Roger, se l'ottava meraviglia dà alla testa

Tennis
17.7.2017, 16:352017-07-17 16:35:24
@laRegione
@laRegione

Roger, se l'ottava meraviglia dà alla testa

Allegati

È stata una notte corta, e apparentemente… dimenticabile, la prima di Roger Federer dopo l'ottavo trionfo a Wimbledon. A rivelarlo è lo stesso basilese, l'uomo dai 19 Slam, dopo una festa che si è protratta fino alle 5 del mattino. «Ho la testa piuttosto pesante – dice il Federer del giorno dopo –. E sinceramente questa notte non so cos'ho fatto: devo aver mischiato un po' troppi alcolici…».
Un'uscita a dir poco sorprendente per il renano, che non è certo conosciuto per essere un festaiolo, ma che di sé trasmette piuttosto l'immagine del padre di famiglia ideale. «Stanotte abbiamo passato dei bei momenti – continua Federer –. Sono andato a dormire quand'erano ormai le cinque, e quando mi sono svegliato non ero certo al top. Diciamo che ho cominciato a sentirmi meglio da più o meno un'oretta».
Un brindisi magari a oltranza ma senz'altro giustificato, per colui che in un colpo solo ha cancellato dai libri dei record Pete Sampras e William Renshaw. Che, a differenza sua, a Church Road hanno vinto 'soltanto' sette volte.