Calcio

Ieri, 06:502017-09-23 06:50:00
@laRegione

Constantin non si scusa, ma rischia grosso

Il caso-Constantin ha fatto la prima pagina di molti quotidiani in giro per il mondo. Non capita spesso di vedere un presidente venire alle mani con un opinionista...

Il caso-Constantin ha fatto la prima pagina di molti quotidiani in giro per il mondo. Non capita spesso di vedere un presidente venire alle mani con un opinionista televisivo. E il presidente del Sion ieri, in conferenza stampa, non si è pentito: «Non è stato un esempio edificante, schiaffeggiare qualcuno non è la cosa migliore da fare. È stata una reazione un po’ troppo... vallesana», ha affermato». Ma ha subito aggiunto: «Rimpianti? Ho il rimpianto che Fringer non abbia smesso di attaccarmi». Denunce (di Fringer e di Teleclub), controdenunce (dello stesso Constantin) e inchiesta disciplinare della Swiss Football League. E il primo verdetto sarà proprio quello della Lega che in tempi brevi deciderà una sanzione che può andare dall’ammonimento al bando da tutte le attività legate al...

22.9.2017, 11:572017-09-22 11:57:58
@laRegione

Constantin si dimette dal comitato di Sion 2026

Il presidente del Sion Constantin si è dimesso dalla sua carica di membro del comitato che vuole portare e organizzare a Sion le Olimpiadi del 2026. La decisione è...

Il presidente del Sion Constantin si è dimesso dalla sua carica di membro del comitato che vuole portare e organizzare a Sion le Olimpiadi del 2026. La decisione è stata presa a causa dell'aggressione ai danni di Rolf Fringer. "Sino a quando non ci sarà un epilogo soddisfacente in questa storia, Constantin resterà fuori dal comitato", ha affermato Jean-Philippe Rochat, presidente del comitato, ai colleghi de "Le Nouvelliste".

21.9.2017, 21:492017-09-21 21:49:01
Sebastiano Storelli @laRegione

Lugano sottotono, il Sion ringrazia

Seconda sconfitta consecutiva per il Lugano in Super League. Il Sion nella rirpesa è passato due volte grazie a Schneuwly e Lenjani, mentre la rete di Golemic è giunta a 3' dal 90...

Seconda sconfitta consecutiva per il Lugano in Super League. Il Sion nella rirpesa è passato due volte grazie a Schneuwly e Lenjani, mentre la rete di Golemic è giunta a 3' dal 90', troppo tardi per provare a reagire. Brutta sconfitta al termine di una prestazione al di sotto delle aspettative.

20.9.2017, 21:482017-09-20 21:48:36
@laRegione

Ottimo affare del Chiasso

Impegnato contro l'Aarau al Riva IV, il Chiasso si è imposto 1-0. Il gol decisivo è stato segnato da Ceesay dopo appena sei minuti di gioco. I rossoblù salgono così al quarto posto della...

Impegnato contro l'Aarau al Riva IV, il Chiasso si è imposto 1-0. Il gol decisivo è stato segnato da Ceesay dopo appena sei minuti di gioco. I rossoblù salgono così al quarto posto della classifica con nove punti, a pare merito con il Vaduz.

20.9.2017, 19:442017-09-20 19:44:36
@laRegione

Fifa, nuova inchiesta contro il Chelsea

Il Chelsea torna nel mirino della Fifa. Ed è la terza volta che capita in nemmeno dieci anni. Stavolta – secondo quanto anticipa il quotidiano inglese Times – il club di...

Il Chelsea torna nel mirino della Fifa. Ed è la terza volta che capita in nemmeno dieci anni. Stavolta – secondo quanto anticipa il quotidiano inglese Times – il club di Premier League finisce nel mirino della Federcalcio internazionale a causa di irregolarità nel trasferimento di giocatori minorenni. Pur se, per il momento, non ci sono conferme. «Confermiamo l'apertura dell'inchiesta, ma non possiamo fornire alcun dettaglio essendo in corso un'indagine» rivela il portavoce della Fifa all'agenzia France Presse. Citato dal Times, invece, il Chelsea si limita ad affermare «di rispettare gli statuti e i regolamenti Fifa».

20.9.2017, 18:392017-09-20 18:39:48
@laRegione

La finale di Champions League del 2019 a Madrid

La finale della Champions League del 2019 si svolgerà il primo giugno nell'Estadio Metropolitano, il nuovo impianto dell'Atletico Madrid, fresco d'inaugurazione e che...

La finale della Champions League del 2019 si svolgerà il primo giugno nell'Estadio Metropolitano, il nuovo impianto dell'Atletico Madrid, fresco d'inaugurazione e che può contenere quasi 68'000 spettatori.

La finale di Europa League si terrà invece il 29 maggio a Baku (Azerbaigian).

20.9.2017, 17:262017-09-20 17:26:50
@laRegione

Troppi pochi spettatori: multato il Celta Vigo

Sembra una barzelletta, ma non lo è: il Celta Vigo è stato multato dalla "Liga"perchè le presenze sugli spalti non hanno raggiunto il 70% della capienza massima dello...

Sembra una barzelletta, ma non lo è: il Celta Vigo è stato multato dalla "Liga"perchè le presenze sugli spalti non hanno raggiunto il 70% della capienza massima dello stadio. 
Uno degli obiettivi del calcio spagnolo è quello di mostrare all'estero una buona immagine e da quest'anno vige la regola del riempimento dello stadio. Chi non la raggiunge viene multato. Tanti seggiolini vuoti in effetti non sono una buona promozione.

La capienza del Balaidos, lo stadio del Celta, è di circa 32mila spettatori. Contro Real Sociedad e Alaves le presenze registrate sono state solo attorno alle 17mila. Il club iberico ha ora deciso di abbassare i prezzi del biglietto nel tentativo di evitare ulteriori multe. 

Se questa regola fosse in vigore in Svizzera, diversi club sarebbero confrontati a problemi simili a quelli del Celta, primo su tutti il Gc.

18.9.2017, 18:512017-09-18 18:51:00
@laRegione

Penalizzazione: Il Chiasso non ci sta

Il Chiasso ha comunicato che, in seguito alla sentenza odierna del tribunale di ricorso che rende definitiva la decurtazione di tre punti, ha dato mandato ai propri legali di...

Il Chiasso ha comunicato che, in seguito alla sentenza odierna del tribunale di ricorso che rende definitiva la decurtazione di tre punti, ha dato mandato ai propri legali di presentare ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna. 

18.9.2017, 12:172017-09-18 12:17:57
@laRegione

Il vallesano Martin Schmidt è ...

Il vallesano Martin Schmidt è il nuovo allenatore del Wolfsburg. Il 50enne è reduce da un'esperienza sulla panchina del Mainz.

Il vallesano Martin Schmidt è il nuovo allenatore del Wolfsburg. Il 50enne è reduce da un'esperienza sulla panchina del Mainz. 

18.9.2017, 11:212017-09-18 11:21:14
@laRegione

René Weiler licenziato

L'allenatore elvetico René Weiler è stato licenziato dall'Anderlecht, formazione del massimo campionato belga. Il 44enne era in carica dalla scorsa stagione. Nello scorso campionato Weiler portò...

L'allenatore elvetico René Weiler è stato licenziato dall'Anderlecht, formazione del massimo campionato belga. Il 44enne era in carica dalla scorsa stagione. Nello scorso campionato Weiler portò l'Anderlecht alla conquista del titolo. Quest'anno la squadra belga ha invece vinto solo 2 partite su 7 ed è al nono posto in classifica. 

17.9.2017, 18:192017-09-17 18:19:58
@laRegione

Negli ottavi il Lugano andrà a Schötz

Effettuato il sorteggio degli ottavi di finale di Coppa Svizzera. Il Lugano affronterà in trasferta lo Schötz, formazione di Prima Lega. Le partite sono in programma il 25 e 26...

Effettuato il sorteggio degli ottavi di finale di Coppa Svizzera. Il Lugano affronterà in trasferta lo Schötz, formazione di Prima Lega. Le partite sono in programma il 25 e 26 ottobre.

Le altre sfide:
Stade Nyonnais (Promotion League) - Thun
Rapperswil - Basilea
Stade Lausanne (Promotion League) - Zurigo
Losanna - Grasshopper
Delémont  (Prima Lega) - San Gallo
Echallens (Prima Lega) - Lucerna
Münsingen (Prima Lega) - Young Boys

17.9.2017, 16:272017-09-17 16:27:52
@laRegione

Gerndt e Da Costa salvano il Lugano

Da Costa e Gerndt spingono il Lugano negli ottavi di finale di Coppa Svizzera. Nel canton Berna i bianconeri hanno superato 1-0 il Köniz con una rete dello svedese al 93'… Ma...

Da Costa e Gerndt spingono il Lugano negli ottavi di finale di Coppa Svizzera. Nel canton Berna i bianconeri hanno superato 1-0 il Köniz con una rete dello svedese al 93'… Ma cinque minuti prima avevano clamorosamente rischiato di andare sotto quando Christian Miani si era presentato sul dischetto del rigore per un fallo commesso da Yao: proprio come successo a Beer Sheva, però, il portiere dei ticinesi ha compiuto il miracolo, tenendo a galla il vascello. Il Lugano ha faticato tantissimo per avere la meglio della compagine bernese, dimostrando poca lucidità nell'aggirare la munita difesa avversaria. Tutto è bene quel che finisce bene, ma il Lugano ha rischiato di subire la terza sconfitta nelle ultime tre partite...

17.9.2017, 13:032017-09-17 13:03:01
@laRegione

Se è spento Eugenio Bersellini

L'ex allenatore Eugenio Bersellini è morto all'età di 81 anni. L'italiano guidò nella sua carriera l'Inter per cinque stagioni, dal 1977 al 1982, conquistando due volte la Coppa Italia...

L'ex allenatore Eugenio Bersellini è morto all'età di 81 anni. L'italiano guidò nella sua carriera l'Inter per cinque stagioni, dal 1977 al 1982, conquistando due volte la Coppa Italia e lo Scudetto 1979/80.

Soprannominato 'il sergente di ferro' per i suoi metodi, Bersellini ha allenato tra gli altri anche Torino, Sampdoria (con cui vinse una Coppia Italia nel 1985) e Fiorentina. Dal 1998 al 1999 è stato il selezionatore della Libia.

16.9.2017, 21:322017-09-16 21:32:07
@laRegione

Termina ai 16esimi di finale l...

Termina ai 16esimi di finale l'avventura del Locarno in Coppa Svizzera. I ticinesi vengono sconfitti al Lido 4-1 dallo Stade Nyonnais (Prima Lega Promotion). Fuori lo Sciaffusa, battuto 1-0 dal Münsingen (Prima Lega).

Termina ai 16esimi di finale l'avventura del Locarno in Coppa Svizzera. I ticinesi vengono sconfitti al Lido 4-1 dallo Stade Nyonnais (Prima Lega Promotion). Fuori lo Sciaffusa, battuto 1-0 dal Münsingen (Prima Lega). 

16.9.2017, 18:352017-09-16 18:35:26
@laRegione

Clamoroso! Il Sion di Paolo Tr...

Clamoroso! Il Sion di Paolo Tramezzani è stato eliminato nei 16esimi di finale della Coppa Svizzera dallo Stade Lausanne-Ouchy (Prima Lega Promotion). I vodesi si sono imposti 2-1 dopo i supplementari.

Clamoroso! Il Sion di Paolo Tramezzani è stato eliminato nei 16esimi di finale della Coppa Svizzera dallo Stade Lausanne-Ouchy (Prima Lega Promotion). I vodesi si sono imposti 2-1 dopo i supplementari.

16.9.2017, 03:442017-09-16 03:44:55
@laRegione

L'elvetico Marcel Koller non s...

L'elvetico Marcel Koller non sarà più l'allenatore dell'Austria. A fine anno scade il mandato. La Federazione austriaca ha comunicato che non verrà rinnovato. Koller era in carica dal 2011 e portò gli austriaci all'Euro 2016.

L'elvetico Marcel Koller non sarà più l'allenatore dell'Austria. A fine anno scade il mandato. La Federazione austriaca ha comunicato che non verrà rinnovato. Koller era in carica dal 2011 e portò gli austriaci all'Euro 2016.

15.9.2017, 10:552017-09-15 10:55:39
Sebastiano Storelli @laRegione

Lugano, risveglio muscolare e poi partenza

Risveglio muscolare stamattina per il Lugano dopo l'impegno di ieri sera in Europa League. I giocatori scesi in campo contro il Beer Sheva si sono allenati nella palestra...

Risveglio muscolare stamattina per il Lugano dopo l'impegno di ieri sera in Europa League. I giocatori scesi in campo contro il Beer Sheva si sono allenati nella palestra dell'albergo agli ordini del preparatore atletico Nicolas Dyon, mentre chi non ha giocato (o ha giocato poco) si è recato al campo d'allenamento con Pier Tami. Un'oretta abbondante di esercizi, poi un veloce rientro in albergo e la partenza alla volta dell'aereoporto. Il volo di ritorno in Svizzera, una volta sbrigate le lunghe formalità di dogana e sicurezza, partirà alle 16.30 e l'arrivo a Malpensa è previsto per le 19.30. Domani mattina la squadra sosterrà un allenamento a Cornaredo, poi nel pomeriggio partirà alla volta dic Köniz dove domenica sarà impegnata nei sedicesimi di Coppa Svizzera. L'intenso programma dei bianconeri proseguirà con la sfida infrasettimanale di Super League contro il Sion di Tramezzani (giovedì alle 20 a Cornaredo), appuntamento di fondamentale importanza dopo le sconfitte di Berna e Beer Sheva.

14.9.2017, 22:562017-09-14 22:56:39
Sebastiano Storelli @laRegione

Lugano battuto, ma nella ripresa ha spinto e reagito

Termina con una sconfitta (1-2) la partita d'esordio in Europa League. Bianconeri sotto nel punteggio già al 2', e protagonisti di un primo tempo troppo timoroso...

Termina con una sconfitta (1-2) la partita d'esordio in Europa League. Bianconeri sotto nel punteggio già al 2', e protagonisti di un primo tempo troppo timoroso, segnato in maniera negativo dalla rete incassata in avvio. Nella ripresa Tami muta lo schieramento (4-2-3-1, con Yao e Bottani in evidenza) e la squadra reagisce. Un rigore, il secondo (il primo è stato respinto da Da Costa nel primo tempo) ha portato il Beer Sheva sul 2-0, ma un'autorete ha riaperto le speranze degli ospiti, fattisi più convinti e diventati padroni del campo. Non è però stato sufficiente per agguantare il pareggio. 

14.9.2017, 20:472017-09-14 20:47:54
@laRegione

Europa League: lo Young Boys pareggia

Lo Young Boys, all'esordio in Europa League, ha pareggiato 1-1 contro il Partizan Belgrado. Serbi dapprima in vantaggio grazie a Marko Jankovic all'11', il pareggio locale è...

Lo Young Boys, all'esordio in Europa League, ha pareggiato 1-1 contro il Partizan Belgrado. Serbi dapprima in vantaggio grazie a Marko Jankovic all'11', il pareggio locale è arrivato 3' più tardi con Christian Fassnacht. I bernesi hanno sprecato troppe occasioni e nel finale hanno rischiato la beffa.

Nell'altra partita del gruppo B, la Dinamo Kiev ha sconfitto gli albanesi del Skënderbeu 3-1.

14.9.2017, 17:212017-09-14 17:21:12
Sebastiano Storelli @laRegione

Beer Sheva, città 'calda' nonostante l'apparente indifferenza

Mancano poco meno di tre ore all'esordio del Lugano in Europa League. Per la squadra di Pier Tami la giornata è trascorsa nel riposo (era importante...

Mancano poco meno di tre ore all'esordio del Lugano in Europa League. Per la squadra di Pier Tami la giornata è trascorsa nel riposo (era importante recuperare dal lungo viaggio dal Ticino a Beer Sheva) e nella preparazione tattica allestita dal mister. Tra un'ora o poco più la squadra prenderà il pullman per raggiungere il Turner Stadium, dove alle 22.05 locali (le 21.05 ora svizzera) scenderà in campo. E ad attendere la compagine bianconera ci sarà il pubblico delle grandi occasioni, pronto ad allestire una coreografia spettacolare in stile “Welcome to Hell“ (benvenuti all'inferno), resa famosa dai tifosi del Galatasaray allo stadio Ali Sami Yen. In città, per il momento, non vi è segno alcuno dell'imminente confronto. Immersa nel  caldo del deserto del Negev (invero meno atroce di quanto temuto), Beer Sheva prosegue nel suo tran tran quotidiano di capitale israeliana della cybersicurezza, dove trovano posto aziende multinazionali, esercito, governo e dove sorge l'importante università del Negev, dedicata a uno dei padri della patria, David Ben Gurion. A vederla, invero, non lo si direbbe, ma Beer Sheva è una città moderna (fondata dopo l'indipendenza del 1948 da immigrati degli stati arabi) con il tasso di crescita più alto del Paese, grazie soprattutto al massiccio arrivo di immigrati etiopi e russi.

Nonostante il suo apparente disinteresse, la città dei sette pozzi non è indifferente al calcio. Anzi. Fondato appena un anno dopo la città, l'Hapoel è spesso rimasto nelle retrovie dei valori israeliani, ma dal 1974 ad oggi ha comunque conquistato quattro titoli, due dei quali nelle ultime due stagioni, ciò che gli ha permesso di prendere parte due volte ai preliminari di Champions League (lo scorso anno ha eliminato l'Olympiakos e sfiorato l'impresa con il Celtic). Di grandi nomi l'Hapoel non ne presenta, ma possiede nel nigeriano Anthony Nwakaeme una punta di assoluto valore, da molti definito il miglior giocatore di tutto Israele, di certo il cliente più difficile per la difesa bianconera.

Tra poche ore lo stadio si riempirà di 13'000 persone che rappresentano appena la punta dell'iceberg del potenziale della città. Infatti, i dirigenti dell'Hapoel hanno confermato al direttore generale bianconero Michele Campana, in occasione del tradizionale pranzo di benvenuto del giovedì, di essere pronti ad ampliare il Turner Stadium, al momento riservato in pratica ai soli abbonati.

Se la temperatura dell'aria non dovrebbe creare problemi ai bianconeri, altrettanto non si può dire di quella degli spalti. Anche questa, per un Lugano che vuole crescere, sarà una prova di maturità.