Il Papa: 'Le prime parolacce le ho imparate da uno zio zitello'

Estero
19.6.2017, 20:032017-06-19 20:03:34
@laRegione
@laRegione

Il Papa: 'Le prime parolacce le ho imparate da uno zio zitello'

Allegati

"I nostri ragazzi cercano di essere e vogliono sentirsi, logicamente, protagonisti. Non amano per niente - ha detto il Papa alla diocesi di Roma - sentirsi comandati o rispondere a 'ordini' che vengano dal mondo adulto (seguono le regole di gioco dei loro 'complici'). Cercano quell' autonomia complice che li fa sentire di 'comandarsi da soli'. E quindi - ha aggiunto a braccio - dobbiamo stare attenti con gli zii, soprattutto quelli che non hanno figli o non sono sposati, le prime parolacce le ho imparate da uno zio zitello. Gli zii per guadagnare la simpatia dei nipoti tante volte non fanno bene, lo zio che ci dava di nascosto le sigarette...". (ANSA).
CHR/