Calcio

Oggi, 07:562017-11-23 07:56:00
@laRegione

Luttrop e quelle galoppate palla al piede

di Sergio Ostinelli - Otto Luttrop fu, con Mauro Galvao, lo straniero di maggior spessore nella storia del calcio ticinese. Era un vero uomo-squadra, il simbolo del Lugano...

di Sergio Ostinelli - Otto Luttrop fu, con Mauro Galvao, lo straniero di maggior spessore nella storia del calcio ticinese. Era un vero uomo-squadra, il simbolo del Lugano anni 60. Era lui il punto di riferimento privilegiato della manovra. Dotato di un fisico possente sapeva comunque essere agile e veloce. Sono ancora nella memoria dei tifosi le sue galoppate verso la porta avversaria, palla al piede, capelli al vento. Come le sue punizioni, calciate con potenza e precisione.

Era un vero leader, un trascinatore, l’uomo che sapeva fare la differenza. Per questo è rimasto nel cuore degli appassionati, anche di coloro che non l’hanno mai visto giocare. Era il numero 10 per antonomasia dell’Fc Lugano. A quei tempi ancora non si usava, ma oggi, quella maglia, il club l’avrebbe sicura- mente ritirata. Imparò presto a destreggiarsi con la nostra lingua consentendogli di diventare uno dei migliori esempi di integrazione sportiva. Con il passare del tempo è diventato una leggenda. Averlo avuto con noi è stato un dono del destino. Diceva sempre quello che pensava e questo, a volte, gli è costato caro. Ho visto passare molti giocatori, in tanti anni, sui nostri campi da gioco, ma il ricordo di Otto Luttrop, a differenza di altri, è rimasto vivido e incontaminato nel tempo, come si addice ai grandi, a chi possiede una marcia in più.

Oggi, 06:202017-11-23 06:20:00
Sascha Cellina @laRegione

'Picci', il ragazzo di Cornaredo, adesso picchia

Il ragazzo di Cornaredo. Così avevamo definito Mario Piccinocchi quando nel luglio 2015 era sbarcato poco più che ventenne a Lugano in provenienza dal Vicenza (ma...

Il ragazzo di Cornaredo. Così avevamo definito Mario Piccinocchi quando nel luglio 2015 era sbarcato poco più che ventenne a Lugano in provenienza dal Vicenza (ma apparteneva alla Primavera del Milan). Educato, pacato, quasi timido fuori dal campo, il giovane appunto di Cornaredo (che oltre allo stadio luganese è il nome del paese in cui è nato, vicino a Milano) si era in un certo senso rivelato tale anche in campo, con quel fisico quasi troppo minuto se confrontato agli avversari di Super League. Ma a compensare ciò, tecnica e visione di gioco sopra la media, tanto che Piccinocchi non ha faticato a trovare spazio né nella stagione d’esordio con Zeman (31 presenze in campionato), né in quelle successive con il tandem Manzo/Tramezzani (23) e con Tami, che in questa Super League lo ha...

Ieri, 22:352017-11-22 22:35:11
@laRegione

Grazie a un gol segnato da Lan...

Grazie a un gol segnato da Lang all'89' il Basilea stende al St. Jakob Park il Manchester United, nel suo ultimo impegno casalingo nella fase a gironi di Champions League. I renani sono più che mai in corsa per gli ottavi

Grazie a un gol segnato da Lang all'89' il Basilea stende al St. Jakob Park il Manchester United, nel suo ultimo impegno casalingo nella fase a gironi di Champions League. I renani sono più che mai in corsa per gli ottavi

Ieri, 07:102017-11-22 07:10:00
Christian Solari @laRegione

Gimenez al Basilea: 'La perfezione è d’obbligo'

Il 26 novembre 2002 e il 12 marzo 2003 sono due delle date che Christian Gimenez ha stampato nel personale libro dei ricordi. In quella che allora era la seconda...

Il 26 novembre 2002 e il 12 marzo 2003 sono due delle date che Christian Gimenez ha stampato nel personale libro dei ricordi. In quella che allora era la seconda fase a gironi di Champions League, l’attaccante del Basilea era andato in rete contro i Red Devils sia al St. Jakob (l’1-0 dopo 2’), sia all’Old Trafford (momentaneo 1-0 dopo 14’ e 1-1 finale). Due grandi soddisfazioni personali per l’argentino, le quali tuttavia non avevano permesso ai renani di accedere ai quarti di finale... «Rimane un bel ricordo, soprattutto il gol segnato in trasferta, con una conclusione al volo su centro di Barberis e intervento a vuoto di Rio Ferdinand». Stasera il Basilea il miracolo lo dovrà compiere per intero, nella quinta giornata di una Champions League che lo vede ancora in lotta per l’accesso...

20.11.2017, 12:452017-11-20 12:45:21
@laRegione

Tavecchio si è dimesso

Carlo Tavecchio non è più il presidente della Federazione italiana di calcio. Reduce dalla mancata qualificazione al Mondiale, Tavecchio, in carica dal 2014, ha rassegnato le dimissioni. Il...

Carlo Tavecchio non è più il presidente della Federazione italiana di calcio. Reduce dalla mancata qualificazione al Mondiale, Tavecchio, in carica dal 2014, ha rassegnato le dimissioni. Il successore del 74enne non è ancora noto.

19.11.2017, 17:512017-11-19 17:51:41
Marzio Mellini @laRegione

Chiasso travolgente al Riva IV: 4-0 al Wohlen

Al 4’ Josipovic, al 13’ Farrugia 2-0, al 22’ Urbano 3-0 e al 62’ Josipovic, per un 4-0 che la dice lunga sul dominio del Chiasso a spese del Wohlen, pesantemente...

Al 4’ Josipovic, al 13’ Farrugia 2-0, al 22’ Urbano 3-0 e al 62’ Josipovic, per un 4-0 che la dice lunga sul dominio del Chiasso a spese del Wohlen, pesantemente ridimensionato al Riva IV, dove in pratica la contesa è stata archiviata già dopo una ventina di minuti. Grazie a questo successo i rossoblù agganciano il Vaduz (impegnato domani) al quinto posto, con 20 punti.

18.11.2017, 14:572017-11-18 14:57:24
@laRegione

Si è spento Friedel Rausch

L‘ex allenatore Friedel Rausch è morto stamattina all‘età di 77 anni. Il tedesco si è spento nel suo appartamento situato nei pressi di Lucerna a causa di un collasso cardiaco. Lo annuncia...

L‘ex allenatore Friedel Rausch è morto stamattina all‘età di 77 anni. Il tedesco si è spento nel suo appartamento situato nei pressi di Lucerna a causa di un collasso cardiaco. Lo annuncia Radio Pilatus. Alle nostre latitudini Rausch era noto per aver guidato il Lucerna dal 1985 al 1992. Rausch portò i „Weissblau“ alla conquista dell‘unico titolo della loro storia nel 1989. Nel 1992 con il Lucerna vinse pure la  Coppa Svizzera battendo in finale il Lugano. I lucernesi, curiosamente, nella stessa stagione retrocedettero. Nella sua carriera Rausch allenò tra gli anche l‘Eintracht Francoforte, il Kaiserslautern, il Mönchengladbach e il Basilea. In qualità di giocatore militò nello Schalke 04.

17.11.2017, 12:342017-11-17 12:34:17
@laRegione

Catanzaro calcio, sequestrati i conti svizzeri dell'ex presidente

Beni per 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria a Giuseppe Cosentino, titolare della Gicos Import-...

Beni per 2,5 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Reggio Calabria a Giuseppe Cosentino, titolare della Gicos Import-Export srl ed ex presidente del Catanzaro Calcio, della figlia Ambra e del promotore finanziario milanese Stefano Noschese.

Il sequestro è stato fatto in esecuzione di un provvedimento del tribunale di Palmi su richiesta della Procura ed ha riguardato conti correnti, cassette di sicurezza, polizze assicurative e titoli per un valore complessivo di oltre 2,5 milioni di euro. Il provvedimento segue il sequestro per 3,5 milioni di euro e l'esecuzione di 8 provvedimenti restrittivi del maggio scorso nell'ambito dell'operazione "Money Gate", in relazione ai reati di riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori, appropriazione indebita, associazione per delinquere aggravata dalla transnazionalità e frode fiscale.

Fondi rientrati dalla Svizzera

Secondo l'accusa, Cosentino, quale rappresentante legale della Gicos, con fatture per operazioni inesistenti e frodi fiscali, si sarebbe appropriato indebitamente di beni per 8,8 milioni di euro in danno della compagine societaria e dei creditori della stessa Gicos. L'imprenditore, tra l'altro, avrebbe trasferito negli Usa quasi 2 milioni di euro, poi "bonificati" in pochi giorni, con una trattenuta del 5%, e trasferiti su conti in Svizzera intestati a società con sede in paradisi fiscali di fatto riconducibili a Cosentino e, da qui, nuovamente trasferite su ulteriori conti svizzeri intestati a società estere riferibili sempre all'imprenditore o su suoi conti correnti cifrati.

Altri 4 mln erano stati versati in contanti su un conto denominato "Cioccolato". Dalle indagini è emerso anche che una parte dei fondi tenuti in Svizzera, circa 5,6 mln, erano stati fatti rientrare in Italia grazie allo scudo fiscale. (Ats)

17.11.2017, 09:462017-11-17 09:46:41
@laRegione

Giovanni Manna multato

La Commissione disciplinare di Swiss Football League ha inflitto a Giovanni Manna, responsabile dell'area tecnica del Lugano, una multa di 1000 franchi. Il dirigente bianconero era stato spedito...

La Commissione disciplinare di Swiss Football League ha inflitto a Giovanni Manna, responsabile dell'area tecnica del Lugano, una multa di 1000 franchi. Il dirigente bianconero era stato spedito in tribuna durante il primo della tempo della sfida del 22 ottobre scorso a Sion. Manna aveva protestato nei confronti dei direttori di gara.  

15.11.2017, 18:462017-11-15 18:46:26
@laRegione

Gian Piero Ventura è stato eso...

Gian Piero Ventura è stato esonerato dall'incarico di selezionatore dell'Italia. Questo due giorni dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2018. Il suo successore non è ancora noto.

Gian Piero Ventura è stato esonerato dall'incarico di selezionatore dell'Italia. Questo due giorni dopo la mancata qualificazione ai Mondiali del 2018. Il suo successore non è ancora noto. 

14.11.2017, 13:262017-11-14 13:26:09
@laRegione

Il Chiasso ha messo sotto cont...

Il Chiasso ha messo sotto contratto l’attaccante moldavo Nicolae Milinceanu. Il classe 1992 vanta 9 presenza nella nazionale moldava e sino a febbraio verrà prestato allo Sliema Wanderers, club maltese di serie A.

Il Chiasso ha messo sotto contratto l’attaccante moldavo Nicolae Milinceanu. Il classe 1992 vanta 9 presenza nella nazionale moldava e sino a febbraio verrà prestato allo Sliema Wanderers, club maltese di serie A.

13.11.2017, 15:022017-11-13 15:02:33
@laRegione

Ufficiale: il Losanna acquistato dalla Ineos

Nel corso di una conferenza stampa la Ineos SA, società di industria petrolchimica britannica con sede a Rolle, ha ufficializzato l'acquisto del Losanna. Alain Joseph...

Nel corso di una conferenza stampa la Ineos SA, società di industria petrolchimica britannica con sede a Rolle, ha ufficializzato l'acquisto del Losanna. Alain Joseph lascia così le redini del club vodese, anche se la Swiss Football League deve ancora avallare il cambio di proprietà.

Il nuovo uomo forte in seno al Losanna sarà il britannico David Thompson (CEO della Ineos Trading & Shipping) , pure membro del CdA della locale squadra di hockey. Thompson ha affermato di voler ingaggiare un direttore sportivo e 3-4 nuovi giocatori di esperienza. Inoltre la Ineos vorrà sviluppare un lavoro di partenariato con due accademie africane (in Namibia e Botswana). L'obiettivo del dirigente inglese è di portare il Losanna in Europa tra 3-4 stagioni. Thompson non ha lasciato trapelare dettagli in merito al nuovo budget. 

12.11.2017, 21:292017-11-12 21:29:12
@laRegione

Svizzera, si sgonfia il caso Behrami

Messa in cassaforte la qualificazione per i mondiali della prossima estate in Russia, per la federzione svizzera si è sgonfiato pure il “caso Behrami”. A chiuderlo in modo...

Messa in cassaforte la qualificazione per i mondiali della prossima estate in Russia, per la federzione svizzera si è sgonfiato pure il “caso Behrami”. A chiuderlo in modo definitivo è stata l'Udinese, la quale ha comunicato di essere stata soddifatta del mancato impiego del giocatore nella doppia sfida contro l'Irlanda del Nord... “Udinese Calcio prende atto della scelta della federazione svizzera di non aver fatto scendere in campo, nelle due partite giocate contro l’Irlanda del Nord, il giocatore Valon Behrami. Udinese Calcio si ritiene soddisfatta della scelta della federazione svizzera, la quale ha evidentemente compreso i rischi formali legati al non rispetto delle normative vigenti sul tema della convocazione di giocatori, sia per quanto attiene il tema della violazione delle tempistiche di convocazione, sia relativamente al loro stato di salute”.
Non finosce, per contro, la battaglia del club friulano con la Fifa... “Udinese Calcio – prosegue il comunicato – sottolinea come la propria azione, volta a tutelare i propri interessi e la salute e forma fisica del proprio giocatore Valon Behrami, sia andata a buon fine e, per quanto la fattispecie non si sia concretizzata, chiederà alla Fifa – alla quale aveva rivolto formali richieste di intervento – di pronunciarsi sul caso, affinché si crei un concreto precedente e altre squadre non abbiano a trovarsi in simile situazione in futuro”.

12.11.2017, 19:472017-11-12 19:47:41
Sascha Cellina @laRegione

La Svizzera al Mondiale, ma che sofferenza

In Russia, la Svizzera ci sarà. Seppur soffrendo più del dovuto, i rossocrociati sono infatti riusciti a difendere anche nella ripresa lo 0-0 e hanno conquistato il...

In Russia, la Svizzera ci sarà. Seppur soffrendo più del dovuto, i rossocrociati sono infatti riusciti a difendere anche nella ripresa lo 0-0 e hanno conquistato il biglietto per il loro quarto Mondiale consecutivo (la settima grande manifestazione nelle ultime otto) in virtù del successo 1-0 conquistato in trasferta. Difendere lo 0-0 si diceva, perché nella ripresa i padroni di casa hanno pericolosamente arretrato il baricentro e l'Irlanda del Nord è andata vicinissima a riaprire del tutto il discorso qualificazione con le occasioni di Washington (colpo di testa a lato di un soffio) e Saville (tiro centrale da ottima posizione). Seferovic dal canto suo si è mangiato un gol incredibile a cinque minuti dal termine costringendo i suoi a soffrire fino all'ultimo. E che sofferenza, perché a tempo ormai scaduto Evans ha avuto sulla testa la rete del vantaggio ospite, ma con Sommer battuto è stato Rodriguez a salvare sulla linea. E la Svizzera ha potuto festeggiare con tutto il St. Jakob.

11.11.2017, 16:022017-11-11 16:02:46
@laRegione

Fabian Frei, colpito da un lut...

Fabian Frei, colpito da un lutto familiare, lascia la Nazionale e non sarà a disposizione domani per la sfida di ritorno contro l’Irlanda del Nord. Al suo posto non viene convocato nessuno, ma Behrami sarà sul foglio-partita.

Fabian Frei, colpito da un lutto familiare, lascia la Nazionale e non sarà a disposizione domani per la sfida di ritorno contro l’Irlanda del Nord. Al suo posto non viene convocato nessuno, ma Behrami sarà sul foglio-partita.

10.11.2017, 18:412017-11-10 18:41:17
@laRegione

Xavi appende le scarpe al chiodo

L'ex mediano del Barcellona Xavi Hernandez, attualmente attivo in Qatar, ha annunciato in un’intervista rilasciata a un giornale spagnolo che terminerà la carriera a fine stagione. Con...

L'ex mediano del Barcellona Xavi Hernandez, attualmente attivo in Qatar, ha annunciato in un’intervista rilasciata a un giornale spagnolo che terminerà la carriera a fine stagione. Con i blaugrana il 37enne catalano, un monumento del calcio,  ha vinto otto campionati spagnoli e quattro Champions League mentre con la maglia della Nazionale spagnola ha conquistato due Europei e un Mondiale. 

10.11.2017, 14:092017-11-10 14:09:18
@laRegione

Lo spareggio non tornerà

I club di Super e Challenge League hanno votato in merito alla reintroduzione dello spareggio di promozione/relegazione tra la penultima della massima lega e la seconda della lega cadetta. Il...

I club di Super e Challenge League hanno votato in merito alla reintroduzione dello spareggio di promozione/relegazione tra la penultima della massima lega e la seconda della lega cadetta. Il risultato di parità, 10-10, fa in modo che non ci siano cambiamenti. Lo spareggio non tornerà, dato che per una sua reintroduzione era necessaria una maggioranza di voti di 2/3.

10.11.2017, 06:202017-11-10 06:20:00
Sascha Cellina @laRegione

Cataldo e le finali: 'È giunto il momento di rompere questa maledizione' 

Il Mendrisio al giro di boa del gruppo 3 di Prima Lega (l’ultimo match del 2017, sabato contro l’Eschen Mauren, è valido già per il...

Il Mendrisio al giro di boa del gruppo 3 di Prima Lega (l’ultimo match del 2017, sabato contro l’Eschen Mauren, è valido già per il girone di ritorno) è terzo in classifica, a nove punti dal leader Bellinzona ma a una sola lunghezza dal leader Gossau. Bene no? Sì, se non fosse che non è certo la prima volta che i sottocenerini virano nelle parti alte della graduatoria, ma poi... «Poi al ritorno per un motivo o per l’altro molliamo – afferma Andrea Cataldo, che ormai da nove stagioni difende la porta momò e da cinque è pure capitano –. Capita tutti gli anni, è come una maledizione. Ma ho la sensazione che quest’anno potremmo finalmente spezzarla, perché l’ossatura della squadra è rimasta invariata e sono arrivati nuovi innesti di qualità come Regazzoni, Gennari, Calic, elementi che in...

9.11.2017, 22:332017-11-09 22:33:13
Sebastiano Storelli @laRegione

Rodriguez regala la vittoria alla Svizzera

La Svizzera è a un passo dai Mondiali in Russia. Si è infatti imposta 1-0 al Windsor Park di Belfast contro l'Irlanda del Nord nella sfida d'andata dello spareggio. La rete...

La Svizzera è a un passo dai Mondiali in Russia. Si è infatti imposta 1-0 al Windsor Park di Belfast contro l'Irlanda del Nord nella sfida d'andata dello spareggio. La rete decisiva l'ha messa a segno su calcio di rigore ricardo Rodriguez.

9.11.2017, 15:472017-11-09 15:47:34
@laRegione

L'Udinese spara contro la Nazionale: 'Per la Svizzera la salute di Behrami non sembra una priorità'

"La scelta della Nazionale è a tutti gli effetti una forzatura, sia per i tempi di convocazione, sia per...

"La scelta della Nazionale è a tutti gli effetti una forzatura, sia per i tempi di convocazione, sia per la salute del giocatore che appare non essere, a questo punto, una priorità per la Federazione svizzera". Il giocatore è Valon Behrami, rossocrociato in forza all'Udinese, oggetto suo malgrado di una contesa scoppiata ieri, quando il club italiano ne aveva chiesto il rientro immediato da Belfast, dove la Svizzera disputerà questa sera la prima partita dello spareggio con l'Irlanda del Nord che condurrà la vincente ai Mondiali.
In una nota stampa diramata poco fa, il direttore generale dell'Udinese Calcio Franco Collavino replica stizzito alle dichiarazioni rilasciate ieri in serata dall'entourage rossocrociato. “La Nazionale ha formalmente confermato che Behrami non è in condizioni di giocare, eppure non risponde alla nostra richiesta di un suo rientro. Siamo peraltro ancora in attesa di avere conferma da parte della Federazione svizzera, che Behrami non scenderà in campo stasera. Le dichiarazioni rese ieri da Vladimir Petkovic hanno confermato che probabilmente non sarà a disposizione, ma per noi questo non è sufficiente”.

Sulla questione della tempistica della convocazione, Collavino afferma che “nel corretto rapporto tra Club e Federazioni, la consuetudine di considerare elastici i termini è concreta; ma ciò non può valere quando viene ignorata la condizione fisica di un giocatore. Le regole sono fatte per essere rispettate; gli accordi tra Club e Federazioni possono basarsi sulla prassi quando tutte le parti sono d'accordo e non è questa la fattispecie”.

A proposito delle dichiarazioni dello stesso Valon Behrami, che aveva espresso la volontà di giocare, il DG dell'Udinese dice di “comprenderne il desiderio, la dedizione e la spinta agonistica, ma non condivido la posizione pubblicamente presa. I calciatori devono sempre tenere in considerazione - accanto al proprio spirito sportivo - il senso del dovere e le responsabilità verso il Club e i tifosi. Non è invece accettabile l'affermazione di Claudio Sulser, sul fatto che debba essere il giocatore il primo a verificare le proprie condizioni di salute. Tale ruolo spetta ai medici e ai fisioterapisti e credo non sia nemmeno necessario sottolinearlo”.