganese da diciotto anni che oggi dovrebbe lasciare la Svizzera in seguito al termine di partenza intimatole dall’Ufficio d’immigrazione a causa del mancato rinnovo nel 2015 del permesso di dimora. Il racconto assume tinte drammatiche per il fatto che Anna non è semplicemente una cittadina straniera che in un determinato momento si è trovata senza lavoro perdendo il permesso B, ma è soprattutto una mamma, di un bambino avuto una decina d’anni fa con uno svizzero con cui ha convissuto per diversi anni. Il minorenne è...

Il pianista Brad Mehldau al Cinema Teatro

Partecipa al nostro concorso e vinci 2 biglietti per lo spettacolo che si terrà il 21 gennaio alle ore 20.30 al Cinema Teatro di Chiasso. Invia un Sms al numero 434 con parola chiave LR BRAD.
12.1.2017, 18:082017-01-12 18:08:40
Dino Stevanovic @laRegione

Caslano, la popolazione cresce: gli abitanti sono 4'390

Continua la crescita lieve ma costante della popolazione di Caslano, che a fine 2016 registrava 4'390 abitanti ossia 29 in più rispetto allo stesso periodo...

Continua la crescita lieve ma costante della popolazione di Caslano, che a fine 2016 registrava 4'390 abitanti ossia 29 in più rispetto allo stesso periodo di un anno prima. L'aumento è dovuto unicamente al saldo migratorio (327 gli arrivi contro 293 partenze) e non al saldo naturale: i decessi (42) hanno superato le nascite (37).

Per quanto riguarda la composizione nazionale della popolazione, gli svizzeri sono 3'048: 633 gli attinenti, 1'332 gli altri ticinesi e 1'076 i confederati. Gli stranieri sono invece 1'342, di cui 883 domiciliati e la metà dimoranti. Sono 31 gli asilanti che risiedono nel comune malcantonese.

Il pianista Brad Mehldau al Cinema Teatro

Partecipa al nostro concorso e vinci 2 biglietti per lo spettacolo che si terrà il 21 gennaio alle ore 20.30 al Cinema Teatro di Chiasso. Invia un Sms al numero 434 con parola chiave LR BRAD.
12.1.2017, 15:542017-01-12 15:54:26
Cristina Ferrari @laRegione

Omicidio di Sessa: condannata la madre. Avrebbe aiutato l'assassino a fuggire dalla clinica   

Il 23enne argoviese condannato per l’omicidio di Sessa del 2009 è stato aiutato l’anno scorso dalla madre a...

Il 23enne argoviese condannato per l’omicidio di Sessa del 2009 è stato aiutato l’anno scorso dalla madre a fuggire dalla clinica psichiatrica di Windisch (Argovia). La donna – scrive l'Ats – è stata condannata a una pena pecuniaria sospesa e a una multa. La madre è stata riconosciuta colpevole di liberazione di detenuti con un decreto d’accusa già passato in giudicato, ha reso noto oggi il Ministero pubblico argoviese. La pena pecuniaria, sospesa con la condizionale, è stata fissata in 70 aliquote giornaliere e la multa ammonta a 600 franchi. Le indagini hanno infatti accertato che la madre ha acquistato gli attrezzi utilizzati dal giovane per fuggire: una tronchesina e un cavo di nylon che la donna ha depositato sul terreno antistante la clinica il giorno prima della fuga. L’inchiesta non ha permesso di chiarire chi abbia affettivamente consegnato gli attrezzi al ragazzo, ma ha appurato che subito dopo la fuga la madre lo ha accompagnato in auto fino alla frontiera con la Germania. Il 23enne, lo ricordiamo, era scappato dal reparto chiuso della clinica psichiatrica Königsfelden di Windisch, vicino a Brugg, dov’era ricoverato a scopo terapeutico, la notte tra il 27 e il 28 maggio 2016. Arrestato una settimana più tardi in Germania, nei pressi di Stoccarda, il giovane è stato in seguito estradato in Svizzera ed è attualmente è rinchiuso nel penitenziario di Lenzburg (Argovia). Il Tribunale federale ha respinto in dicembre la sua richiesta di essere trasferito in una clinica psichiatrica. Per l’omicidio di Sessa, commesso nell’agosto 2009 quando aveva 16 anni, il ragazzo è stato condannato nel 2013 dal Tribunale minorile di Baden – per l’accusa di assassinio – a quattro anni da scontare in un istituto chiuso, la pena massima prevista dal codice penale per un minorenne. A Sessa, dove i genitori avevano una casa di vacanza, il giovane uccise una 17enne vietnamita residente nel canton Svitto, conosciuta attraverso una chat su internet. La ragazza, picchiata a morte con un pezzo di legno il giorno del loro primo incontro, fu dichiarata dispersa e per quasi un anno gli appelli dei genitori e i vari avvisi di ricerca rimasero senza esito. La svolta si ebbe nel giugno del 2010, quando un escursionista ritrovò in un bosco vicino al villaggio del Malcantone resti umani in seguito identificati come appartenenti alla vittima.

Il pianista Brad Mehldau al Cinema Teatro

Partecipa al nostro concorso e vinci 2 biglietti per lo spettacolo che si terrà il 21 gennaio alle ore 20.30 al Cinema Teatro di Chiasso. Invia un Sms al numero 434 con parola chiave LR BRAD.