Turchia 2017: dopo 190 giorni di sciopero della fame, inizia il processo ai due docenti arrestati dal regime di Erdogan

Estero
14.9.2017, 11:372017-09-14 11:37:54
@laRegione
@laRegione

Turchia 2017: dopo 190 giorni di sciopero della fame, inizia il processo ai due docenti arrestati dal regime di Erdogan

Allegati

Inizia oggi in Turchia, nel loro 190esimo giorno di sciopero della fame, il processo a Nuriye Gulmen e Semih Ozakca, i due docenti licenziati e arrestati dopo il fallito golpe dello scorso anno, diventati il simbolo della protesta contro le purghe di Recep Tayyip Erdogan.

Imputati per "terrorismo" per presunti legami con il gruppo di estrema sinistra Dhkp-c, i due docenti compariranno davanti ai giudici a soli 2 giorni dall’arresto dei loro 17 avvocati con le stesse accuse. Al palazzo di giustizia di Ankara sono attesi come osservatori numerosi deputati di opposizione e attivisti della società civile. Forte è anche la preoccupazione per le loro condizioni di salute alla luce del digiuno prolungato.

Cacciati rispettivamente dall’università Selcuk e da una scuola elementare, Gulmen e Ozakca erano stati arrestati a maggio dopo 75 giorni di digiuno in pubblico. In loro sostegno sono giunti appelli da intellettuali, artisti, politici e attivisti di tutto il mondo. Dal putsch fallito nell'estate 2016, oltre 50 mila persone sono state arrestate e più di 110 mila licenziate o sospese in Turchia.