Dimezzare l'impatto ambientale del cibo senza rinunciare a carne e latticini: per Agroscope si può. Ecco come

Svizzera
14.11.2017, 18:242017-11-14 18:24:00
@laRegione
@laRegione

Dimezzare l'impatto ambientale del cibo senza rinunciare a carne e latticini: per Agroscope si può. Ecco come

Allegati

Uno studio della Stazione federale di ricerca Agroscope mostra come potrebbe presentarsi un'alimentazione che copra il fabbisogno della popolazione svizzera riducendo al minimo l’impatto ambientale. Risultato: aumenterebbero le quote di derrate alimentari di origine vegetale, si mangerebbe meno carne, mentre il consumo di latticini sarebbe pari a quello attuale.

Le analisi di Agroscope evidenziano come sia "possibile diminuire gli effetti ambientali della nostra alimentazione di oltre il 50% rispetto alla situazione attuale, senza neanche dover rinunciare completamente alla carne", indica oggi in una nota l’Ufficio federale dell’agricoltura (Ufag).

In compenso aumenterebbero "le quantità di cereali, patate, frutta e noci sui nostri piatti e continueremmo a bere anche latte", sottolinea il comunicato.

Per l’Ufag è ora "essenziale puntare sulla sensibilizzazione dei consumatori e degli attori dell’economia".