Bellinzonese

Oggi, 17:222017-07-25 17:22:56
@laRegione

Ferite leggere per un'anziana sulla strada del Bernina

Due auto si sono scontrate oggi sulla strada del Bernina, in località Sfazù. Una donna ha riportato ferite leggere. Lo segnala la Polizia grigionese indicando...

Due auto si sono scontrate oggi sulla strada del Bernina, in località Sfazù. Una donna ha riportato ferite leggere. Lo segnala la Polizia grigionese indicando che una vettura guidata da un 76.enne italiano ha invaso la corsia di contromano verso mezzogiorno, mentre stava percorrendo la strada del Bernina (in direzione dell’Ospizio), scontrandosi frontalmente con un altro veicolo che giungeva in senso inverso.

La donna, 71enne che accompagnava il 76enne, è stata portata all’Ospedale di Poschiavo con l’ambulanza per le cure mediche del caso. Ha riportato come detto ferite di lieve entità.

Oggi, 14:472017-07-25 14:47:29
@laRegione

David (Verdi):  commerci locali, i consiglieri comunali della Nuova Bellinzona diano l'esempio

Pagare una parte dei gettoni di presenza e delle indennità per le sedute di commissione con buoni...

Pagare una parte dei gettoni di presenza e delle indennità per le sedute di commissione con buoni acquisto da spendere nei commerci locali. È quanto chiede Ronnie David, consigliere comunale e co-coordinatore dei Verdi Ticino, con una mozione – co-firmata dalla collega di partito Michela Delcò Petralli e da Alessandro Lucchini (Unità di Sinistra/Pc) – denominata 'Diamo il buon esempio per favorire il commercio locale'.

Nel concreto: David e co-firmatari propongono che le indennità dei consiglieri comunali della Nuova Bellinzona vengano pagate nella misura del 10% in buoni acquisto utilizzabili nei negozi con sede in Città.

In questo modo si verrebbe incontro ai commerci di prossimità, che "l'avvento di numerose grandi superfici commerciali, gli acquisti on-line e all'estero hanno messo in difficoltà in maniera sempre più importante". Non solo: "si inizierebbe [anche] a mostrare la volontà della politica di sostenere il commercio locale", si legge nel testo della mozione. 


Oggi, 06:402017-07-25 06:40:00
Mattia Cavaliere @laRegione

Sobrio senza telefono e Tv: il disservizio continua

Sobrio ancora senza telefono fisso e televisione, come da fine giugno. Ce lo segnalano i residenti della località della Traversa, da noi raggiunti per verificare...

Sobrio ancora senza telefono fisso e televisione, come da fine giugno. Ce lo segnalano i residenti della località della Traversa, da noi raggiunti per verificare quanto annunciato da Swisscom nell’articolo in cui abbiamo dato notizia del disservizio ricondotto al maltempo (‘laRegione’ del 18 luglio), ossia che entro venerdì (21 luglio) sarebbe stato risolto tutto. Ebbene Swisscom indica ora alla ‘Regione’ che «l’entità del danno causato da una forte scarica» è risultata «in seconda analisi» «più estesa di quanto appurato in un primo tempo». Il cavo principale da Cavagnago a Sobrio – si precisa – è stato danneggiato in più punti. Di conseguenza i lavori di ripristino si sono protratti oltre il termine. Swisscom annota che sono già stati rimpiazzati circa 350 metri, dicendosi fiduciosa...

Oggi, 06:392017-07-25 06:39:01
Mattia Cavaliere @laRegione

Dipendenti Città: ecco l'apertura del Municipio

Otto, o più milioni di franchi, per venire incontro ai dipendenti comunali della nuova Bellinzona che hanno tra i 50 e i 58 anni. Questa la proposta del Municipio a...

Otto, o più milioni di franchi, per venire incontro ai dipendenti comunali della nuova Bellinzona che hanno tra i 50 e i 58 anni. Questa la proposta del Municipio a margine dell’assemblea straordinaria del personale convocata da Ocst e Vpod e Fronte unico dei dipendenti. La riunione, supplementare, indetta per rispondere ai dubbi sul cambiamento di regime (su cui gli interessati potranno votare sino a fine luglio), si è tenuta ieri a Giubiasco; a porte chiuse. All’entrata del Mercato coperto venivano controllati i nominativi. Ai giornalisti è stato detto di restare alla larga, solo il fotografo ha potuto entrare, prima delle discussioni. Matteo Pronzini, consigliere comunale e deputato Mps critico verso il Municipio è stato allontanato, pare da agenti. Anche il collega Paolo Locatelli (vicesegretario Ocst e consigliere comunale Ppd) non ha potuto ascoltare le osservazioni dei dipendenti e le rassicurazioni del Fronte unico. Atteggiamento che ha scatenato Pronzini. «Si teme il confronto e ciò – sentenzia alla ‘Regione’ – è grave, irrispettoso di dipendenti e dei cittadini; segno di approssimazione, superficialità»...

Ieri, 16:422017-07-24 16:42:51
@laRegione

Grande successo per gli ultimi Beatles Days coronati dalla presenza di Finardi e dei BeatBox

La forte pioggia di venerdì non ha spento il calore del pubblico accorso in piazza del Sole all’apertura dei...

La forte pioggia di venerdì non ha spento il calore del pubblico accorso in piazza del Sole all’apertura dei Bellinzona Beatles Days, tradizionale appuntamento organizzato dalla Fondazione del Patriziato bellinzonese giunto quest’anno alla 17esima edizione. Un successo confermato anche la sera successiva, con oltre 1’500 spettatori presenti alla “International Night” che ha proposto una serata-tributo ai cinquant’anni del capolavoro discografico “Sgt. Pepper’s Lonely Heart Club Band”. Soddisfatti gli organizzatori, che hanno apprezzato l’entusiasmo mostrato dai presenti per il programma di quest’anno. Due gli show che sono andati in scena la prima serata, quello del terzetto elvetico dei More Experience che, rivisitando i classici di Jimi Hendrix, è riuscito a vincere anche il nubifragio abbattutosi sulla Città. Ha poi concluso la serata il cantautore milanese Eugenio Finardi che, supportato da una giovanissima ma molto affiatata formazione, ha ripercorso tra canzoni e aneddoti il periodo più felice della sua carriera, la seconda metà degli anni Settanta, legato a canzoni indimenticabili come La Radio, Musica Ribelle, Non è nel cuore, Diesel e tante altre.

Il sabato sera – fortunatamente risparmiato dalla pioggia – è stato interamente beatlesiano e ha avuto anch’esso due esibizioni di grande rilievo. Quella di Marco Zappa, che ha celebrato i cinquant’anni di attività riproponendo alcuni dei più significativi successi dei Fab4 in un’originale chiave “ethno” affiancato da un gruppo di “friends”. Il gran finale è stato riservato all’anteprima europea del nuovo spettacolo dei BeatBox – la più importante e celebrata tribute band mondiale dei Beatles – quasi interamente dedicato a Sgt. Pepper’s: uno show sonoro e visivo ispirato all’atmosfera fiabesca e visionaria di quell’album che ha rapito il numerosissimo pubblico bellinzonese e che ora, dopo l’anteprima ticinese, sarà protagonista di una tournée internazionale che toccherà Germania, Francia, Inghilterra, Russia e molti altri Paesi anche al di fuori dell’Europa. Intanto la Fondazione del Patriziato di Bellinzona è già al lavoro per la prossima edizione, che si terrà da giovedì 26 a sabato 28 luglio 2018.

Ieri, 06:302017-07-24 06:30:00
Mattia Cavaliere @laRegione

Brillamento in Riviera: missione compiuta. Problema risolto?

Una tegola rotta e forse una finestra, da sostituire, di una casa nei paraggi, colpita da una scheggia. Questo il bilancio del brillamento effettuato...

Una tegola rotta e forse una finestra, da sostituire, di una casa nei paraggi, colpita da una scheggia. Questo il bilancio del brillamento effettuato domenica mattina di un blocco pericolante nella frazione di Cresciano. Una decina di giorni ancora e sarà tutto a posto sul tratto ferroviario tra Osogna e Claro: si provvederà a liberare il terrapieno di contenimento costruito nelle scorse settimane e a eseguire altri ancoraggi, come previsto. Il blocco roccioso è stato fatto brillare alle 5.15, hanno comunicato le Ffs. Alle «5.16» ha invece indicato Ivan Falconi, capodicastero Edilizia pubblica e privata del Comune di Riviera che ha seguito per il Municipio le operazioni all’alba. Tutti felici e contenti? Il sindaco di Riviera Raffaele de Rosa, che già peraltro aveva sollevato critiche...

23.7.2017, 10:392017-07-23 10:39:40
@laRegione

Cresciano, riuscita l'operazione di brillamento massi

È andato tutto secondo programma stamattina a Cresciano. I massi sopra la vecchia linea del San Gottardo sono stati fatti brillare. Le condizioni meteo hanno...

È andato tutto secondo programma stamattina a Cresciano. I massi sopra la vecchia linea del San Gottardo sono stati fatti brillare. Le condizioni meteo hanno permesso che l'operazione si svolgesse attorno alle cinque di stamane senza problemi, come ci conferma Ean Barelli della Sezione rischi naturali Ffs. Un'operazione che ha comportato la chiusura della linea ferroviaria, della strada cantonale e delle strade comunali, svoltasi con successo e senza alcun incidente. La linea ferroviaria (così come la strada cantonale) è stata riaperta alle 05.40: nessun treno ha dovuto essere soppresso o ha subito ritardi.
Nelle prossime settimane si procederà alla pulizia completa della zona e si andrà a ricoprire il terrapieno di contenimento.Anche i residenti nel raggio di trecento metri di distanza dal luogo del brillamento hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni. Pure da questo punto di vista, tutto è filato liscio. La decisione di far brillare le rocce invece di assicurarle sul posto è stata presa perché i massi erano già staccati dalla parete e risultavano solo appoggiati.

22.7.2017, 07:352017-07-22 07:35:18
Samantha Ghisla @laRegione

'Basta rumori e vibrazioni': De Rosa chiede a Berna di spostare in galleria la linea ferroviaria in Riviera

La serata informativa di giovedì sera sul...

La serata informativa di giovedì sera sul brillamento previsto domani all'alba a Cresciano è stata anche l’occasione per far sentire alle Ffs la voce del Comune di Riviera che rivendica le gallerie ferroviarie al posto della linea a cielo aperto che scorre attraverso gli abitati. La richiesta è giunta dal sindaco della nuova realtà scaturita dopo l’aggregazione Raffaele De Rosa, granconsigliere Ppd sensibile ai temi legati ai trasporti e alle regioni periferiche. Basti pensare agli atti parlamentari presentati negli anni per chiedere alcune fermate dei convogli AlpTransit anche alla stazione di Biasca e a quelli per garantire un futuro alla linea del Gottardo.

Il tema non è di certo nuovo. Delle rampe di accesso ad AlpTransit si parla da anni e, ancora nel 2014, l’allora sindaco di Osogna Alberto Pellanda si era rivolto al direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali durante un momento ufficiale auspicando che il dialogo con Berna si riaprisse grazie all’impegno da parte del Consiglio di Stato. Stando agli ultimi intendimenti della Confederazione, il progetto sarebbe infatti congelato fino al 2050.

Ora però il Comune ha una nuova freccia al suo arco: De Rosa ha infatti sottolineato che rispetto a quanto preventivato, la realizzazione di AlpTransit dovrebbe costare circa 300 milioni di franchi in meno. «Alla luce di questo risparmio chiediamo che il progetto in Riviera venga ripreso. Secondo le stime, spostare in galleria la linea ferroviaria costerebbe 500 milioni. Riteniamo che con i 300 milioni risparmiati si possa realizzare subito almeno un tubo», ha sottolineato il sindaco, annunciando che tornerà alla carica rivolgendosi sia al governo ticinese, sia alla Deputazione alle camere federali.

In Riviera, ha fatto notare, è presente un collo di bottiglia unico in Svizzera, con due binari che si sobbarcano tutto il traffico passeggeri e merci in transito sulla linea nord-sud. Oltre al rumore, un disagio per i residenti è rappresentato dalle vibrazioni che in alcuni casi hanno anche creato crepe negli edifici. Più persone giovedì sera hanno infatti sottolineato che misurazioni in tal senso sono state effettuate dalle Ffs, ma i risultati non sono mai stati resi noti.

21.7.2017, 18:372017-07-21 18:37:24
Samantha Ghisla @laRegione

Un cane e un gatto morti a Biasca: colpa del veleno per lumache

Basta poco per mettere a repentaglio la vita degli animali domestici. Ne sanno qualcosa i proprietari di un gatto e quelli di un chihuahua che...

Basta poco per mettere a repentaglio la vita degli animali domestici. Ne sanno qualcosa i proprietari di un gatto e quelli di un chihuahua che abitano in zona Aldi a Biasca, che negli scorsi giorni hanno trovato morto il proprio animale (nel caso del gatto) e tentato invano di salvare il cane. Nel secondo caso le analisi effettuate dal veterinario dopo la morte del chihuahua hanno rivelato che ad uccidere il cane è stato del veleno per lumache. Molto probabilmente la stessa sostanza ingerita anche dal felino. "Abitiamo vicino ad alcuni orti e probabilmente il veleno per lumache era presente lì. Secondo il veterinario, in certi casi basta poco per nuocere ai piccoli animali, anche solo annusare tale veleno", ci racconta la proprietaria del gatto che ora desidera raccomandare a tutti di prestare attenzione.

Nonostante le molte vicende di bocconi avvelenati a Biasca in passato, in questo caso il motivo non dovrebbe dunque essere un gesto ignobile. "Il mio gatto aveva 12 anni e usciva sempre di casa. Se avessero voluto ucciderlo l'avrebbero fatto prima", aggiunge la donna. In caso di presunta morte per avvelenamento, il consiglio del presidente della Società protezione animali di Bellinzona Emanuele Besomi è quello di far effettuare le apposite analisi e, se i risultati lo confermano, sporgere una denuncia penale.

La vicenda è emersa dopo un post pubblicato sulla pagina Facebook dell'Associazione Angels4Animals, finanziata da donatori e formata da volontari che dedicano il proprio tempo agli animali con azioni concrete e annunci di vario genere. Dal canto suo l'associazione ritiene che sia esagerato parlare di fatalità e sottolinea: “Questo genere di prodotti dovrebbe essere vendutp solo a professionisti del settore vista la loro pericolosità”.

21.7.2017, 18:252017-07-21 18:25:53
@laRegione

Uccise la moglie a martellate a Bellinzona, Aziz ritorna libero

Era il 24 luglio del 2005 quando, nel loro appartamento di Pratocarasso a Bellinzona, Ajmal Aziz uccide a martellate la sua giovane moglie. Sullo...

Era il 24 luglio del 2005 quando, nel loro appartamento di Pratocarasso a Bellinzona, Ajmal Aziz uccide a martellate la sua giovane moglie. Sullo sfondo un matrimonio combinato fra Svizzera e Pakistan, lo scontro con uno stile di vita (quello della moglie) ritenuto inaccettabile, il timore di un divorzio che lo avrebbe riportato in Pakistan. Per quel delitto, a suo tempo definito “mostruoso”, Aziz venne condannato a 18 anni di carcere.

Ora, 12 anni dopo, con due terzi della pena scontati, Aziz si appresta ad uscire dal carcere, come anticipato dalla Rsi. Una liberazione condizionale che lo vedrà immediatamente rimpatriato in Pakistan. La decisione è stata presa ieri dal giudice dei provvedimenti coercitivi, Maurizio Albisetti. I preavvisi sono statti tutti favorevoli, la sua condotta in carcere sarebbe stata sempre irreprensibile. 


21.7.2017, 14:572017-07-21 14:57:03
Samantha Ghisla @laRegione

C'è polemica sulla comunicazione tardiva delle Ffs per il brillamento di Cresciano

Comunicazione arrivata troppo tardi sia al Municipio, sia alla popolazione: è questa l'accusa sollevata dal sindaco di...

Comunicazione arrivata troppo tardi sia al Municipio, sia alla popolazione: è questa l'accusa sollevata dal sindaco di Riviera Raffaele De Rosa ieri sera in occasione di una serata pubblica organizzata dalle Ffs a Cresciano, dove domenica mattina attorno alle 5 verranno fatti brillare alcuni massi che incombono sulla vecchia linea del Gottardo.

Ricordiamo che per motivi precauzionali tutti i residenti di una ventina di abitazioni situate nel raggio di 300 metri dall'esplosione controllata dovranno lasciare casa per un paio d'ore. De Rosa ha sottolineato che è giusto intervenire se la situazione effettivamente lo richiede, ma l'informazione al Municipio sarebbe dovuta essere più tempestiva. Un paio di giorni fa i residenti che dovranno lasciare l'abitazione domenica mattina all'alba sono stati informati dalle Ffs con una lettera e l'invito a partecipare alla serata pubblica. 

Il sindaco lamentava però la mancata comunicazione a tutti gli altri abitanti del paese, che conta in totale circa 700 persone. Il portavoce delle Ffs ha assicurato che un volantino era stato inviato e da nostre verifiche emerso che è effettivamente stato recapitato stamattina nelle bucalettere di Cresciano e di Lodrino, ma non nella frazione di Loderio. Considerato il grande botto che verrà generato, secondo il sindaco sarebbe stato necessario inviarlo in tutti i fuochi di tutto il Comune e non solo nei quartieri più vicini.  "Si tratta di eventi poco prevedibili e abbiamo deciso nel corso degli ultimi 7-8 giorni di intervenire, cercando di organizzare tutto nel minor tempo possibile", spiega da noi contattato il portavoce delle Ffs Patrick Walser, il quale sottolinea la grande comprensione e collaborazione mostrata da parte dei cittadini coinvolti.

Durante la serata c'è anche chi ha chiesto che venga fatto un controllo porta a porta per assicurarsi che nessuno si dimentichi, non senta la sveglia o stia male al momento in cui sarà necessario abbandonare l'area e recarsi all'ostello del paese per la colazione offerta. Per scongiurare quest'eventualità, è stato assicurato che verrà effettuato un appello nel punto di ritrovo. 

Di seguito, il volantino recapitato oggi:

21.7.2017, 08:462017-07-21 08:46:18
@laRegione

Sei minorenni sotto inchiesta per 17 furti commessi nel Bellinzonese

Furto, danneggiamento, violazione di domicilio e contravvenzione alla legge stupefacenti. Sono queste le ipotesi di reato di cui dovranno...

Furto, danneggiamento, violazione di domicilio e contravvenzione alla legge stupefacenti. Sono queste le ipotesi di reato di cui dovranno rispondere sei minorenni di età compresa tra i 16 e i 17 anni, sospettati di avere commesso 17 furti tra Bellinzona, Giubiasco, S. Antonino e Gudo, racimolando 25mila franchi di refurtiva e causando oltre 20mila franchi di danni. Magistratura dei minorenni e Polizia cantonale hanno concluso nei giorni scorsi l'inchiesta nei loro confronti. Per cinque di loro c'è stato un periodo di carcerazione preventiva.

21.7.2017, 08:052017-07-21 08:05:00
@laRegione

Raccolta fondi a sostegno dei figli della 24enne eritrea morta a Bellinzona

La comunità eritrea vuole aiutare la famiglia della 24enne morta cadendo dal suo balcone lo scorso 3 luglio a Bellinzona. La raccolta...

La comunità eritrea vuole aiutare la famiglia della 24enne morta cadendo dal suo balcone lo scorso 3 luglio a Bellinzona. La raccolta fondi, riferisce il CdT, ha l'obiettivo di dare un sostegno ai figli della donna (di 2 e 4 anni) e raccogliere fondi per pagare i costi del rimpatrio della salma in Eritrea.

21.7.2017, 07:382017-07-21 07:38:15
@laRegione

Spartyto porta a Biasca gli Articolo 31

Manca poco più di un mese, ma la numero 27 si preannuncia un’edizione coi fiocchi per Spartyto, manifestazione biaschese che quest’anno porterà nel Borgo la band campione d’...

Manca poco più di un mese, ma la numero 27 si preannuncia un’edizione coi fiocchi per Spartyto, manifestazione biaschese che quest’anno porterà nel Borgo la band campione d’incassi negli anni novanta. Gli Articolo 31 2.0 capitanati da Dj Jad si ripropongono con sei elementi (quattro musicisti e due voci di cui una femminile). Ripartiti da Bologna col concerto del 1° maggio, sono in tour in tutta Italia prima dell’uscita del nuovo album: quella di Biasca sarà la loro unica data svizzera. Sarà l’occasione di riassaporare vecchi e nuovi brani. Ma il concerto di venerdì 25 agosto, per Spartyto Young, inizia con due tapper di casa nostra, Cristian Margelia e Chris Laway, che si alterneranno sul palco prima degli italiani Gionny Scandal e Raige (che con Giulia Luzi ha partecipato a Sanremo 2017). Visto il target giovane a cui la serata è rivolta, il biglietto è in prevendita su biglietteria.ch 17 franchi (20 franchi sul posto).

Spartyto prosegue sabato 26 agosto con l’ormai tradizionale “Notte dei tributi” (10 franchi). Come consuetudine, nella scelta dei gruppi gli organizzatori hanno spaziato fra vari generi. Saranno presentati i tributi a Claudio Baglioni, Brian Adams, Lady Gaga Show (con quattro ballerini) e ai Muse. In apertura di serata ci sarà una chicca fortemente voluta dal Comitato, con l’esibizione del Coro di giovani e giovanissimi, Filling the Music del Piccolo Coro Arcobaleno a Pois che interpreta brani di musica Pop e Rock (Vasco Rossi, Ligabue e la cover di Occidentali’s Karma che su YouTube ha totalizzato più di 19 milioni di visualizzazioni).

Tra le attività collaterali ci sarà la terza edizione della Motorinada, che prevede giro della Val di Blenio, aperitivo e ritorno in piazza per la maccheronata offerta. Nel pomeriggio prove di abilità coi motorini e l’arrivo dei Biker di Harley Davidson Club Ticino per un gemellaggio tra le due Associazioni, visto che per il Rombo Day, gli organizzatori hanno decretato un anno di pausa. Sempre nel pomeriggio palestra d’arrampicata con Dicastero Sport di Biasca e G+S, animazioni e giochi per i più piccoli. Alla fine dei concerti del sabato sera bus gratuiti in direzione Bellinzona, Olivone ed Airolo. Da non dimenticare il fine benefico della manifestazione: il ricavato sarà devoluto all’Associazione ticinese riabilitazione equestre (Atre) di Claro. Ulteriori informazioni su www.spartyto.ch.

21.7.2017, 06:592017-07-21 06:59:18
Samantha Ghisla @laRegione

Trasporto di cocaina da Berna al Ticino: 22 mesi di carcere ed esplusione dalla Svizzera per un dominicano 

Dovrà scontare 22 mesi di carcere e non più mettere piede in Svizzera per 9 anni il 30enne di...

Dovrà scontare 22 mesi di carcere e non più mettere piede in Svizzera per 9 anni il 30enne di nazionalità dominicana che lo scorso anno è stato fermato mentre, assieme a due connazionali, trasportava un carico di droga da Berna al Ticino. Quasi 190 i grammi di cocaina rinvenuti nella vettura in cui l’imputato era passeggero. La sentenza è stata pronunciata ieri dalla presidente dalla Corte delle assise correzionali Rosa Item al termine del dibattimento svoltosi a Lugano. Mentre per gli altri due complici la vertenza si è risolta tramite rito abbreviato, in questo caso l’imputato ha tentato di battersi dinanzi alla Corte per evitare di dover lasciare la Svizzera. In Ticino, dove il 30enne risiede, vivono infatti due suoi figli. Il suo difensore, l’avvocato Stefano Genetelli, aveva appunto chiesto alla Corte di evitare l’espulsione in considerazione della sua situazione familiare. Accogliendo sostanzialmente la richiesta di pena promossa dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti – che chiedeva 23 mesi di detenzione – la giudice Item ha applicato l’articolo 66 del Codice penale, che prevede l’espulsione da 5 a 15 anni in caso di stranieri condannati per reati tra cui l’infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. A pesare sulla commisurazione della pena sono stati anche alcuni precedenti specifici.

21.7.2017, 06:002017-07-21 06:00:00
Mattia Cavaliere @laRegione

Le pensioni scaldano l’estate in città

Traspira nervosismo nella Nuova Bellinzona sulla consultazione, obbligatoria, sulla nuova cassa pensioni della Città aggregata che sostituirà le 13 esistenti. Entro fine...

Traspira nervosismo nella Nuova Bellinzona sulla consultazione, obbligatoria, sulla nuova cassa pensioni della Città aggregata che sostituirà le 13 esistenti. Entro fine mese i 1’200 dipendenti che hanno ricevuto a casa il materiale di voto dovranno imbucare la scheda; poi ci sarà il voto del Consiglio comunale. Il cambiamento non appare a tutti di facile comprensione. L’assemblea straordinaria di lunedì 24 luglio (alle 16.30 al Mercato coperto di Giubiasco) si annuncia «assai» partecipata. Tra i più battaglieri il Movimento per il socialismo, ma non solo. Eppure il cambiamento proposto dal Municipio è stato condiviso dalla Commissione del personale con Vpod e Ocst. Non da tutti i partigiani dei sindacati però. Paolo Locatelli (vicesegretario Ocst e consigliere comunale Ppd) è...

20.7.2017, 11:542017-07-20 11:54:47
@laRegione

Scoppiano due gomme a un camion a Castasegna

Esplosi due pneumatici di un camion ieri mattina al valico di confine di Castasegna. I pezzi di gomma hanno danneggiato il parabrezza di un’auto di passaggio verso la...

Esplosi due pneumatici di un camion ieri mattina al valico di confine di Castasegna. I pezzi di gomma hanno danneggiato il parabrezza di un’auto di passaggio verso la Svizzera senza, fortunatamente, ferire nessuno. L'incidente è capitato attorno alle 11.20. Il camion era fermo al valico. 

L’autista dell’autoarticolato si era fermato alla frontiera per completare le formalità doganali. I due pneumatici, anteriori, sono esplosi improvvisamente probabilmente a causa del surriscaldamento, indica in un comunicato odierno la polizia grigionese ripreso dall'Ats.

Si crede che l’utilizzo intenso dei freni durante la discesa dal passo del Maloja avrebbe riscaldato eccessivamente i cerchioni e fatto fondere la gomma delle ruote. Anche parecchio tempo dopo l’incidente i cerchioni avevano ancora una temperatura di diverse centinaia di gradi.

 

20.7.2017, 11:322017-07-20 11:32:21
@laRegione

Giubiasco-Bellinzona, dal treno al taxi per alcune notti

Tra domenica e lunedì, dal 23 luglio al 28 agosto 2017 prossimi, le corse notturne Tilo S10 e S20 tra le stazioni di Giubiasco e Bellinzona saranno...

Tra domenica e lunedì, dal 23 luglio al 28 agosto 2017 prossimi, le corse notturne Tilo S10 e S20 tra le stazioni di Giubiasco e Bellinzona saranno soppresse e sostituite con un servizio di taxi dalla mezzanotte alle 04.50. La misura, fa sapere Tilo, si è resa necessaria a causa di lavori di manutenzione e rinnovo della linea.

In dettaglio nelle notti 23-24 luglio e 30-31 luglio, 6-7, 13-14, 20-21 e 27-28 verranno i seguenti colegamenti soppressi e sostituiti da un servizio taxi :

•S20 con partenza da Locarno alle 00.05 e arrivo a Giubiasco alle 00.24

•S10 con partenza da Chiasso alle 23.57 e arrivo a Giubiasco alle 00.51

•S20 con partenza da Locarno alle 00.35 e arrivo a Giubiasco alle 00.54

•S10 con partenza da Chiasso alle 00.27 e arrivo a Giubiasco alle 01.21

Sono da prevedere tempi di percorrenza più lunghi di circa 10 minuti.

Si consiglia alla clientela di consultare l’orario online. Per i viaggiatori diversamente abili, che necessitano di assistenza per la salita e discesa dai mezzi di trasporto pubblico, è possibile contattare il numero gratuito 0800 007 102 (dalla Svizzera) o il numero +41 512 257 844 (dall'estero). Il trasporto di biciclette non è possibile.

20.7.2017, 08:252017-07-20 08:25:41
@laRegione

L'Acb ha debiti per 7 milioni

Ammonterebbe a meno di 7 milioni di franchi il debito cumulato dall'Associazione calcio Bellinzona Sa. Secondo quanto riferito oggi, giovedì, dal CdT, sarebbe questa la cifra esatta del '...

Ammonterebbe a meno di 7 milioni di franchi il debito cumulato dall'Associazione calcio Bellinzona Sa. Secondo quanto riferito oggi, giovedì, dal CdT, sarebbe questa la cifra esatta del 'buco' della società granata. La procedura di fallimento si è conclusa il 26 aprile scorso, ma da tempo si attendeva di conoscere i reali contorni della situazione finanziaria. Nel frattempo, fra i creditori c'è chi sta cercando di recuperare parte del denaro.

20.7.2017, 06:302017-07-20 06:30:00
@laRegione

L'ospedale San Giovanni abbandona la nafta e diventa green

di Nicola Morandi

‘Una scelta etica ecosostenibile’, assicura l’ingegnere Damiano Dagani. Ogni anno verrà risparmiato mezzo milione di litri di...

di Nicola Morandi

‘Una scelta etica ecosostenibile’, assicura l’ingegnere Damiano Dagani. Ogni anno verrà risparmiato mezzo milione di litri di olio combustibile. di Nicola Morandi Tira aria pulita all’ospedale bellinzonese San Giovanni. Da un paio di mesi, infatti, è stato cambiato il vettore energetico, optando per il teleriscaldamento al posto della nafta. «Con il passaggio a un’energia rinnovabile il vantaggio principale – spiega a ‘laRegione’ l’ingegnere del San Giovanni Damiano Dagani – consiste nella rinuncia a circa mezzo milione di litri di olio combustibile l’anno». Altri punti favorevoli sono evidenziati da Adriano Galli, un responsabile progettuale di Teris: «Non c’è più la necessità di stoccare l’olio nei tradizionali serbatoi. Non sarà nemmeno necessario pulire la...