Meteo incerto e difficoltà di accesso: non è stato ancora recuperato il corpo del pilota precipitato ieri

Svizzera
13.9.2017, 12:342017-09-13 12:34:02
@laRegione
@laRegione

Meteo incerto e difficoltà di accesso: non è stato ancora recuperato il corpo del pilota precipitato ieri

Allegati

Il corpo del pilota morto ieri mattina nello schianto del PC-7 dell’esercito svizzero sulle montagne sopra Grindelwald, nell’Oberland bernese, non è ancora stato recuperato. Due elicotteri sono pronti per l’operazione, che dovrebbe avvenire oggi. Il motivo del ritardo è la meteo incerta sul luogo dell’incidente, di difficile accesso, ha riferito all’Ats una portavoce dell’esercito. Nei prossimi giorni è previsto anche il recupero dei rottami.

Il velivolo non aveva a bordo un registratore dei dati di volo. Per permettere le operazioni il sito è stato chiuso agli alpinisti fino al 19 settembre ed è stato vietato il sorvolo della zona, al di sotto dei 4000 metri di quota, per un raggio di 5 chilometri. Per la giustizia militare, che si occupa dell’inchiesta, si è trattato di un evento di una certa gravità, ha affermato la portavoce.

Le indagini sono state affidate a un team di giudici istruttori. Nessuna precisazione è per ora stata data sull’identità del pilota. L’apparecchio, atteso ieri mattina a Locarno, è stato localizzato verso le 16 nei pressi dello Schreckhorn.